testata inforMARE
7 dicembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
00:19 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXXV - Numero 31 LUGLIO 2017

PORTI

RIPENSARE LE OPERAZIONI CON CHIATTE È ESSENZIALE PER ALLEVIARE LA CONGESTIONE AD ANVERSA E ROTTERDAM

Importanti cambiamenti culturali e strutturali sono necessari per riuscire ad alleviare la grave congestione delle chiatte ad Anversa e Rotterdam.

Gunther Ginckels, proprietario della ditta di consulenze marittime SeasC4U, ha dichiarato a The Loadstar che la colpa dei ritardi presso i porti europei è da attribuirsi al frammentato settore del trasporto su chiatte che è in balia degli operatori di terminal interni.

Sequenze sparse di carico e scarico insufficienti sono la norma nella regione, ha aggiunto.

I commenti di Ginckels si riferiscono al fatto che Rotterdam ha annunciato che i propri risultati produttivi di metà annata per il 2017 sono cresciuti del 9,3% su base annua sino a raggiungere i 6,66 milioni di TEU, cosa che probabilmente metterà ulteriore pressione sugli operatori logistici dell'hinterland.

"Si sta assistendo a situazioni in cui il 30% (a Rotterdam) o il 40% (ad Anversa) delle chiatte arrivano con 60-75 contenitori per i terminal marittimi a lungo raggio, malgrado abbiano una capacità di 200-300 TEU" afferma Ginckels.

"Ciò avviene a causa della natura frammentata delle operazioni su chiatta e perché la caricazione è concentrata sulle esigenze dei terminal interni e non sui requisiti di scarico dei porti".

Ci sono oltre 7.000 chiatte sulle idrovie dell'Europa settentrionale, delle quali grosso modo il 70% è costituito da operazioni "a conduzione familiare" con tre chiatte o meno per impresa.

Questo equivale a circa 1.600 operatori di chiatte.

Secondo Ginckels, questi piccoli operatori non hanno alcun contatto diretto con i proprietari dei carichi e vengono invece messi sotto contratto dai terminal interni o da broker che cercano di spremere il meglio da loro.

"Monopolizzando il settore, i broker e gli operatori interni possono inoltrare richieste agli operatori indipendenti di chiatte, compreso l'uso dei loro terminal e delle loro chiatte" afferma Ginckels.

"Pertanto, si hanno casi in cui le chiatte sostano presso i terminal per raccogliere appena quattro o cinque contenitori e poi devono spostarsi ad un altro terminal per raccogliere la serie successiva di container".

Riferendosi alla MSC, di gran lunga il maggiore vettore marittimo di Anversa, Ginckels afferma che la linea di navigazione presenta circa 830 chiatte che generano 67.000 movimentazione presso il suo terminal di Anversa ogni mese: grosso modo 28 al giorno e ciascuna di loro richiede una media di 80 movimentazioni.

In realtà tuttavia, afferma Ginckels, il 76% delle chiatte carica meno di 50 contenitori ed il 40% ne carica meno di 15, non riuscendo così a generare alcuna economia di scala.

Di conseguenza, gli operatori portuali sono stati messi in difficoltà perché ad essi si richiede un quantitativo sproporzionato di forza lavoro, rispetto al valore operativo, per lavorare le chiatte.

"Ai terminal sembra mancare il coraggio di recuperare questi costi, poiché per farlo bisognerebbe che essi si rivolgessero alle compagnie di navigazione e le linee di navigazione containerizzate" sostiene Ginckels.

"Esse sono loro clienti e sembra esserci qualche timore che addebitandogli i costi appropriati correlati alle operazioni con chiatte potrebbero perdere i clienti.

Esistono dei modi per affrontare questi problemi, tuttavia, come incrementare il personale portuale, ma questo presenta le sue problematiche: ad esempio, il costo sociale dei lavoratori in uscita dal lavoro" continua.

"Mi piacerebbe anche vedere che i porti imponessero un compenso minimo forfettario per 30 contenitori, con una scala scorrevole per i container aggiuntivi che renderebbe più redditizio per gli operatori apportare altri contenitori".

Il Rotterdam World Gateway ha recentemente imposto una limitazione alle operazioni delle chiatte che coinvolgano 15 contenitori o meno.

Ginckels sostiene inoltre che i vettori marittimi a lungo raggio potrebbero contribuire ad agevolare i flussi interni mediante l'adozione di un approccio di partenariato più costruttivo con i terminal.

"Concordando unicamente contratti per un solo anno - piuttosto che impegnarsi per accordi pluriennali - i vettori non riescono ad infondere ai vettori la fiducia per investire in equipaggiamenti od appropriate infrastrutture di sviluppo.

Le gru post-panamax non possono essere acquisite con contratti da un solo anno, e certamente non nel numero richiesto per movimentare le nuove navi portacontainer di grandissime dimensioni, e tutto questo ha pesanti conseguenze in termini di ritardi".

Tuttavia, Ginckels è stato svelto a notare che questo non è vero per tutti i vettori, citando la Maersk e la MSC come due operatori che possiedono i propri terminal e sono in grado d impegnarsi in contratti pluriennali.

"Poiché Anversa è il principale hub della MSC, sta facendo il possibile per sviluppare un'intermodalità sostenibile investendo seriamente in strutture ed impostazioni adatte alle chiatte.

La Maersk sta facendo lo stesso a Rotterdam presso le proprie strutture della APM Terminals nel Maasvlakte II.

Questo contribuirà a ridurre la congestione delle chiatte, ma ciò che occorre veramente è che tutte le parti si siedano ad un tavolo per stabilire un modo per lavorare assieme in maniera efficace" ha dichiarato.

"Gli operatori di chiatte ed i terminal devono concordare regole minime per i contenitori, l'uso di banchine dedicate e finestre fisse di ormeggio per tutti gli operatori".
(da: theloadstar.co.uk, 21 luglio 2017)



MSC attiverà un nuovo servizio di linea diretto tra India e Mediterraneo occidentale
Ginevra
In Italia scalerà i porti di Genova, Salerno e Gioia Tauro
Alessandra Orsero è stata eletta presidente di Confetra Liguria
Genova
È vice presidente di Isomar e di Spediporto
Accademia Italiana della Marina Mercantile e Fincantieri avviano percorsi di formazione continua
Genova
Un programma è stato studiato specificamente per il personale tecnico del polo di Sestri Ponente
Progetto di Fedespedi e Accudire per sperimentare la digitalizzazione della CMR
Milano
Calamandrei: auspichiamo che il parlamento ratifichi, nel minor tempo possibile, il protocollo alla Convenzione CMR
Accordo tra Assologistica e Assiterminal per iniziative volte allo sviluppo del settore logistico
Milano
È incentrato su ntermodalità, modernizzazione dei contratti, digitalizzazione, formazione e sostenibilità
Cepsa investirà tre miliardi di euro per la produzione di idrogeno verde in Andalusia
Madrid
Verrà utilizzato anche per la decarbonizzazione dello shipping attraverso i porti di Algeciras e Huelva
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
S. Korean shipyards rank 2nd in new global orders in Nov.
(YONHAP News Agency)
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile