testata inforMARE
Cerca
13 giugno 2024 - Anno XXVIII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
11:51 GMT+2
LinnkedInTwitterFacebook
C . I . S . Co . newsletter
PORTS

Novità nel settore portuale francese

Patrick Cornet, capo del settore comunicazioni del Porto di Le Havre, e Christian Paschetta, dirigente del terminal Fos presso il porto di Marsiglia, sono entrambi soddisfatti delle prestazioni dei propri rispettivi porti nel 1996. Il Porto di Le Havre ha movimentato 56,10 milioni di tonnellate di carichi nel 1996, con un aumento del 4,3% rispetto all'anno precedente, e ha ottenuto risultati particolarmente positivi nei settori dei carburanti e delle merci varie. Le cifre attese relative ai containers nel 1996 dovrebbero essere pari a 1.020.000 TEU, con un incremento del 5% rispetto al 1995. I risultati inerenti ai contenitori di Fos registrano un aumento del 16% circa.

Sia Cornet che Paschetta si sono dimostrati riluttanti a sfidare la sorte facendo previsioni definitive in ordine al 1997. Cornet ha dichiarato di sperare in un incremento costante annuo del 5% per quel che riguarda il traffico containerizzato. Paschetta è un po' più ottimista, spiegando che Fos sin dal momento della sua nascita ha fatto segnare in media una crescita dei risultati containeristici del 13%, fino a quando essa non è stata arrestata all'inizio degli anni '90 dalla "riorganizzazione" del terminal. Il traffico al terminal, tuttavia, sta ora tornando ai suoi livelli di un tempo. Tenendo conto del fatto che l'incremento percentuale del numero dei containers movimentati diminuirà di pari passo con lo sviluppo del porto, Paschetta ha dichiarato di sperare che nei prossimi due anni la crescita possa attestarsi ad un tasso annuo superiore al 10%, sebbene egli si sia rifiutato di fare promesse concrete riguardo al conseguimento di quella cifra. Ha aggiunto, poi, che il Porto di Marsiglia stava cominciando a riacquisire il traffico di trasbordo che aveva perduto nei primi anni '90.

In ripresa

Sia Paschetta che Cornet hanno affermato di ritenere che i propri porti abbiano un vantaggio intrinseco rispetto ai concorrenti a causa della propria localizzazione. Paschetta ha descritto la localizzazione di Marsiglia-Fos come "la migliore d'Europa", collegata com'è alla valle del Rodano (attraverso la rete idroviaria interna) ed all'Europa per ferrovia senza bisogno di attraversare le Alpi o i Pirenei. Tuttavia, sebbene egli fosse sicuro che Marsiglia-Fos continuerà a prosperare, ha dichiarato anche di pensare che le compagnie di navigazione di linea ritengano di fare meglio i propri interessi avendo a disposizione una gamma di porti da cui scegliere. Il suo parere, perciò, è che i vari porti mediterranei dovrebbero svilupparsi tutti quanti e che Marsiglia dovrebbe trarre vantaggi dal progresso dei propri rivali del Mediterraneo, ricevendo così l'impulso a competere più direttamente con i porti del Nord Europa. Cornet, invece, ritiene che Le Havre possa trarre vantaggio dal fatto di essere il primo porto di scalo per le navi transoceaniche. Egli pensa che ciò dovrebbe mettere in grado il suo porto - in particolare - di acquisire una maggiore quota di traffico di trasbordo.

Cornet ha supportato le proprie affermazioni sottolineando il fatto che le 19 maggiori linee di navigazione del mondo scalano tutte il porto di Le Havre. Nel 1996 la Hyundai ha iniziato ad effettuarvi scali diretti, così come ha fatto la Sinotrans. Cornet ritiene che ciò dovrebbe più che compensare le "due o tre piccole linee di navigazione" che lo scorso anno hanno deciso di trasferirsi altrove. Una ulteriore prova che Le Havre stia almeno conservando la propria popolarità nella comunità marittima è fornita dalla decisione della Delmas di spostare la propria direzione centrale a Le Havre. I nuovi locali, attualmente in costruzione, possono rappresentare solamente un segno di fiducia a lungo termine nel porto. Allo stesso modo, in seguito alla propria fusione con la CGM (il cui declino è stato descritto da Cornet come "triste"), la CMA ha confermato di voler utilizzare Le Havre come porto francese di base. Cornet, tuttavia, non desidera apparire trionfalistico o troppo compiaciuto e sottolinea che nel settore "nulla si consegue per sempre".

Investire saggiamente

A dispetto di questi segnali chiaramente positivi, occorre notare che, mentre Marsiglia-Fos continua ad investire in equipaggiamenti allo scopo di venire incontro nel modo migliore alla clientela che spera di attirare, a Le Havre attualmente si riscontra una sospensione degli investimenti dal momento che quest'ultimo porto attende il via libera per il suo piano Porto 2000. Cornet spera che il progetto venga approvato (corredato com'è da uno studio di impatto ambientale) e che i lavori possano iniziare nel 1998. Nel 1997 sono stati destinati complessivamente 183 milioni di franchi agli investimenti portuali, che - come ammette Cornet - non costituiscono una grossa somma. Il dirigente ripone molte speranze nei piani relativi al progetto Porto 2000, che, ha fatto sapere, "se non verrà realizzato a Le Havre verrà realizzato altrove".

Si spera che un primo molo, lungo 750 metri e tale da poter accogliere due ormeggi, possa venire alla luce entro il 2001; tale lunghezza potrebbe essere raddoppiata entro tre anni. Cornet ha spiegato che sarà lasciata agli operatori la decisione inerente al numero di gru da impiegare. Tutti i potenziali operatori sono tenuti informati dei progressi degli studi. Cornet ha fatto capire che alle linee di navigazione potrebbe essere lasciata l'ultima parola in ordine all'individuazione degli operatori terminalistici, ed in particolar modo in ordine alla possibilità di gestire terminali propri.

Paschetta ha dichiarato che il 1996 ha fatto registrare l'entrata in servizio a Fos di una nuova gru a cavaliere post-Panamax per containers della Reggiane, nel contesto del piano di continuo sviluppo terminalistico lanciato nel 1990. Un altro sarà consegnato nell'estate di quest'anno. René Baleydier, direttore tecnico del Porto di Marsiglia, ha spiegato che l'equipaggiamento delle Reggiane è stato scelto sulla base dei costi, tenuto pur conto dei costi di standardizzazione delle gru in questione con i modelli Kone che il porto aveva già acquistato in passato. Nel 1997 dovrebbero essere consegnati presso il terminal container una gru post-Panamax ed una RTG.

Il terminal di Fos persiste inoltre nel proprio programma di recupero di terreno, che prevede 10-15 ettari all'anno. Paschetta ha affermato di ritenere che sia importante, per Fos, mirare in alto nell'approntamento dei propri programmi di sviluppo, poiché in caso contrario potrebbe non riuscire a diventare un porto importante. Egli ritiene che sia essenziale per il porto tentare di predisporre parametri alti di produttività nonché di collaudare nuove tecnologie, piuttosto che seguire un sentiero già percorso più volte dai suoi concorrenti. A questo fine, il porto sta per rinnovare completamente la propria rete elettrica. Questo compito oneroso richiederà qualcosa come sette mesi di pianificazione e poi quattro o cinque anni per la concreta realizzazione. I lavori dovranno essere intrapresi per forza, tuttavia, dal momento che il porto ha bisogno di incrementare il voltaggio della propria energia elettrica e poiché l'attuale situazione rischia di comportare pericoli per l'attività di manutenzione, a detta di Baleydier. Egli ha aggiunto che Marsiglia-Fos dispone di una rete a fibre ottiche che "presenta i migliori parametri attuali". Le operazioni a Fos possono ora essere controllate da Marsiglia; qualche computer è anche in grado di svolgere funzioni di autodiagnostica.

E i portuali?

I porti francesi per molto tempo hanno avuto una reputazione secondo la quale il proprio personale non collaborava e tendeva a scendere in sciopero per un nonnulla. Una reputazione come questa non si acquista in una notte e, come dimostra il caso della Gran Bretagna negli anni '80, ci vuole tempo poi per perderla. A sorpresa, sia Paschetta che Cornet ritengono che i propri porti siano ad una svolta nelle relazioni industriali. Cornet afferma che il punto di vista secondo il quale i porti francesi sono più soggetti a scioperi delle loro controparti europee è "falso" ed ha detto di ritenere che la stampa debba assumersi la colpa per gran parte di tale reputazione. Le Havre è ora molto più affidabile di quanto sia stata in passato, secondo lui, ma è alle prese con una stampa che aveva preso l'abitudine di descrivere i porti francesi come lacerati da dispute industriali. Secondo Cornet, un esempio ne è stato la cronaca del blocco di Anversa a dicembre dello scorso anno: egli ritiene che la stampa avrebbe affrontato la questione in modo molto più ampio se la cosa avesse avuto luogo in Francia.

L'immagine è tutto

Cornet fa intendere che tutto ciò di cui la Francia soffre è una "questione di immagine". Egli ha sottolineato che gli effetti della deregolamentazione hanno iniziato a farsi sentire nel porto, dal momento che i costi di movimentazione sono calati del 10-20% negli ultimi due anni. La forza-lavoro, poi, è divenuta "più flessibile", ha spiegato, sebbene sembri sbalorditivo che relativamente fino a poco tempo fa il sistema delle squadre adoperato comportasse che i portuali che avevano finito di caricare o scaricare una nave non potessero essere spostati ad un'altra.

Paschetta è d'accordo sul fatto che l'immagine costituisse un problema. Egli pone la percezione pubblica dei porti francesi nel contesto della tendenza nazionale a vedere i problemi in bianco e nero: qualsiasi cosa o è stupenda o è disastrosa. Inoltre, continua Paschetta, in passato vi è stata la tendenza - fra le parti in contrasto - di addossarsi la colpa l'un l'altra. La situazione, a suo dire, è definitivamente migliorata. Egli non è a conoscenza, infatti, di scioperi portuali nel 1996 per "ragioni locali".

Paschetta attribuisce ciò allo sviluppo di un dialogo tra la dirigenza ed i sindacati dei lavoratori. Il porto ha fatto un grande sforzo al fine di identificare le zone di comprensione reciproca, ha aggiunto. Sono stati conseguiti progressi notevoli rispetto ai giorni bui della "guerra totale", ma qualcosa ancora doveva essere fatto ed occasionalmente saltava ancora fuori qualche problema. Tuttavia, afferma Paschetta, questi problemi si risolvono molto più facilmente nel prevalente clima di collaborazione.

La ricerca di collegamenti

Cornet è preoccupato dal numero di containers che attraversano l'hinterland di Le Havre via strada (circa il 70%, mentre il 25% viaggia per ferrovia e solo il 5% per idrovia). Egli si dichiara deluso in modo particolare per la quota delle ferrovie, che a suo dire "non basta".

Tuttavia, Cornet spera che la ferrovia possa trarre beneficio dai collegamenti di Le Havre con la rete ICF, che connette Le Havre con l'Italia nonché con l'Europa centro-orientale. E' stato dato altresì inizio ad un servizio bisettimanale containerizzato idroviario su chiatte alla volta del terminal di Gennevilliers, nei pressi di Parigi.

Paschetta ha ribadito di essere un fermo sostenitore del trasporto multimodale, ma afferma che gli investimenti devono essere effettuati con prudenza. Ha poi dichiarato che sia il trasporto ferroviario sia quello idroviario interno hanno dovuto subire l'influenza invadente della lobby camionistica.

Secondo Paschetta, Fos è un terminal assai multimodale: ad esempio, le prime linee idroviarie sono state inaugurate nel 1986; due linee sono in servizio sul Rodano ed esistono programmi per aggiungerne un'altra. Quanto alle ferrovie, Paschetta ha dichiarato che Fos sta cercando di organizzare in maniera più efficiente le operazioni di carico e scarico, ma ha anche detto che il porto non può fare molto di più allo scopo di incoraggiare i clienti a servirsi della ferrovia; c'è bisogno di un'iniziativa di tipo politico.
(da: Cargo Systems, marzo 1997)

A maggio il traffico dei container nel porto di Los Angeles è calato del -3,4%
Los Angeles
Attesa la ripresa della crescita in estate
Il 25 giugno a Genova si terrà l'assemblea di Assagenti
Genova
Evento dal titolo “Mari inquieti. Rotte e conflitti: l'incognita dei traffici”
Arrivati al 60% i lavori di consolidamento della prima vasca di colmata della Darsena Europa
Livorno
Il completamento è previsto entro fine anno
Piacenza ha rassegnato le dimissioni da commissario straordinario dell'AdSP del Mar Ligure Occidentale
Genova/Roma
Gli subentra l'ammiraglio Massimo Seno
I mezzi della Guardia Costiera di Trieste hanno soccorso una motonave dell'APT Gorizia
Trieste
Tratte in salvo le 76 persone a bordo
The Italian Sea Group ha portato a termine la cessione del cantiere nautico di Viareggio
Marina di Carrara
È stato venduto a Next Yacht Group per 21 milioni di euro
Eni ha ceduto il 10% del capitale sociale di Saipem
San Donato Milanese
Il controvalore è stato di circa 393 milioni di euro
Ripristinata la piena navigabilità nel canale d'accesso al porto di Baltimora
Baltimora
Assoporti e SRM pubblicano un nuovo aggiornamento del rapporto “Port Infographics”
Roma
Focus sui traffici marittimi e le flotte, sui carburanti alternativi e sull'occupazione delle donne nei porti
Rinnovato il consiglio di amministrazione di Stazioni Marittime
Genova
Indicazione della conferma di Edoardo Monzani al ruolo di presidente
A maggio i ricavi di Yang Ming e Wan Hai Lines sono cresciuti del +46,2% e +40,1%
Keelung/Taipei
Nei primi cinque mesi del 2024 registrati incrementi del +27,0% e +17,5%
Porto di Genova, Spediporto e Fedespedi chiedono agli autotrasportatori di congelare la congestion fee
Genova
DFDS venderà le proprie mini crociere alla Gotlandsbolaget
Copenaghen/Visby
La cessione includerà le navi “Crown Seaways” e “Pearl Seaways” costruite nel 1994 e 1989
Secondo report del Centro Studi Fedespedi sulla crisi di Suez
Milano
Nel Mediterraneo, avvantaggiati i porti più vicini a Gibilterra
Finsea rinnova la propria brand identity
Genova
La struttura del gruppo suddivisa in tre principali unità di business: Finsea - Shipping agency, Finsea - Land transport e Finsea - Global logistics
Accelleron ha siglato un accordo quinquennale con Grandi Navi Veloci
Baden/Genova
Manutenzione e assistenza agli oltre 100 turbosoffianti installati sulle 28 navi della flotta
A maggio il traffico dei container nel porto di Singapore è ammontato a 3,5 milioni di teu (+3,6%)
Singapore
Nei primi cinque mesi del 2024 sono stati movimentati 16,9 milioni di teu (+7,7%)
Il 17 luglio a Roma si terrà l'assemblea dell'Associazione Italiana Terminalisti Portuali
Genova
Sarà preceduta il 16 da un evento privato tra networking e arte
Lo scorso mese il fatturato di Evergreen è cresciuto del +40,3%
Taipei
Nei primi cinque mesi del 2024 l'incremento è stato del +36,2%
La spagnola Pérez y Cía. ha comprato la connazionale EUCONSA
Madrid
È specializzata nel trasporto intermodale alla rinfusa di prodotti chimici e petrolchimici
Canale di Suez, prosecuzione della politica di sconti applicati alle navi in transito
Ismailia
Il traffico marittimo è tuttora più che dimezzato rispetto allo scorso anno
Convegno sulla sicurezza e ottimizzazione del flusso di passeggeri nei porti e alle frontiere
Roma
Organizzato dalla Fondazione ICSA, si terrà il 12 giugno a Roma
È proseguito ad aprile il rilevante aumento del traffico dei container nel porto di Barcellona
Barcellona
Il solo traffico di transhipment è cresciuto del +73,9%
Piero Lazzeri è stato riconfermato presidente di Sanilog
Roma
Walter Barbieri è stato nominato vicepresidente del fondo per il prossimo triennio
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
La tedesca L.I.T. compra la società italiana Autotrasporti Pedot
Brake
L'azienda di Lavis (Trento) è stata fondata nel 1939
Nel primo trimestre di quest'anno il traffico delle merci nei porti tunisini è calato del -8,3%
La Goulette
In diminuzione sia gli sbarchi (-6,1%) che gli imbarchi (-11,5%)
La danese Scan Global Logistics ha comprato la Foppiani Shipping & Logistics
Copenaghen
L'azienda, con sede a Prato, occupa più di 160 persone
Nuovo servizio Egitto - Grecia - Algeria di Tarros e Diamond Line
La Spezia
Avrà frequenza settimanale e sarà inaugurato il 28 giugno
Porto di Gioia Tauro, ok del CSLP agli interventi per il traffico delle navi ro-ro e ro-pax
Gioia Tauro
Approvato l'adeguamento tecnico funzionale al PRP
Uiltrasporti, verso mobilitazione dei portuali italiani dal 17 al 23 giugno
Roma
Recupero del potere d'acquisto, sicurezza e maggiori tutele sono le richieste
Michail Stahlhut (Hupac) è il nuovo presidente della UIRR
Bruxelles
Jürgen Albersmann (Contargo) nominato vicepresidente
Terminali Italia passa al Polo Logistica del gruppo FS
Roma
Mercitalia Logistics è diventata socio unico dell'azienda
Dal 2026 diventerà obbligatoria la segnalazione dei container persi in mare
Dal 2026 diventerà obbligatoria la segnalazione dei container persi in mare
Washington/Singapore/Bruxelles/Londra
Kjaer (WSC): progresso significativo nella sicurezza della navigazione e nella salvaguardia dell'ambiente
L'emiratense ADNOC Logistics and Services compra Navig8
Abu Dhabi
Transazione del valore di circa 1,4-1,5 miliardi di dollari
Parte dell'area ex Tubimar del porto di Ancona sarà riservata allo sviluppo della cantieristica nautica
Ancona
Approvato un atto di indirizzo
Domani La Méridionale inaugurerà il servizio traghetto Livorno-Île-Rousse
Marsiglia
Previste tre partenze settimanali
Il primo luglio Maersk introdurrà una Fossil Fuel Fee
Copenaghen
Il nuovo soprannolo sostituirà gradualmente il Bunker Adjustment Factor e il Low Sulphur Surcharge
Fit Cisl, necessario garantire la piena operatività del Comitato di gestione dell'AdSP della Liguria Occidentale
Genova
Bilog, le imprese affiancano l'AdSP della Liguria Orientale e il Comune di Piacenza
La Spezia
Vittorio Torbianelli è stato nominato commissario straordinario dell'AdSP del Mare Adriatico Orientale
Roma
Fratelli Cosulich, nuova nave cisterna bunker chimica IMO2
Genova
È la prima della flotta pronta a trasportare metanolo
COSCO realizzerà l'upgrade a dual-fuel di quattro nuove portacontainer da oltre 16.000 teu
Shanghai
Rinnovato il Cda di Interporto Padova
Padova
Luciano Greco è il nuovo presidente
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Il 25 giugno a Genova si terrà l'assemblea di Assagenti
Genova
Evento dal titolo “Mari inquieti. Rotte e conflitti: l'incognita dei traffici”
Convegno sulla sicurezza e ottimizzazione del flusso di passeggeri nei porti e alle frontiere
Roma
Organizzato dalla Fondazione ICSA, si terrà il 12 giugno a Roma
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Deutsche Bahn Schenker takes CVC, Maersk, DSV and Bahri into final round, sources sa
(Reuters)
Chabahar Port: US says sanctions possible after India-Iran port deal
(BBC News)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Mario Mattioli
Roma, 27 ottobre 2023
››› Archivio
Le imprese dell'autotrasporto che operano con il porto di Genova introducono una “congestion fee”
Genova
A Venezia è stata istituita l'Accademia della Logistica e del Mare
Venezia
È frutto della collaborazione tra ITS Marco Polo Academy, Vemars e CFLI
Siglato il contratto per l'elettrificazione delle banchine del porto di Termoli
Bari
In programma opere del valore complessivo di circa 4,5 milioni di euro
Flessione delle performance finanziarie trimestrali di Danaos e MPCC
Atene/Oslo
Le due società hanno flotte rispettivamente di 69 e 56 navi portacontenitori
Hupac ha chiuso l'esercizio 2023 con una perdita netta di -6,2 milioni di franchi
Chiasso
Prossimo aumento della frequenza dei servizi intermodali sul corridoio Benelux-Italia
Da luglio diventerà attivo il Port Community System del porto di Palermo
Palermo
Consente la gestione del traffico delle navi, dei mezzi e delle merci nello scalo
RINA presenta un piano di crescita che potrebbe includere ulteriori acquisizioni
Genova
Nel 2023 ricavi in crescita del +10%. Stabili i nuovi ordini nel primo trimestre di quest'anno
Supporto di Banco BPM, UniCredit e SACE per l'attuazione di interventi nei porti di Napoli e Salerno
Napoli
Advance Payment Bond di 36 milioni di euro a R.C.M. Costruzioni
Arrivato a Genova il primo dei cassoni della nuova diga foranea
Genova
È stato posato a -25 metri di profondità
Missione di Spediporto in Cina per promuovere lo sviluppo del cargo aereo a Genova
Genova
Tappe ad Hong Kong, Shenzhen e Guangzhou
Pianificazione dello spazio marittimo, l'Italia deferita alla Corte di Giustizia dell'UE
Bruxelles
Bruxelles denuncia la mancata elaborazione e comunicazione dei piani di gestione
A La Spezia si auspica l'istituzione di una Facoltà di economia dei trasporti e logistica
La Spezia
Pisano: il comparto è alla costante ricerca di professionalità adeguate
Martedì a Livorno si terrà il convegno “Il Treno Merci nei Porti”
Livorno
FerMerci promuove un confronto tra istituzioni e operatori del trasporto ferroviario merci nei porti
Protocollo di intesa siglato da ALIS e Assiterminal
Genova
Sviluppo congiunto di temi strategici per le imprese ed i lavoratori dei settori di riferimento
Svizzera, rincaro del +2,1% delle tariffe delle tracce ferroviarie
Berna
I costi per il traffico merci aumenteranno di circa sei milioni di franchi all'anno
Il noleggiatore di portacontainer Euroseas ritiene positive le prospettive del proprio segmento di mercato
Atene
CargoBeamer si assicura finanziamenti per 140 milioni di euro da parte di investitori pubblici e privati
Rinnovato il direttivo di SOS LOGistica
Milano
Daniele Testi è stato confermato alla presidenza
Nuovo maxi sequestro di droga nel porto di Civitavecchia
Roma
Intercettato un carico di marijuana di oltre 442 chilogrammi
Mercitalia Shunting & Terminal dotata di nuove locomotive per la manovra ferroviaria
Roma
Si tratta di locomotori DE 18 prodotti da Vossloh Rolling Stock
Saipem si aggiudica contratti in Angola per complessivi 3,7 miliardi di dollari
Milano
Sono stati aggiudicati da una società controllata da TotalEnergies
Ad aprile il traffico dei container nel porto di Los Angeles è cresciuto del +11,9%
Los Angeles
Nel primo quadrimestre del 2024 l'aumento è stato del +24,8%
FERCAM sbarca sul mercato indiano
Bolzano
Aperta una filiale a New Delhi. La presenza sarà estesa a Mumbai, Calcutta, e Chennai
Fincantieri vara un'unità di supporto logistico a Castellammare di Stabia
Trieste
È la seconda LSS costruita per la Marina Militare Italiana
Ferretti inaugura il rinnovato cantiere nautico di La Spezia
La Spezia
Lo stabilimento ligure è dedicato alla produzione degli yacht Riva
Positivo primo trimestre per Global Ship Lease
Atene
Ricavi in crescita del +12,7%
Avviato da Interporto Padova il servizio intermodale di Trans Italia con l'Interporto di Livorno Guasticce
Padova
Inizialmente prevede due circolazioni settimanali
Operativo il nuovo gate automatizzato al Reefer Terminal di Vado Ligure
Vado Ligure
Gli autotrasportatori possono svolgere le attività di carico e scarico senza scendere dal veicolo
Lo scorso mese il traffico dei container nel porto di Hong Kong è diminuito del -10,2%
Hong Kong
Nel primo quadrimestre movimentati 4,5 milioni di teu (-4,7%)
DP World inaugura nuove infrastrutture portuali e logistiche in Romania
Dubai
Nuovi terminal nel porto di Costanza destinati al project cargo e ai rotabili
Ad aprile è proseguita la crescita del traffico dei container nel porto di Long Beach
Long Beach
Nel primo quadrimestre del 2024 l'incremento è stato del +15,8%
Uniport Livorno acquista tre nuovi trattori portuali
Helsinki
La Kalmar li consegnerà nell'ultimo trimestre del 2024
Saliranno da cinque a sei le rotazioni settimanali del servizio Melzo-Rotterdam di Hannibal
Melzo
Incremento della frequenza a partire dal 10 giugno
Nel 2023 i ricavi di Stazioni Marittime sono aumentati del +18,5%
Genova
Utile netto a 1,7 milioni di euro (+75,5%)
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile