testata inforMARE
5 febbraio 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
08:24 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSANNO XXXII - Numero 31 MARZO 2014

TRASPORTO MARITTIMO

INCREMENTI TARIFFARI GENERALI SU UNA BRUTTA CHINA

I vettori marittimi sono sempre svelti a pubblicare annunci di incrementi tariffari generali, ma sono comprensibilmente più riluttanti a confermare che una proposta di incrementi tariffari generali è stata sospesa o rinviata.

Questo è il caso degli incrementi tariffari generali dei primi e della metà di marzo sulla direttrice di traffico dall'Asia all'Europa, a proposito della quale rapporti aneddotici suggeriscono che i vettori stiano ufficiosamente dicendo ai propri clienti di non preoccuparsi per ora in ordine agli aumenti.

La rivista The Loadstar ha riferito la settimana scorsa che ad uno spedizioniere è stato inviato un avviso da parte della OOCL con il quale si offriva uno sconto di 150 dollari per TEU in relazione alla sua tariffa a pronti per tutte le merci fino alla fine di marzo, che, come ha detto ironicamente lo spedizioniere, “smentiva” il preannunciato incremento tariffario generale.

In molti casi, peraltro, lo sconto viene concesso sulla base di motivi ancora da appurare.

Le ultime voci nell'ambito del mercato sono nel senso che la China Shipping Container Lines ha “rinviato” sino ai primi di aprile il proprio incremento tariffario generale in programma per la metà di marzo, per quanto sia certo che la CSCL non sarà l'unico vettore a reagire alla prospettiva di un mercato malaticcio.

Il dilemma per i vettori al servizio della suddetta problematica rotta sta nel fatto che le tariffe a pronti fuori sede dall'Asia al Nord Europa sono calate di oltre il 40% dall'inizio dell'anno, precipitando al di sotto del limite spartiacque di 1.000 dollari per TEU la prima settimana di marzo.

Nel contesto di tale scenario, essi avrebbero poche prospettive di riuscire a rifilare degli incrementi tariffari generali se tentassero poi di farli rispettare.

Inoltre, l'importante operatore CMA CGM ha in effetti fatto mancare il terreno sotto ai piedi dei rivali andando alla ricerca del ripristino delle tariffe questo mese mediante l'annuncio che i propri incrementi tariffari generali non sarebbero entrati in vigore fino a 1° aprile.

Di conseguenza, gli altri vettori hanno annunciato una data di scadenza simile per gli incrementi che spaziano da 400 a 1.000 dollari per TEU.

Resta da vedere se gli incrementi tariffari generali di aprile terranno, dal momento che, sebbene i volumi Asia-Europa di gennaio abbiano raggiunto il loro livello massimo da agosto dello scorso anno, il mercato sta tenendo conto delle proprie preoccupazioni circa l'enorme ammontare del nuovo tonnellaggio che sarà immesso nel traffico in questione alla fine di quest'anno e nel 2015.

Infatti, quest'anno saranno ricevute in consegna più di 140 unità di nuova costruzione da 10.000 TEU ed oltre, con ulteriori 1,7 milioni di tonnellaggio cellulare in consegna nel 2015, la maggior parte del quale sarà impiegato nei circuiti Asia-Europa.

Nondimeno, con le tariffe di nolo a pronti che adesso sono ad un livello che per molti vettori è al di sotto del punto di pareggio, la pressione da parte degli azionisti/investitori finalizzata ad esercitare una disciplina di politica tariffaria aumenterà, ed allo scopo di rafforzarla ci saranno più cancellazioni di partenze, il che metterà altro stress sulla filiera distributiva.

Un altro aspetto che senza dubbio patirà ulteriormente nell'ambito del generalmente accettato traffico mercificato del trasporto marittimo contenitori è il servizio alla clientela, per consegnare il quale i vettori dovranno lottare sullo sfondo di un rispetto degli orari peggiorato e di annullamento delle partenze.
(da: theloadstar.co.uk, 12 Marzo 2014)



DP World si è aggiudicata la gara per realizzare un container terminal nel porto di Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World - Aker Solutions per ammodernare unità FPSO
Marfret incrementa la frequenza del servizio di linea diretto Italia-Egitto
Genova
Immessa una seconda nave
Cargotec e Konecranes registrano nuovi record di ricavi annuali e trimestrali
Helsinki/ Hyvinkää
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti dai due gruppi è aumentato rispettivamente del +9,8% e +23,7%
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti da ABB è cresciuto del +6,7%
Zurigo
I risultati dell'attività commerciale hanno registrato un'attenuazione trimestre dopo trimestre
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Ankara
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Nell'ultimo trimestre del 2022 la riduzione è stata del -5,1%
MSC includerà il porto di Livorno nel servizio West Med - Middle East/India
Ginevra
Il collegamento ha frequenza settimanale
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Atlanta
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Nel 2022 i ricavi hanno superato per la prima volta i 100 miliardi di dollari
Nel 2022 i ricavi del gruppo Wärtsilä sono aumentati del +22%
Helsinki
Il valore delle nuove commesse è cresciuto del +6%
Nel 2023 nei porti sardi sono attesi oltre 400mila crocieristi rispetto ai 221mila dello scorso anno
Cagliari
Ad oggi sono programmati 191 scali ai porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano e Arbatax
Nuovo ricorso di Grimaldi Euromed contro l'ok al piano di concordato preventivo della Moby
Milano
È stato omologato dal Tribunale di Milano lo scorso 24 novembre
Intelligenza artificiale e navigazione autonoma
Tokyo
Sono i campi d'attività in cui coopereranno le giapponesi NYK e Ghelia
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
Costanza
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
I container sono stati pari a 772.046 teu (+22,2%)
Soddisfazione di Confitarma per l'ok della commissione parlamentare UE alle disposizioni sul credito navale
Roma
Da molti anni - sottolinea la Confederazione - ci battiamo affinché, a fini regolamentari bancari, il credito navale venga gradualmente assimilato a quello infrastrutturale
Investire nella Blue Economy per creare posti di lavoro, aumentare i livelli di reddito e ridurre le emissioni
Losanna
Lo suggerisce uno studio scientifico pubblicato su “Frontiers in Marine Science”
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due gruppi tecnici...
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile