testata inforMARE
Cerca
05 June 2023 - Year XXVII
Independent journal on economy and transport policy
04:24 GMT+2
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO ITALIANO STUDI CONTAINERSYEAR XVI - Number 9/98 - SEPTEMBER 1998

Ports

La ripresa dei porti cinesi

Per molti anni, i porti containerizzati cinesi sono rimasti indietro rispetto a quelli dei Paesi vicini. Le infrastrutture destinate alla movimentazione dei contenitori erano alquanto rozze, la produttività era bassa ed i volumi di traffico containerizzato erano modesti in relazione alle dimensioni del Paese.

Gli anni '90, tuttavia, hanno fatto registrare un clamoroso cambiamento.

Il traffico containerizzato è aumentato e presso diversi porti cinesi si è vista una delle crescite più rapide del mondo degli ultimi tempi. Sono state spese grosse somme di denaro, per lo più da parte di organismi cinesi locali e regionali in partecipazioni ad investimenti privati esteri, al fine di rammodernare le attrezzature per la movimentazione ed espanderne la relativa capacità.

Il ritmo dello sviluppo è così rapido, e centrato su così tanti porti diversi, che vi sono timori che il pendolo possa indirizzarsi verso la direzione opposta. In questo momento ci si domanda se adesso la capacità di movimentazione dei carichi non ecceda la domanda di un margine troppo ampio.

Huang Zhendong, ministro delle comunicazioni cinese, recentemente ha suggerito che la costruzione dei terminals contenitori in alcune zone del Paese sta procedendo in modo tale da poter comportare un eccesso di offerta. Secondo quanto riporta la stampa cinese, il ministro ha dichiarato che la gran mole delle costruzioni in atto lungo la costa ed i principali corsi d'acqua cinesi sta dissipando le risorse. Egli ha affermato che si stanno verificando frequentemente dei doppioni di infrastrutture, il che comporta una concorrenza selvaggia ed il pericolo di sotto-utilizzazione. Città e province lungo il fiume Yangtse si sono ritrovate in situazioni particolarmente critiche, le cui condizioni sono state descritte come "caotiche".

Si dice che Huang abbia fatto notare come lungo lo Yangtse, da Nanjing a Wusongkou, vi siano ora 106 ormeggi per navi di più di 10.000 tonnellate di stazza lorda. Anche i porti della Regione Autonoma di Guangxi Zhuang e della Provincia di Guangdong sono stati biasimati. Il ministro ha dichiarato che entrambe le regioni hanno notevoli problemi causati dal troppo denaro speso dalle autorità locali in programmi di espansione eccessivamente ambiziosi.

Vi sono porti, peraltro, in cui gli investimenti necessitano di un incremento. A Shanghai, ad esempio, i risultati attesi dei contenitori supereranno i tre milioni di TEU nel 2000. Nel 1997, il porto ha movimentato 2,52 milioni di TEU. Per questa ragione, sono in corso di sviluppo altre infrastrutture nelle immediate prossimità di Shanghai allo scopo di servire la domanda futura.

Nell'ambito del porto, la SCTL (Shanghai Container Terminals Limited) ha lavorato 1,76 milioni di TEU, con un aumento del 22,2% rispetto agli 1,44 milioni di TEU movimentati nel 1996.

La SCTL, che è un'associazione commerciale tra la Shanghai Port Container Comprehensive Development Co e la HPH (Hutchison Port Holdings), continua ad ampliare la propria capacità al fine di far fronte al sostenuto incremento delle attività containerizzate. Due nuove gru da banchina bordo-costa verranno consegnate quest'anno, unitamente a 15 trattori da terminal.

Altrove, la WPA (Wai Gaoqiao Port Area), che gestita dall'Ufficio Portuale di Shanghai, è in fase di espansione mediante l'aggiunta di tre nuovi ormeggi, per complessivi 900 metri di lunghezza. La loro ultimazione è prevista per il settembre 1999 e comporterà un impulso della capacità fino a circa 600.000 TEU all'anno. Un ulteriore programma di espansione aggiungerà un altro molo da 300 metri per il 2000/2001.

I terminals della zona di Shanghai trarranno anche beneficio dal programma di dragaggio da 350 milioni di dollari ora in corso alla bocca dello Yangtze. Questi lavori aumenteranno la profondità del canale che conduce al porto di Shanghai da 7 ad 8,5 metri. Per il 2010, si spera che il canale possa essere stato dragato sino alla profondità navigabile di 12,5 metri.

Ningbo serve un hinterland simile a quello di Shanghai, ma nel 1997 ha movimentato solo circa 250.000 TEU. La ragione principale è stata la carenza di infrastrutture interne, sebbene i collegamenti autostradali recentemente completati abbiano notevolmente migliorato la sua situazione. Il porto sta altresì espandendo le proprie infrastrutture presso il complesso Beilun Container Terminal.

I porti della regione di Shenzen, nella Cina meridionale, hanno movimentato approssimativamente 1,1 milioni di TEU nel 1997, con un aumento del 95% rispetto ai risultati del 1996.

Nella regione occidentale del Delta del Fiume delle Perle, Shekou ha movimentato 290.000 TEU, con un aumento del 111% e Chiwan 210.000 TEU (+115%). Yantian, che è situato ad est di Hong Kong, ha movimentato 638.000 TEU, con un balzo del 95%.

Lo SCT (Shekou Container Terminals) ha realizzato uno dei migliori risultati della regione, avendo movimentato 210.000 TEU, con un incremento del 133% rispetto alle cifre del 1996 (91.000 TEU). La dirigenza è estremamente ottimista per il 1998 e prevede una ulteriore notevole crescita fino a 400.000 TEU.

Nel 1997 ed all'inizio di quest'anno, lo SCT ha investito in nuove attrezzature e sistemi per la movimentazione per un totale di 14 milioni di dollari. Questo programma comprende nuovo hardware e il software Navis per la gestione del terminal, la pianificazione delle navi e le funzioni correlate. Sono state inoltre acquistate altre RTG dalla capacità di 42 tonnellate, unitamente a combinazioni di macchinario costituito da elevatori a forca e trattori.

Prima della fine del 1998, lo SCT prenderà in consegna altre due gru da banchina post-Panamax, portando a sei il numero delle gru a cavalletto bordo-costa presso il terminal. Verranno altresì acquistate altre due RTG ed altri sei trattori.

Ancor più significativo sarà il collegamento EDI tra lo SCT e le Dogane di Guangdong, che presto dovrebbe entrare in funzione.

Lo YICT (Yantian International Container Terminals) - che fa parte della HPH - ha, come lo SCT, conseguito una notevole crescita negli ultimi due anni. Nel 1997, il risultato è stato di 638.000 TEU, con un aumento dell'80,5% rispetto ai 353.509 TEU movimentati nel 1996, e (cifra impressionante) del 600% rispetto al 1995. Nel 1997, lo YICT ha movimentato approssimativamente il 56% della produzione containeristica complessiva di Shenzen.

Sono state ordinate sette gru da banchina bordo-costa - due alla MES (Mitsui Engineering and Shipbuilding) in Giappone, due alla Hyundai Heavy Industries in Sud Corea e tre alla Zhenhua Engineering in Cina. Inoltre, la MES dovrebbe consegnare nell'immediato futuro 12 RTG, mentre la Zhenhua dovrebbe fare lo stesso con due RTG.

E' in corso la Fase II del programma di sviluppo dello YICT. Esso riguarda la costruzione di tre ormeggi per contenitori in grado di movimentare navi fino a 80.000 tonnellate di stazza lorda nonché la conversione di un ormeggio multipurpose ad operazioni completamente containerizzate. Il primo ormeggio di quest'area dovrebbe essere completato entro il mese di settembre, mentre l'intero progetto sarà portato a termine entro l'agosto 1999.

Una volta ultimata la Fase Due, lo YICT disporrà di sei ormeggi containerizzati e di una capacità produttiva annua pari a più di due milioni di TEU.

Lo YICT si è costruito una impressionante base clientelare ed è attrezzato per conservare un elevato ritmo di crescita nei prossimi anni. La Grand Alliance, la New World Alliance e la Maersk/Sea-Land hanno complessivamente 11 servizi di linea settimanali che fanno scalo a Yantian nell'ambito delle proprie operazioni Asia/Europa ed Asia/Nord America.

Il KFT (Shenzen Kaifeng Terminal Co), che include un'altra società costituita da un'associazione commerciale sino-straniera, sostenuta dalla Chiwan Wharf Holdings Limited, dalla Top Glory Holdings (HK) Limited e dalla Kerry Holdings (HK), è situato all'estremità della penisola Nantou, in prossimità di Shekou.

Anche questa infrastruttura si è giovata di un rapido incremento dei volumi di traffico containerizzato, dal momento che i suoi risultati del 1997, pari a 150.212 TEU, rappresentano un aumento del 203% rispetto ai livelli del 1996.

Attualmente, il KFT include due ormeggi per una lunghezza totale di 650 metri, ma un altro molo (il n. 11) è in costruzione. Inoltre, è stato stipulato un contratto per l'acquisto di due gru a cavalletto da banchina e di tre RTG. Secondo il KFT, il nuovo equipaggiamento sarà consegnato nel corso dei mesi di settembre/ottobre.

A più lungo termine, i piani di sviluppo del porto prevedono la costruzione di altri due ormeggi containerizzati (12 e 13), anche se la costruzione di questi ultimi potrà essere affidata solamente allorquando il livello dei traffici lo richiederà.

Tra i principali clienti del KFT vi sono la CMA, la Norasia Line/Mediterranean Shipping Co e diversi operatori di navi di raccordo.

La crescita di questi porti della Cina meridionale potrebbe alla fine costituite una minaccia al dominio di Hong Kong ed il riconoscimento di questo fatto potrebbe stare dietro alla decisione della MTL (Modern Terminals Limited), con sede a Hong Kong, di impegnarsi nella gestione dello SCT.

La gestione congiunta di Shekou da parte della MTL e della P&O Ports è stata annunciata di recente ed è in atto dal 1° giugno scorso; nella regione in questione, sono in fase di trattativa altri accordi del genere. La MTL vorrebbe mettere in atto delle sinergie tra le proprie operazioni a Hong Kong e Shekou. La società ritiene altresì che vi sia un'esigenza di consolidamento, di modo che un singolo operatore colleghi tutti i porti occidentali di Shenzen. Qui il fattore comune è rappresentato dalla China Merchants, che possiede quote azionarie dello SCT, del KFT e della MTL tramite varie società. Potenzialmente, questi vari organismi potrebbero essere ristrutturati, per poi fare capo ad una società operativa terminalistica specializzata. Alla MTL piacerebbe tanto essere quella società.

Già ben affermata nell'area del Delta del Fiume delle Perle, con una fila di porti sotto la sua gestione, è la Hutchison Delta Ports. La società che costituisce una unità operativa della HPH, fa parte di un'associazione commerciale presso tre porti fluviali, Nanhai, Jiuzhou e Jiangmen, nonché tre infrastrutture costiere, Gaolan, Shantou e, fuori dall'area del Delta, Xiamen.

Nel 1997, Xiamen e Shantou sono diventate operative, mentre è stato commissionato il secondo stadio della fase uno del progetto portuale di Nanhai.

La Xiamen International Container Terminals rappresenta l'unico porto di una certa profondità di pescaggio della Zona Economica Speciale di Xiamen ed è in grado di movimentare navi post-Panamax. Al momento, sono in servizio 500 metri di ormeggio equipaggiato con quattro gru bordo-costa e cinque RTG.

Lo Shantou International Container Terminal è la prima infrastruttura dedicata ai containers del porto ed è attualmente attrezzata con tre gru a cavalletto bordo-costa e sei RTG.

Un altro operatore che si sta assicurando un sentiero d'accesso alla rete portuale containerizzata cinese è la PSA Corp, che partecipa ad iniziative commerciali presso i porti di Dalian, Nantong, Taicang e Fuzhou.

Quest'ultimo progetto ha dato il via alle operazioni a maggio di quest'anno e comporta la gestione degli attuali terminal containers di Qingzhou e Taijiang. La PSA ed i suoi soci, inoltre, dispongono del diritto di sviluppare e far funzionare un nuovo terminal da costruire appena fuori dal Fiume Min.

Fuzhou, che unitamente a Xiamen è uno dei due porti che hanno ottenuto dal governo centrale cinese l'autorizzazione ad effettuare servizi di attraversamento dello stretto da e per Taiwan, ha conseguito una robusta crescita dei risultati relativi ai containers da quando è stata avviata le riforma e le liberalizzazione dell'economia cinese. La produzione containerizzata del 1997 è cresciuta del 27% rispetto al 1996 sino a raggiungere 224.780 TEU mentre si prevede che nel 2000 verranno movimentati 500.000 TEU.

Il progetto Dalian della PSA riguarda la gestione di quattro ormeggi, mentre un quinto dovrebbe essere commissionato per la fine del 1999. Quattro nuove gru bordo-costa per contenitori sono state recentemente consegnate al DCT (Dalian Container Terminal), che nel 1997 ha movimentato circa 450.000 TEU.

La Maersk ha una piccola quota azionaria nel DCT, come anche la locale autorità portuale ed altri operatori di Singapore.

Altrove nella Cina settentrionale, si possono citare i porti di Tianjin e Qingdao, che nel 1997 hanno movimentato entrambi circa un milione di TEU.

Qingdao ha fatto registrare negli ultimi anni prestazioni alquanto impressionanti, essendo il suo traffico containerizzato aumentato di più del 30% in ognuno degli ultimi due anni. Al fine di far fronte alla crescita futura, è in corso di realizzazione un terminal containers a tre ormeggi.

Nel frattempo a Tianjin la Sea-Land è impegnata in un'iniziativa associativa commerciale con la New World Development finalizzata alla comproprietà ed alla gestione di un'infrastruttura a tre ormeggi per la movimentazione di contenitori in costruzione presso quel porto. Annunciato in origine all'inizio del 1997, l'accordo della Sea-Land sembra essere stato intrappolato nella battaglia diplomatica tra Stati Uniti e Cina in relazione al tentativo del Congresso statunitense di bloccare un progetto terminalistico della Cosco a Long Beach.

Pertanto, con tutti questi progetti in atto e molti altri programmi verosimilmente in vista, la spinta dei porti cinesi sembra destinata a continuare.
(da: Containerisation International, luglio 1998)

FROM THE HOME PAGE
FEPORT discussed the effects on ports and terminalists of EU climate rules
Saintes Maries de la Mer
Highlights the need for European governments to transpose the minimum corporate tax directive to avoid distortions caused by tonnage tax
In 2022, combined European transport marked a slight decline.
Brussels
Historical record of national volumes, while international traffic has decreased by -0.5%
An engine failure of an oil tanker in the Suez Canal has not stopped traffic in the waterway.
Ismailia
The "Seavigour" transports crude from Russia to China
Renewed the national contract of the mowers and barcaioli
Rome
Average economic increase of 175 euros
Renewal of the concession to PSA Venice
Venice
It will have a duration of 25 years. A planned investment of 78.6 million euros and a traffic growth of up to 500mila teu. Concession to Veneta Cementi
For its own decarbonisation, shipping does not have to rely too much on e-fuel
For its own decarbonisation, shipping does not have to rely too much on e-fuel
Copenhagen
The Mærsk Mc-Kinney Møller Center for Zero Carbon Shipping warns to take into account the future availability and prices of electro-fuels
EU Commission presents five legislative proposals on maritime safety and prevention of marine pollution caused by ships
Brussels
The aim is also to align European standards with international regulations
A quarter of Russian companies are in danger of disrupting production for the difficulty of receiving goods from abroad
Moscow
The first vice president of the Center for Strategic Research in Moscow
Truckers denounce the blocking of actions to improve the operation of trucks in the port of Spezia
The Spezia
Perhaps-they accuse the trade associations-it is the will to maintain the status quo
L'ultima lettura del Goods Trade Barometer della WTO segnala una ripresa che però potrebbe essere assai accidentata
The latest reading of the WTO's Goods Trade Barometer signals a recovery, but one that could be very bumpy
Geneva
Positive signals come from export sales orders
L'ultimo rapporto di AGCS evidenzia la notevole diminuzione della perdita totale di navi
The latest GATS report shows the significant decrease in the total loss of vessels
Johannesburg/London/Madrid/Munich/New York/Paris/Rotterdam/Singapore
In 2022 the number dropped by -36%. Sinking, fire/explosion and collision are the most frequent causes of accidents
Port of Livorno, interdicted four entrepreneurs and three companies
Livorno
Seized more than 8mila euros to a port authority official
Le Aziende informano
La Ant. Bellettieri & Co., presente da più di 140 anni nel Porto di Civitavecchia, opera nella logistica portuale e nell'intermodalità mare, ferro, gomma
L'elvetica Accelleron ha acquisito Officine Meccaniche Torino
Switzerland's Accelleron has acquired Officine Meccaniche Torino
Baden
The Rivoli-based company is a leading manufacturer of injection systems for marine engines
Grimaldi orders two more new Pure Car & Truck Carrier Ships from 9,000 ceu
Naples / Rome
Affirmed the reliance on Grimaldi Euromed of maritime territorial continuity on the Civitavecchia-Arbatax-Cagliari route
GEODIS has bought Swiss Transport & Shipping helvetica
Levallois-Perret
In 2022, it recorded a turnover of 58 million Swiss francs
Conference in Genoa on the State of Implementation of the National Logistics Platform
Genoa
Organized by Federlogistics and Conftransporto-Confcommerce, it will be held next Monday
Livorno, air quality monitoring campaign in neighboring city areas to port
Livorno
The discovery campaign will last 240 days
Fincantieri agreement in Canada to propose "Vigilance" patrolman for the Royal Canadian Navy
Trieste
Two initiatives to commemorate Giuseppe Bono
On June 30 in Genoa, the second edition of the Youngster Shipping Summer Party will take place
Genoa
The event is promoted by Assagents
Fincantieri will build the third NFS submarine of the Italian Navy's Navy
Trieste
The first two batons will be delivered in 2027 and 2029
ABB plans a whale tail for the propulsion of small and medium-sized ships
ABB plans a whale tail for the propulsion of small and medium-sized ships
Zurich
The first prototype will be available in 2025
Final free route to the link between the port of Ancona and the State Road 16
Ancona
Aquaroli : It is a fundamental work for the development of the port, Ancona and the Marche
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
CMA CGM has completed the acquisition of La Méridionale
Marseille
Next order for two new LNG ships announced
Venice Boat Show inaugurated
Venice
Over 220 exhibitors. 300 boats presented, 240 of which in the water
MSC Crociere ha preso in consegna la nuova MSC Euribia
MSC Cruises took in delivery the new MSC Euribia
Saint-Nazaire
In the ship yard of Chantiers de l'Atlantique also took place the coin ceremony of "MSC World America"
Agreement between the AdSP of the Central Adriatic and the regional agency of the Marches for environmental protection
Yang Ming orders to HHI the construction of five portacontainer from 15.500 teu
Keelung
Commitment worth $927.9 million
Port of Genoa, procedural errors in paperwork reduced by 70%
Genoa
this is the result of what was experienced during a course organised by the Harbour Master's Office and Assagenti
Confitarma expresses satisfaction at EU approval for road-sea intermodality support, but denounces lack of resources
Rome
Mattioli: We hope that the new government will open a concrete discussion with the armament industry on this issue in view of the next Budget Law
KHI and DNV will define a method to calculate the CO2 emissions of the liquefied hydrogen supply chain
Tokyo
Specific memorandum of understanding signed
The Spanish FENADISMER will start a new class action against oil companies
Madrid
They are accused of taking advantage of the effects of the conflict in Udrain to apply a surcharge to fuels
Eni Agreement - RINA for the energy transition and decarbonization of naval transport
Rome/Genoa
Among the purposes, the development...
Chinese investment in the Suez Canal Economic Zone
Beijing
Production activities will be installed
In the first trimester of this year the traffic of the goods in the Croatian ports has grown of +14,9%
Zagreb
The increase is determined by the rise of the bulk volumes
Event in Genoa for the relaunch of the economy of the sea
Genoa
The sector - it has been emphasized - in recent decades has been dramatically underestimated in its potential
Assiterminal, Assologistica and Fise-Uniport Convention for Safety at Work
Genoa
It is by definition with the support of RINA
CMA CGM compra il quotidiano economico francese “La Tribune”
CMA CGM buys the French economic daily "La Tribune"
Marseille
The company is already active in publishing with the newspapers "La Provence" and "Corse Matin"
Next month Metrans will activate an intermodal link Rijeka-Budapest
Prague
The terminal of the Hungarian capital will be connected to the Serb terminal of Indija
Ok to a contribution of 2.2 million to the genoese harbour company CULMV
Genoa
Resolution approved by the Management Committee
ITA Airways, confirmed the agreement with Lufthansa
Rome
Uilt, important now to realize the objectives of development and growth of the industrial plan
German Schües is the new president of the BIMCO
Copenhagen
Subentra to Sabrina Chao who concluded his biennial term
PSA has acquired a minority share in the Vietnamese logistics company Sotrans
Singapore
It was ceded by Indo Trans Logistics Corporation
Inaugurated the second phase of the Vietnamese container terminal of Nam Dinh Vu (Haipong)
You have Phong
It has an annual capacity pairs to 1,2 million teu
In April the traffic of the goods in the port of Barcelona is dropped of -7.8%
Barcelona
The decrease has been determined by the decrease of the container, in particular by the ones in transit
TIL orders ZPMC nine cranes of quay for the TPO/TNMSC terminal of the port of Le Havre
Le Havre
They will be able to serve ships from 24,000 teu
GNV expands its support to the project for the protection of turtles and cetaceans in the Mediterranean
Genoa
The researchers, as well as on the Naples-Palermo route, are being housed on board the ships deployed on the Barcelona-Tangier and Valencia-Palma routes.
Positive the first quarter of MPC Container Ships
Oslo
The Norwegian company is concerned that supply growth in the segment of large container carriers could also have an impact on the fleets operated on intra-regional routes
UniCredit funds the first two investments in the ZES area of the Nola Interport
Rome
From the bank, a total of 17 million in favour of Spa Themes and the Farvima Medicaid group.
PSA-Kazakhstan Railways Agreement for the development of the Transcaspic Corridor
Singapore / Astana
It was signed today on the occasion of the Kazakhstan-Singapore Business Forum
In April, traffic in the port of Valencia fell by -14.2% percent.
Valencia
In the first quarter of 2023, the decline was -9.6% percent.
Intercargo accounts for 32% of the capacity of the world's bulk fleet of bulk carriers
Dubai
The association has more than 3,200 bulk carriers in charge
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
On May 25 in Genoa, a conference will be held on the programming, operation and management of transport networks
Genoa
It is organized by the International Institute of Communications and CIFI
On May 26 in Genoa, the first Mare Global Forum will take place
Genoa
It is organized by the Strategic Advisory Centre "Giuseppe Bono"
››› Meetings File
PRESS REVIEW
Budget proposes to cut tax on containers used in shipping
(The Daily Observer)
Exclusive: Malaysian tycoon weighs selling a stake in $2.7 bln port business -sources
(Reuters)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› File
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile