testata inforMARE
Cerca
22 February 2024 - Year XXVIII
Independent journal on economy and transport policy
12:17 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
FORUM of Shipping
and Logistics
Conferenza MESEURO
Bruxelles
25 gennaio 2012

Intervento del
Presidente dell'Associazione dei Porti Italiani (Assoporti)
Francesco Nerli


Signor Vice Presidente Tajani, On.le Pittella, On.le Mauro, rappresentanti della Commissione Europea, delle forze politiche e delle istituzioni, del mondo associativo e delle imprese; cari colleghi, desidero innanzitutto ringraziare MESEURO per l'invito rivolto all'Associazione dei Porti Italiani che rappresento, per l'opportunità di presentare a così alto livello alcuni spunti di riflessione, proposte ed elementi che la portualità italiana ritiene importanti, e alcuni prioritari, nel prosieguo dell'iter di revisione degli orientamenti sullo sviluppo delle reti TEN-T e sul Regolamento “Connecting Europe Facility”.

Non è superfluo rammentare, innanzitutto, alcuni dati che aiutano a comprendere cosa rappresenti il sistema portuale italiano per l'Europa. Basti segnalare che nel 2010 in Europa il 74% delle importazioni ed il 77% delle esportazioni è avvenuto per via marittima, per un totale di quasi 1,6 miliardi di tonnellate di merci. L'Italia ha contribuito significativamente a questo interscambio, risultando, anche in questo periodo di crisi, al 1° posto in Europa per importazioni e al 3° posto per esportazioni via mare: nel traffico marittimo passeggeri l'Italia è al 1° posto. Da un punto di vista economico il sistema portuale italiano, oltreché comparto economico in se, è un complesso di imprese e soggetti che generano ricchezza ed occupazione diretta. Su questo punto, per estrema sintesi, ricordiamo che il PIL generato dal sistema marittimo nazionale, con 39,5 miliardi di Euro, costituisce circa il 2,6% del totale nazionale e impiega oltre 213.000 unità di lavoro dirette.

A questa breve premessa è opportuno aggiungerne un'altra riguardante specificatamente la rete TEN-T. La rete, originariamente concepita in funzione e con una forte finalizzazione interna all'Unione (nonché con una considerevole prevalenza della modalità ferroviaria), in virtù del mutato scenario economico a scala globale, deve essere rivista guardando in particolar modo l'interscambio tra l'Unione Europea e il resto del mondo a partire dall'Estremo Oriente, i versanti Africani ed Asiatici del Mediterraneo nonché il bacino del Mar Nero, l'America Latina (Brasile in particolare), l'India, l'Africa australe e l'emisfero sud in genere.

In sintesi, deve essere una rete costituita da nodi e corridoi che collegano l'Unione Europea alle aree di maggior sviluppo potenziale (e previsto).

Tutto ciò, naturalmente, non deve far perdere di vista altri aspetti. La revisione deve cioè costituire occasione per:
  • un riequilibrio infrastrutturale tra le diverse regioni dell'Unione per favorire gli obiettivi del Trattato di coesione economica e sociale;
  • una redistribuzione dei flussi di traffico verso le aree sottoutilizzate per uno sviluppo sostenibile ed equilibrato di tutti territori Europei;
  • la “decarbonizzazione” dei trasporti.
Quest'ultima, in particolare, costituisce obiettivo prioritario che, a nostro avviso, deve essere perseguito per la riduzione delle emissioni nocive e al contempo deve essere volto ad un “disegno” della rete TEN-T che tenga conto dell'esigenza di riduzione delle percorrenze lungo le rotte marittime da e per l'Europa.

Una revisione che, pertanto, deve riconoscere un ruolo centrale ai porti sia in quanto nodi di transito dell'interscambio tra l'Unione Europea ed i resto del mondo sia in quanto infrastrutture indispensabili per il trasporto marittimo in funzione alternativa alle modalità terrestri, più impattanti. Ma anche una revisione che non può limitarsi ad individuare singoli nuovi nodi e tratte cui attribuire il riconoscimento di “valore Europeo”, bensì una revisione intesa a riconoscere rilievo ad una logica di rete effettiva, fatta di molteplici nodi legati adeguatamente, sul versante terrestre, a tratte stradali e ferroviarie (anzitutto).

La proposta della Commissione, ci spiace dirlo, invece individua nodi e collegamenti concentrati nelle aree che già oggi sono maggiormente infrastrutturate, di fatto marginalizzando le regioni periferiche (in questo senso è difficile condividere la proposta della Commissione Europea che, con le scelte che propone per i porti, quasi esclude completamente dalla rete “centrale” regioni come la Sicilia – con la sola eccezione di Palermo - e la Sardegna, a discapito non solo di queste regioni, ma di tutto il mezzogiorno d'Italia). Inoltre, la proposta non sembra valorizzare appieno l'area Mediterranea che, invece, rappresenta uno snodo cruciale per la crescita economica dell'Unione Europea. In questo ambito la posizione geografica dell'Italia, inserita nel cuore del Mediterraneo, assume un ruolo chiave nel garantire il collegamento e le interconnessioni infrastrutturali necessarie per sostenere e potenziare la crescita, l'occupazione e la competitività dell'Unione.

Crediamo pertanto indispensabile che il sistema portuale italiano per la sua giusta valorizzazione nell'ambito delle future TEN-T debba essere rappresentato con l'inserimento dei porti italiani sede di Autorità Portuale nella rete “centrale”. L'insieme dei porti amministrati dalle Autorità Portuali, i maggiori per volumi di traffico, dotazioni infrastrutturali, capacità di generare ricchezza ed occupazione, nel complesso offrono l'intero ventaglio di funzioni: per i mercati di consumo (grandi agglomerati urbani); per le imprese di produzione (di base e di prodotti finiti); per l'approvvigionamento delle materie prime energetiche e per la logistica dei prodotti energetici; a servizio dei collegamenti marittimi di breve e medio raggio (nazionali, intracomunitari ed inframediterranei) alternativi a quelli esclusivamente terrestri; per la continuità territoriale delle aree insulari; per il turismo. Senza dimenticare quegli scali che svolgono un rilevante ruolo di distribuzione/concentrazione dei traffici marittimi oceanici nell'area mediterranea (transhipment).

Nel contesto di una rete “Europea”, se adeguatamente interconnessi con le infrastrutture lineari di rete (ferrovie anzitutto) dalle caratteristiche fisiche e dagli standard di servizio elevati, i nostri porti potranno potenziare e, laddove necessario/possibile, differenziare le proprie funzioni, ampliare i propri bacini di riferimento e sviluppare le strutture di servizio, con benefici di carattere economico, ambientale e sociale per l'Italia nonché per l'Europa.

In questo senso sottolineiamo che la rete TEN-T è strumento in mano all'Unione Europea ai fini del perseguimento di uno degli obiettivi primari dell'Unione stessa, la coesione economica e sociale. Non costituisce, pertanto, obiettivo fine a stesso delegabile per intero ai singoli Stati Membri.

In particolare, tenuto conto della conformazione fisica del nostro Paese, oltre che ad una maggiore attenzione della Commissione Europea alle aree insulari, chiediamo che si preveda espressamente di integrare la futura rete “centrale” con i corridoi ferroviari Tirrenico e Adriatico e con tutti i porti sede di Autorità Portuale che insistono su questi corridoi. Infatti entrambi i corridoi sono indispensabili per la gestione dei flussi di traffico merci in entrata e in uscita sulla direttrice nord-sud e per un duraturo e solido sviluppo delle Autostrade del Mare (nazionali, europee e mediterranee). Tale soluzione, integrata con la realizzazione degli opportuni collegamenti ferroviari tra i porti e quei corridoi, consentirebbe di sfruttare appieno la capacità e le potenzialità della rete ferroviaria esistente, e sarebbe di elevato valore aggiunto strategico perché darebbe la possibilità di una maggiore efficienza e distribuzione dei traffici su un numero maggiore di porti.

A sostegno di questa esigenza si è espresso anche il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti italiano in risposta ad una interrogazione alla Camera dei Deputati il 10 gennaio scorso. In quell'occasione il Ministro, oltre a confermare l'assoluta necessità dell'Italia di inserire alcuni porti nel corridoio Helsinki-Valletta (Palermo e Catania) – proposta che riteniamo non solo condivisibile ma doverosa - ha anche confermato che nella visione e nella proposta italiana (che chiediamo sia sostenuta con forza) tale corridoio si estende a sud-est con la diramazione che da Napoli raggiunge Bari e Taranto. In questo senso si è espressa anche la Camera dei Deputati che, con l'approvazione della mozione Vannucci, impegna il Governo ad intervenire presso le competenti sedi UE ai fini del completamento del Corridoio Baltico-Adriatico verso sud, lungo la costa Adriatica, comprendendo anche i porti di quel versante più a sud rispetto a quelli considerati dall'ipotizzato corridoio Baltico-Adriatico.

A nostro avviso la visione di rete che pensiamo, impone di considerare "Autostrade del Mare" i collegamenti marittimi tra tutti i porti delle future reti TEN-T indipendentemente dallo Stato Membro di appartenenza. Così come sono da considerare “Autostrade del Mare” i collegamenti marittimi tra i porti delle reti TEN-T e quelli dei Paesi vicini extra UE - tra cui quelli che si affacciano sul bacino del Mediterraneo; tali collegamenti, quindi tutti i porti ad essi funzionali, nodi di collegamento tra l'Europa ed i Paesi vicini, meritano la stessa considerazione dei punti di frontiera terrestri.

Riteniamo inoltre che nelle future reti TEN-T sia espressamente prevista l'eleggibilità al contributo finanziario UE dei progetti ferroviari interni agli ambiti portuali, come pure che i sistemi di ”Port Community Systems" siano ricompresi nei sistemi ITS.

Per concludere, richiamiamo l'attenzione sul fatto che la programmazione e la pianificazione delle infrastrutture a nostro avviso deve rimanere prioritariamente in capo agli Stati Membri, seppur nel quadro delineato a livello Europeo, ciò tanto più considerato il modesto impegno finanziario dell'UE.
Crediamo comunque necessario che l'Unione Europea rafforzi il suo impegno sia incrementando le risorse, sia predisponendo strumenti finanziari adeguati, ad esempio gli Euro Bond o Project Bond, che tra l'altro, sarebbero anche determinanti per rafforzare la solidità della moneta unica davanti ai mercati finanziari, e consideriamo anche giusta l'ipotesi di escludere dal “patto di stabilità” le risorse pubbliche destinate alla realizzazione dei progetti TEN-T.

Infine, riteniamo che le partnership pubblico-private debbano essere promosse ed agevolate in quanto potranno costituire strumento primario per l'accesso di capitali privati ad integrazione delle scarse risorse pubbliche disponibili per la realizzazione di quanto necessario allo sviluppo ed alla crescita economica. Ciò comunque nell'ambito delle finalità di coesione economica e sociale che rimane obiettivo primario del settore pubblico.
›››File
FROM THE HOME PAGE
The flattening of import-export growth of G20 nations in the latter part of 2023
Paris
Trade in services in mild increase
Biden signs a decree to increase the cyber security of ships, ports and coastal facilities in the US
Biden signs a decree to increase the cyber security of ships, ports and coastal facilities in the US
Washington
Funds worth more than 20 billion will be used to replace the cranes produced in China. Expected recovery, after 30 years, of crane production in the United States
Fincantieri agreement with EDGE to establish a production base of military vessels in the United Arab Emirates
Abu Dhabi / Rome
51% of the joint venture will be held by the Middle Eastern group, while the Italian company will have management management
Danish shipowners complain that removing the tax exemption for seafarers provided by the DIS register would be madness
Copenhagen
Italian tourist portuality suffers from the absence of specific standards
Rome
Today in Rome of the States Generals of the sector organized by ASSONAT in collaboration with Assonautica Italiana
In the fourth quarter of 2023 the traffic of goods in the port of Rotterdam decreased by -6.4%
In the fourth quarter of 2023 the traffic of goods in the port of Rotterdam decreased by -6.4%
Rotterdam
Annual decline of -6.1% with reduction in volumes of both miscellaneous goods and bulk
AIDA Cruises announces a program of modernization of the three class ships "Sphinx"
Miami
Work will be carried out in 2025 and 2026
A new viaduct improves road accessibility to the container platform of Going Ligure
Go Ligure
It features two opposing carried out and variable slopes to overcome the underlying railroad
The shipowner industry calls for the release of the crew of the Galaxy Leader seized by the Houthis
London
"These are innocent victims of the continued aggression against global shipping," the statement said.
The EU Council has given way to the mission to protect the ships transiting the Red Sea
Brussels
Operation Aspides will coordinate with EuNavFor Atlanta
Metrans gets the entire control of Croatian railway company Adria Rail
Metrans gets the entire control of Croatian railway company Adria Rail
Hamburg
Acquired the remaining 49% of the capital
In the Gulf of Aden a revamped was centered by missiles
San'a '
The ship was abandoned by the crew
MoU between Austal and Gotlandsbolaget for the development of an innovative hydrogen ferry
Henderson / Visby
Equipped with a multi-fuel propulsion system with gas turbines, it will be able to carry 1,450 passengers
BIMCO, ICS, Bangladesh, India, Norway and Pakistan call for clarity on the rules for ship recycling
A missile-targeted revampage in the Gulf of Aden
Portsmouth
No damage to the crew nor the ship
EU colegislators agree tougher measures to punish illegal discharges of ships
Brussels
Inclusion among pollutants from wastewater, solid waste and scrubber residues
In the last quarter of 2023, freight traffic in Tunisian ports fell by -8.9% percent.
The Goulette
In the full year of 2.3%. Cruerists growing by +554,4%
In 2023 the traffic in goods in the ports of Montenegro dropped by -17.7%
Podgorica
In mild growth (+ 1.2%) the loads to and from Italy
The interports, with the privatization of managers and areas, at the center of the House discussion
Rome
Frijia (Fdi) : With this law we surpass a discipline that goes back more than 30 years. Ghio (Pd) : new sales of our heritage and fundamental structures for the country
On Friday, a conference on the relaunch of the Tuscan Simplified Logistics Zone was held in Livorno.
Livorno
It is organized by the Port Authority of the Tyrrhenian Sea North
On 26 and March 27 in Milan, the 8th edition of "Shipping, Forwarding & Logistics meet Industry" will be held in Milan.
Milan
Intermodal traffic at the Interport in Bologna in 2023
Bentiwant
Transitioned 1.7 million trucks (-10.6%) and 3,391 trains (-33.2%)
In 2023 the value of Russian exports of non-energy goods decreased by -23%
Moscow
Overall, exports were down -28.3% percent, while imports grew by 11.7% percent.
GNV strengthens the functionalities of its own fleet assistance center
Genoa
Implemented the Mass Notification Suite solution of Everbridge
Port of Gioia Tauro, altering controls to favour ' Ndrangheta in drug traffics
Reggio Calabria
Disjointed a criminal association made up of customs officials, the head of a shipping company, the harbour and the referents of the main coaches
In 2023 the revenues of the HHLA terminalist group decreased by -8.3%
Hamburg
Decline of -12.0% in the fourth quarter of the year
Turkon Line will activate a scheduled service between Turkey and the northern Red Sea
Istanbul
It will perform scans in Mersin, Iskenderun, Aqaba and Jeddah
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
Germany's BGL applauds Italy's decision to urge the start of an infringement procedure against Austria
Frankfurt am Main / Bolzano
Convention on novelty for import introduced with the European CBAM Regulation
Venice
Organized by Assosped Venice and Anasped, it will be held on February 28 in Marghera
Fire in the night in the port of Ancona
Ancona
Flames in three caps
Last month container traffic in Hong Kong port grew by 19.1% percent.
Thanks to the rise of the noli, the monthly turnover of Evergreen and Yang Ming is growing.
Taipei / Keelung
In January the revenues of Wan Hai Lines decreased by -2.6%
Order to Vard for the design and construction of a Service Operation Vessel
Trieste
Fincantieri completes acquisition of Remazel Engineering
In January, container traffic at ports in Los Angeles, Long Beach and Singapore was growing.
Los Angeles / Long Beach / Singapore
For the first time, Singapore's naval registry exceeds 100 million tonnes of gross tonnage
In January, freight traffic in Russian ports decreased by -6.2%
St. Petersburg
Dry loads down -5.8% percent and liquid ones by -6.5% percent
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
On 26 and March 27 in Milan, the 8th edition of "Shipping, Forwarding & Logistics meet Industry" will be held in Milan.
Milan
Theme of the event "The future possible of productive and logistical Italy"
On Friday, a conference on the relaunch of the Tuscan Simplified Logistics Zone was held in Livorno.
Livorno
It is organized by the Port Authority of the Tyrrhenian Sea North
››› Meetings File
PRESS REVIEW
Le transport maritime national navigue à vue
(Aujourd'hui Le Maroc)
“Israel is facing silent sanctions”
(Globes - Israel's Business Arena)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Mario Mattioli
Roma, 27 ottobre 2023
››› File
The Senate in Hamburg has approved the entry of MSC into the capital of HHLA
Hamburg
The corporate participation of a primary maritime carrier represents an added value for the terminalist enterprise and for the port.
In the port of Ortona, work has begun on the consolidation of the Riva quay
Ortona
Intervention worth 8.6 million euros
Swiss Federal Council plans to extend the tax on heavy traffic to electric trucks
Bern
Fincantieri has delivered the new cruise ship Sun Princess at Princess Cruises
Monfalcone
A delay in the work has again led to the cancellation of an inaugural trip
This year in Venice, a 9% percent growth in cruising traffic is expected.
Venice
In August the inauguration of the Fusina terminal
In 2023 the revenues of Danaos Corporation decreased by -2.0%
Athens
Net profit in growth of 3.1%
MSC ready to acquire the Wärtsilä plant in Trieste
Rome
Trade unions await clarification from tomorrow's meeting at the Ministry of Enterprise
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile