testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
15:14 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 GENNAIO 2019

TRASPORTO INTERMODALE

2019: RICORRE IL 50° ANNIVERSARIO DELLA KOMBIVERKEHR KG

La Kombiverkehr KG con sede a Francoforte, leader del mercato europeo riguardo al trasporto ferroviario intermodale, inizia il nuovo anno ripercorrendo gli oltre cinque decenni della storia della società.

Costituita a Francoforte sul Meno l'11 febbraio 1969 su iniziativa di Georg Leber, che a quel tempo era ministro dei trasporti, la società a responsabilità limitata riuniva associazioni attive nei settori della spedizione di merci a lungo raggio, del trasporto marittimo e del trasporto di mobili, così come la Deutsche Bundesbahn (ferrovie federali tedesche) e 56 autotrasportatori e spedizionieri di merci.

Anche allora l'obiettivo era quello di spostare il traffico merci a lungo raggio dalla strada alla ferrovia.

I servizi di trasporto ebbero il via poco tempo dopo il 1° luglio 1969, quando la prima consegna camionistica venne movimentata presso il centro merci di Francoforte sul Meno (Est).

Oggi la società gestisce una rete europea con oltre 770 treni diretti e navette alla settimana, consentendo a spedizionieri e società logistiche di inviare le proprie merci per ferrovia, una modalità di trasporto conveniente, sicura, efficiente ed ecocompatibile.

Con opzioni di trasferimento per unità di trasporto fra treni singoli, partenze multiple su tratte trafficate e l'integrazione di più di 230 importanti terminal nazionali ed internazionali, la Kombiverkehr KG assicura la più densa rete di trasporto in Europa con la più alta frequenza di servizi.

La società trasporta ben oltre 900.000 consegne camionistiche all'anno e detiene partecipazioni in 26 società in patria ed all'estero.

Configurati gli standard nel trasporto intermodale

Alla fine degli anni '60, un sistema di trasporto combinato strada-rotaia è stata la logica risposta alle problematiche di un'economia orientata verso il moderno trasporto di merci alla rinfusa.

I fondatori della società si inoltrarono in una nuova era del trasporto nel 1969 con una concezione innovativa.

"La nostra società si distinse per il suo lavoro pionieristico sin dall'inizio" afferma Robert Breuhahn, attuale direttore generale della Kombiverkehr.

"Con innumerevoli innovazioni nelle aree delle vendite, delle operazioni, dell'informatica e della tecnologia, i nostri dipendenti non hanno perso nulla di questo spirito pionieristico nel corso degli scorsi cinque decenni.

Essi hanno costantemente configurato nuovi standard che hanno aggiunto valore al settore del trasporto intermodale in Germania ed Europa e lo hanno reso una storia di successo".

Dal primo orario con quattro servizi nel trasporto non accompagnato in Germania, la prima tratta internazionale alla volta della Francia nel 1970, l'avvio del trasporto sulle leggendarie "autostrade viaggianti" fra Ingolstadt (Manching) - Brennersee e Dresda - Lovosice alla metà degli anni '90 ed i primi servizi di treni-blocco alla volta dell'Italia fino all'attuale rete di trasporto multimodale, la Kombiverkehr GmbH & Co.

La KG si è evoluta assieme ai suoi soci nella responsabilità limitata, ai suoi clienti ed alle società partener da pioniere a leader del mercato europeo ed è oggi saldamente radicata nel mondo intermodale quale fornitore neutrale.

"Abbiamo aggiunto segmenti redditizi alle attività di nucleo sin dagli anni '80" aggiunge il collega direttore generale Armin Riedl.

"Fra gli esempi ci sono lo sviluppo di carri tascabili innovativi, nuovi sistemi informatici autoprogrammanti per movimentare le spedizioni, la partecipazione azionaria in società terminalistiche e la costituzione di società per la trazione internazionale che ora forniscono servizi efficienti nell'ambito di speciali corridoi di trasporto".

Tutte quante queste iniziative hanno avuto un ruolo nel contribuire a far sì che la Kombiverkehr potesse dirottare oltre un milione di consegne camionistiche dalla strada alla rotaia nel corso dell'anno finanziario del 2007: il primo operatore europeo di sempre a farlo.

Futuri progetti destinati ad incrementare l'efficienza della movimentazione nei trasporti

È stato varato un importante programma per l'ammodernamento e la futura attuabilità del settore intermodale nell'ambito dell'industria della logistica sotto forma del progetto "Digitalizzazione delle filiere distributive intermodali - KV 4.0".

La Kombiverkehr ha iniziato a lavorare al progetto a settembre del 2017 unitamente a dieci partner della rete.

L'obiettivo primario del "KV 4.0" consiste nel rendere il processo logistico più trasparente e gestibile per chiunque sia coinvolto lungo l'intera filiera trasportistica intermodale, a partire dalla raccolta dell'unità di trasporto dal caricatore alla sua consegna al destinatario.

Allo stato attuale delle cose, il modello concettuale di tutti i pacchetti di lavoro è stato completato.

Un importante obiettivo intermedio del progetto triennale è stato così raggiunto ed i membri del gruppo progettuale sono stati già in grado di invitare a presentare offerte di appalto per l'attuazione tecnica.

Nelle settimane e nei mesi a venire dovrebbero svolgersi seminari con imprese informatiche selezionate in modo da poter assumere una decisione definitiva in ordine a quale fornitore di servizio dovrà essere il principale responsabile dell'attuazione del progetto "KV 4.0".

La fase di attuazione tecnica dovrebbe iniziare nel giro dei primi sei mesi dell'anno.

Assoluto bisogno di un miglioramento delle prestazioni

La qualità delle prestazioni delle ferrovie continua ad essere una causa di preoccupazione per i responsabili della Kombiverkehr KG.

Da anni i clienti di trasporto combinato richiedono tassi medi di puntualità dell'85% e del 90% rispettivamente per il trasporto internazionale e nazionale e questo a ragion veduta.

Molte ferrovie europee non sono riuscite a soddisfare questa richiesta negli ultimi anni.

A parte il numero elevato di lavori di ingegneria sulla rete ferroviaria europea, la carenza di risorse in termini di macchinisti e di locomotive e le forme di produzione eccessivamente complesse, anche fattori esterni come il brutto tempo e gli scioperi hanno comportato conseguenze particolarmente negative sulle operazioni.

Il risultato è stato un aumento sproporzionato dei costi delle attrezzature, degli oneri di deposito presso i terminal e dei costi della prima e dell'ultima tratta.

Tutto quanto va ad aggiungersi agli oneri finanziari degli spedizionieri e delle imprese logistiche che hanno impiegato anni ad investire del sistema di trasporto intermodale e hanno promosso la sua crescita complessiva.

"Anche se un compleanno ci dà una buona ragione per celebrare le conquiste della società nel corso dei trascorsi 50 anni, non allenteremo le nostre costanti richieste di sensibili miglioramenti della qualità da parte dei nostri fornitori di servizi perché la puntualità dei nostri treni è assolutamente decisiva affinché la società continui ad avere successo negli anni a venire.

E questo vale sia per noi che per i nostri clienti" commenta Robert Breuhahn in ordine alla situazione attuale.
(da: kombiverkehr.de, 7 gennaio 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile