testata inforMARE
6 febbraio 2023 - Anno XXVII
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
14:38 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
La prossima settimana sarà avviata la procedura per ricercare un nuovo terminalista per il Porto Canale di Cagliari
Lo ha assicurato il presidente della Regione Sardegna. I sindacati ricordano la necessità del superamento dei vincoli paesaggistici
19 novembre 2019
Si è tenuto oggi a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, il tavolo relativo alla Società Porto Industriale di Cagliari del gruppo Contship Italia, l'azienda che gestiva il container terminal al Porto Canale di Cagliari e che nei mesi scorsi ha cessato l'attività a seguito della perdita degli scali delle navi della tedesca Hapag-Lloyd, il principale cliente del terminal, facendo quindi ricorso alla cassa integrazione straordinaria per chiusura aziendale come concordato durante il precedente tavolo tenutosi lo scorso 31 luglio, misura - ha evidenziato oggi il Ministero - che ha permesso di fronteggiare l'emergenza e salvaguardare i 210 lavoratori prossimi alla procedura di licenziamento e di avviare una verifica sulla presenza di possibili investitori interessati a rilanciare lo scalo portuale di Cagliari.

La necessità di ricercare possibili investitori è stata ribadita nella riunione odierna e a tal proposito il dicastero ha reso noto che l'Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna ha comunicato che tale ricerca sarà estesa a soggetti internazionali. «La ricerca di una soluzione industriale alla vertenza di Porto Canale - ha commentato la sottosegretaria Alessandra Todde - è una priorità di tutti i soggetti coinvolti al tavolo. Per supportare la call internazionale, che sarà indetta dall'Autorità Portuale per individuare nuovi investitori - ha aggiunto - il MiSE si pone come obiettivo quello di facilitare l'interlocuzione interministeriale, al fine di favorire il rilancio dello scalo portuale di Cagliari e tutelare i lavoratori».

Per il vice capo di gabinetto Giorgio Sorial, «la fase in cui ci troviamo oggi è positiva nel metodo e negli obiettivi prefissati. Rispetto all'avvio del tavolo, avvenuto in una situazione di urgenza drammatica nella ricerca di una soluzione - ha affermato Sorial - sono stati compiuti importanti passi in avanti verso la salvaguardia dei livelli occupazionali e produttivi dei lavoratori. L'insediamento di questo tavolo è propedeutico alla definizione strutturale delle attività del Porto Canale di Cagliari. Siamo fortemente convinti che un lavoro congiunto di questo tavolo possa essere d'aiuto per l'attrazione degli investimenti e la ricerca di un nuovo investitore. I prossimi passi sono operativi e riguardano le interlocuzioni necessarie allo sblocco ed ottenimento della zona economica speciale a favore del porto di Cagliari».

Anche secondo gli assessori regionali sardi al Lavoro, Alessandra Zedda, all'Industria, Anita Pili, e ai Trasporti, Giorgio Todde, con il tavolo odierno sono stati compiuti «passi avanti». «È stato - hanno spiegato - un incontro proficuo: sono stati esaminati tutti gli aspetti della vertenza del Porto Canale con passi avanti per il rilancio dello scalo commerciale cagliaritano, infrastruttura fondamentale per tutta la Sardegna». «È stata evidenziata - ha aggiunto Zedda, che è vicepresidente della giunta regionale sarda - la strategicità del Porto Canale per il traffico dei containers ed è stata anche esaminata la situazione delle Zone Economiche Speciali, le ZES; venerdì prossimo a Roma ci aspettiamo che vengano emanati i decreti». «Sul fronte dell'occupazione - ha concluso Alessandra Zedda - abbiamo illustrato le iniziative attivate dalla Regione: i lavoratori sono stati convocati e profilati e ora si procederà con l'individuazione dei corsi. È stata fatta presente anche la necessità di far partire subito l'avviso internazionale per la ricerca del nuovo terminalista e il presidente Deiana ci ha assicurato che già dalla settimana prossima ci sarà la “call” che presumibilmente durerà fino a febbraio».

Interventi e atti concreti sono stati sollecitati dai rappresentanti dei sindacati. «Consideriamo importante - ha affermato la segretaria Filt Cgil Cagliari, Massimiliana Tocco - la discussione svolta oggi al tavolo interministeriale da noi fortemente richiesto, ma aspettiamo che si traducano in atti concreti gli impegni presi sull'istituzione di ZES, zona franca doganale e sul superamento dei vincoli paesaggistici in vista della call internazionale che ha necessità di essere sostanziata da elementi concreti, insieme agli investimenti di 94 milioni di euro previsti per le infrastrutture, che rendano appetibile il porto industriale di Cagliari. L'auspicio - ha proseguito Tocco - è che i soggetti coinvolti lavorino all'unisono per promuovere e rilanciare il porto di transhipment come importante motore di sviluppo per il territorio di Cagliari e per tutta la Sardegna». «L'attuale fase di sostegno al reddito dei lavoratori - ha concluso la rappresentante della Filt Cgil - ha proprio l'obiettivo di accompagnarli verso il riavvio delle attività portuali e che l'auspicio è che possano rientrare al lavoro al più presto».

All'incontro sulla vertenza del porto industriale di Cagliari, ha reso noto il segretario nazionale della Fit-Cisl, Maurizio Diamante, «abbiamo rappresentato le difficoltà e i vincoli da superare che attualmente non permettono il rilancio del terminal, in primis il tema dell'impatto ambientale ma anche il necessario sblocco della ZES e della Zona Franca. Abbiamo chiesto interventi urgenti a fronte della imminente pubblicazione della call internazionale. Nei 12 mesi di cassa integrazione straordinaria è necessario dare risposte urgenti ai 206 lavoratori coinvolti. Il MiSE, nel dare la massima urgenza alla vertenza, insieme alle altre istituzioni presenti, ha convenuto con noi di tenere aperto il tavolo interministeriale, con l'impegno di riconvocarci entro il mese di febbraio per valutare i passi avanti compiuti».
›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Infortuni accidentali in ulteriore calo nei porti della Sardegna
Cagliari
Crescita del numero delle ispezioni su navi e banchine e delle attività di formazione per gli operatori
T&E, Londra perde quasi due miliardi di sterline all'anno non includendo il 90% dello shipping nell'UK ETS
Bruxelles
Attualmente il governo prevede di sottoporre all'ETS le sole navi di oltre 5.000 tsl che effettuano viaggi internazionali
Nel 2022 i terminal portuali di DP World hanno movimentato un traffico record di 79 milioni di container (+1,4%)
Dubai
Nel solo quarto trimestre è stato registrato un calo del -0,4%
Otto manifestazioni d'interesse per la privatizzazione del porto greco di Volos
Otto manifestazioni d'interesse per la privatizzazione del porto greco di Volos
Atene
In vendita il 67% del capitale dell'Autorità Portuale
Sarebbe concluso l'accordo con cui MSC entrerebbe nel capitale di Boluda Towage
Milano
L'intesa avrebbe un valore di 1,5 miliardi di euro
Il gruppo logistico DSV chiude il 2023 con risultati record
Il gruppo logistico DSV chiude il 2023 con risultati record
Hedehusene
Nell'ultimo trimestre registrato il primo calo del fatturato dopo più di un decennio. Andersen: il trend discendente proseguirà nel 2023
Varata nel cantiere di Ancona della Fincantieri la nave da crociera di lusso Seven Seas Grandeur
Ancona
Verrà consegnata il prossimo novembre
A gennaio record del valore dei diritti di transito delle navi nel canale di Suez
Ismailia
A gennaio record del valore dei diritti di transito delle navi nel canale di Suez
La via d'acqua egiziana è stata attraversata da 2.155 navi (+21,5%)
Aggiudicata la gara per la realizzazione del nuovo terminal passeggeri del porto di Bari
Bari
Verrà completato in meno di due anni
Nel quarto trimestre del 2022 il traffico delle merci nel porto di Brema è diminuito del -12,7%
Brema
Nell'intero anno il calo è stato del -8,2%
Pubblicato il bando di gara per l'elettrificazione delle banchine dei porti di Messina, Reggio Calabria e Milazzo
Messina
L'importo dei lavori è di 23,2 milioni di euro
Nel porto di Civitavecchia è stato fermato un traffico illecito di rifiuti diretti in Africa
Civitavecchia
Sequestrate tre partite di merce per un peso complessivo di 32 tonnellate
Gruber Logistics apre due uffici in Turchia
Gruber Logistics apre due uffici in Turchia
Ora
L'obiettivo è incrementare i traffici da e per l'Europa attraverso il porto di Trieste
Lo scorso anno il traffico delle merci nei porti spagnoli è cresciuto del +3,5%
Madrid
Lo scorso anno il traffico delle merci nei porti spagnoli è cresciuto del +3,5%
Riduzione del traffico containerizzato di transito. Nel solo quarto trimestre è stato registrato un calo del -1,1%
DP World si è aggiudicata la gara per realizzare un container terminal nel porto di Deendayal (Kandla)
Gandhidham
Joint venture Drydocks World - Aker Solutions per ammodernare unità FPSO
Marfret incrementa la frequenza del servizio di linea diretto Italia-Egitto
Genova
Immessa una seconda nave
Cargotec e Konecranes registrano nuovi record di ricavi annuali e trimestrali
Helsinki/ Hyvinkää
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti dai due gruppi è aumentato rispettivamente del +9,8% e +23,7%
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Nel 2022 il valore dei nuovi ordini acquisiti da ABB è cresciuto del +6,7%
Zurigo
I risultati dell'attività commerciale hanno registrato un'attenuazione trimestre dopo trimestre
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Ankara
Lo scorso anno il traffico navale nello Stretto del Bosforo è diminuito del -8,8%
Nell'ultimo trimestre del 2022 la riduzione è stata del -5,1%
MSC includerà il porto di Livorno nel servizio West Med - Middle East/India
Ginevra
Il collegamento ha frequenza settimanale
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Atlanta
UPS registra un calo del fatturato dopo 40 trimestri consecutivi di crescita
Nel 2022 i ricavi hanno superato per la prima volta i 100 miliardi di dollari
Nel 2022 i ricavi del gruppo Wärtsilä sono aumentati del +22%
Helsinki
Il valore delle nuove commesse è cresciuto del +6%
Nel 2023 nei porti sardi sono attesi oltre 400mila crocieristi rispetto ai 221mila dello scorso anno
Cagliari
Ad oggi sono programmati 191 scali ai porti di Cagliari, Olbia, Porto Torres, Golfo Aranci, Oristano e Arbatax
Nuovo ricorso di Grimaldi Euromed contro l'ok al piano di concordato preventivo della Moby
Milano
È stato omologato dal Tribunale di Milano lo scorso 24 novembre
Intelligenza artificiale e navigazione autonoma
Tokyo
Sono i campi d'attività in cui coopereranno le giapponesi NYK e Ghelia
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
Costanza
Il porto rumeno di Costanza ha movimentato un traffico annuale record
I container sono stati pari a 772.046 teu (+22,2%)
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
A Livorno una tre giorni di Assoporti per approfondire gli aspetti della trasformazione urbana nella città portuali
Livorno
Si incontreranno due gruppi tecnici...
Giovedì a Milano un convegno di Fedespedi su “La digitalizzazione logistica e il PNRR”
Milano
Fin dal 2020 la Federazione dà il proprio contributo alla costruzione del Piano
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile