ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

15 giugno 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 09:36 GMT+2



27 maggio 2021

MSC crociere presenta istanza di concessione per ottenere la gestione del traffico crocieristico nel porto di Ancona

La richiesta include la proposta di costruire un nuovo terminal al molo Clementino

MSC crociere ha presentato istanza di concessione per ottenere in gestione il terminal crociere del porto di Ancona e un'area della banchina 15, nonché per realizzare un terminal crociere sul nuovo banchinamento del molo Clementino che sarà realizzato dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale.

L'istanza è per una concessione della durata complessiva di 25 anni, periodo suddiviso in due fasi. L'AdSP ha reso noto che la prima fase, transitoria, a partire dal 2022 è relativa al terminal crociere e ad un'area demaniale di circa 3.630 metri quadrati alla banchina 15. Questo fino alla realizzazione, da parte dell'Autorità di Sistema Portuale, del banchinamento del fronte esterno del molo Clementino, come indicato dal Comitato di gestione nel luglio 2019 ( del 24 luglio 2019), che dovrebbe avvenire entro cinque anni una volta perfezionate le procedure di variante localizzata sottoposte a tutta una serie di verifiche ambientali e di fattibilità da parte delle autorità competenti.

L'ente portuale ha specificato che, a regime, il traffico dei passeggeri stimato al molo Clementino sarà di circa 350-400 mila crocieristi l'anno relativi alla durata di una stagione crocieristica ipotizzando l'arrivo di una nave al giorno nel periodo di massimo traffico.

Una volta realizzata la nuova banchina al molo Clementino, la concessione richiesta da MSC Crociere interesserà un'area di circa 7.400 metri quadrati per la realizzazione di un terminal destinato al traffico crocieristico che sarebbe a carico della stessa MSC anche per la fase di progettazione.

L'AdSP ha ricordato che dalla pubblicazione della richiesta presentata dalla compagnia crocieristica, anche in ambito europeo, i soggetti interessati avranno 60 giorni di tempo per presentare eventuali domande concorrenti, osservazioni o opposizioni.

«La richiesta di concessione - ha spiegato il segretario generale dell'Autorità di Sistema Portuale, Matteo Paroli - è l'avvio di una procedura amministrativa complessa che la struttura AdSP gestirà, come sempre, in maniera professionale. Un'iniziativa di un'importante compagnia che rappresenta una grande opportunità per il porto».

«Una delle più grandi compagnie al mondo - ha sottolineato il presidente dell'ente portuale, Rodolfo Giampieri - formalizza proposte concrete per il porto di Ancona. Una cosa che ci riempie di soddisfazione perché corona anni di impegno di tutti per consolidare il ruolo leader dello scalo in uno scenario internazionale con un'amministrazione comunale sempre convinta al nostro fianco. Ora ci sarà una pubblicazione in ambito europeo per dare massima diffusione e trasparenza alla richiesta. È un'eredità che cediamo volentieri al presidente Africano e alla nuova governance dell'AdSP che potranno fare tutte le valutazioni e le scelte strategiche che riterranno opportune».

Nel 2019, ultima stagione pre pandemia, i crocieristi nel porto di Ancona hanno registrato un record di crescita: sono stati 100.109, con un incremento del +49% sul 2018 quando furono 67.031, su un totale annuale di 1.189.441 passeggeri.

PSA Genova Pra
Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail