testata inforMARE
9 dicembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
20:36 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 APRILE 2019

PORTI

UNA REGIONE DI POTENZE PORTUALI

L'Asia Orientale ha molto da offrire al mondo odierno: secondo la Banca Mondiale, la subregione situata lungo il Pacifico è responsabile di quasi il 40% della crescita economica mondiale.

Non sorprende quindi che la regione sia la sede di otto dei dieci maggiori porti del mondo, secondo il Forum Economico Mondiale.

Shanghai in Cina è il più grande, mentre le superpotenze Shenzhen e Ningbo-Zhoushan sono rispettivamente terzo e quarto e Busan in Corea del Sud è quinto.

Inoltre, un terzo di tutti i container a livello mondiale vengono movimentati attraverso i porti cinesi.

Il porto di Shanghai spinge per una continua espansione della capacità, in linea con altri porti affermati in Cina.

L'anno scorso la crescita annua in porto è stata del 4,4%: modesta rispetto agli standard del passato, sebbene essa in effetti abbia aggiunto 1,8 milioni di TEU al totale della struttura.

Anche la digitalizzazione gli sta dando una spinta dato che il porto partecipa al consorzio della catena di blocchi Global Shipping Business Network, una piattaforma digitale libera che si basa sulla tecnologia del registro distribuito.

Gli altri partecipanti sono i fedelissimi operatori terminalistici DP World e PSA International.

Shanghai fa anche parte di un'altra associazione imprenditoriale di catena di blocchi ed intelligenza artificiale, agevolata dalla APMEN Trade Tech and Ideanomics, allo scopo di migliorare le operazioni di trasporto marittimo mediante l'integrazione dei dati del porto e della filiera distributiva.

Essa ha in programma di rinnovare il proprio Sistema di Gestione del Traffico Navale con la ditta specializzata in sicurezza Saab in un progetto destinato a partire a giugno 2020 che va a rimpiazzare gran parte degli attuali sistemi di radar e comunicazione ed istituisce un nuovo centro di supervisione.

L'ultimo sviluppo del percorso di crescita di Shanghai ha visto il suo operatore Shanghai International Port Group fare ingresso in un accordo di cooperazione con l'operatore Zhejiang Provincial Seaport Investment & Operation Group del porto di Ningbo - il porto cinese situato di fronte a Shanghai - nel contesto di un programma di sviluppo per la parte settentrionale dell'area portuale di Xiao Yangshan.

Ci si aspetta che l'iniziativa incrementi l'efficienza dei carichi in transito sul fiume Yangtze e riduca i costi.

La regione del delta del fiume Yangtze è responsabile di fino al 70% dei risultati produttivi del porto di Shanghai e di quasi il 50% delle merci delle esigenze di Yangshan per il trasporto supplementare via acqua.

Alti e bassi

Dalle parti del Vietnam, lo sviluppo di un ambizioso progetto ad acque profonde presso il porto di Lach Huyen nella città di Hai Phong nel nord del paese sta proseguendo speditamente.

Il mese di maggio dello scorso anno ha fatto segnare l'apertura del suo HICT (Haiphong International Container Terminal), una associazione imprenditoriale fra la vietnamita Saigon Newport Corporation, le giapponesi MOL (Mitsui OSL Lines) e ITOCHU e la taiwanese Wan Hai Lines.

Essa rappresenta il primo partenariato pubblico-privato fra il Giappone ed il Vietnam.

"Supportato da un prestito in yen da parte del Giappone, il governo vietnamita ha realizzato vari progetti infrastrutturali quali una bonifica, un argine di protezione, una struttura idraulica ed un frangiflutti, un cavalcavia ed una strada di accesso fra il porto e l'isola di Cat Hai" ha dichiarato la MOL al momento dell'inaugurazione dell'HICT.

Lo HICT è il più grande terminal container ad acque profonde nel Vietnam settentrionale, con una lunghezza di banchina complessiva di 750 metri, un canale di accesso di 14 metri, 660 metri di bacino di svolta e 16 metri di ormeggi.

Lo HICT è in grado di accogliere navi portacontainer di sino a 14.000 TEU ed offre una produttività annua per i carichi di 1,1 milioni di TEU.

Tuttavia, le prospettive non sono così rosee per un terminal a sud dello HICT.

Lo SPCT (Saigon Premier Container Terminal) della DP World a Città di Ho Chi Minh è stato inaugurato nel 2010 mirando ai volumi containerizzati, ma il terminal è stato costretto a cambiare rotta dopo che la grave sedimentazione nel fiume Soài Rap ha impedito alle grandi portacontainer di raggiungerlo.

È compito dello stato dragare i passaggi ed una carenza di finanziamenti e la burocrazia ha ostacolato le operazioni di dragaggio.

Alternative automobilistiche

Mentre aspetta che il dragaggio avvenga, lo SPCT si è rivolto al settore automobilistico per arginare le perdite, cosa che si è rivelata un'iniziativa di buon senso.

Verso la fine del 2018 il terminal ha riferito ottimi risultati produttivi in relazione ai veicoli a motore ad assemblaggio completo.

Lo SPCT offre una capacità di stoccaggio di circa 5.000 auto nel proprio sito di 23 ettari.

"Non vedo altri tipi di capacità adeguata ad accogliere i veicoli ad assemblaggio completo in altre zone della Città di Ho Chi Minh e pertanto dovremmo concentrarci su quella" afferma citato dalla stampa locale Andrew Hoad, amministratore delegato e direttore generale della DP World Asia Pacific.

"La DP World è qui per restare e questo è un contributo concreto che possiamo offrire all'economia in qualità di agevolatori dei traffici".

La tornata successiva di dragaggio del canale del fiume Soài Rap era in programma a febbraio, ma non c'è stata alcuna conferma che ciò sia avvenuto.

In Corea del Sud l'espansione della capacità continua sia presso il porto di Busan che presso quello di Incheon.

L'Autorità Portuale di Busan sta andando avanti con la realizzazione di una zona logistica di 50.000 m2, che comprende 34.000 m2 di magazzini e strutture a supporto, nel parco industriale di Maasvlakte nella città olandese di Rotterdam, le cui operazioni commerciali si prevede che inizieranno nell'estate del 2021.

Nel contempo, l'operatore Busan New Container Terminal ha siglato un accordo con il fornitore di soluzioni informatiche marittime CyberLogitec per la messa in atto di un sistema operativo terminalistico.

Il porto di Incheon sta lavorando a sviluppi nell'hinterland dato che l'Autorità Portuale di Incheon ha siglato un accordo con l'Autorità della Zona Franca Economica ai fini della realizzazione di un partenariato di cooperazione.

Il passaggio ad accordi di cooperazione nazionali o transfrontalieri in Corea del Sud non è casuale.

Dal momento che il settore edilizio nazionale è in difficoltà, ci sono iniziative intenzionali finalizzate a dare impulso a partenariati allo scopo di spingere i traffici attraverso i porti del paese.

La Corea del Sud ha offerto il proprio supporto allo sviluppo di un porto secco nel paese senza sbocco al mare del Laos attraverso un Protocollo d'Intesa con il quale si conviene di mettere in atto congiuntamente progetti di cooperazione per lo sviluppo portuale e lo scambio di risorse umane quali gli esperti portuali.

Con un altro Protocollo d'Intesa dalla fine dello scorso anno è stata convenuta l'istituzione di un piano di base per 34 porti in tutto il paese del Vietnam, con la collaborazione per lo sviluppo portuale fra i due paesi.

Con quel Protocollo d'Intesa la Corea del Sud si è impegnata ad aiutare il Vietnam a studiare la funzione dei porti per regione, direzione e tempistica di sviluppo così come la progettazione delle infrastrutture portuali.

Si allenta la morsa di Hong Kong

Mentre i terminal della Cina continentale hanno avuto il vantaggio di poter cavalcare l'onda lunga negli ultimi anni, Hong Kong è stato lasciato indietro.

La ditta di consulenze Drewry ha riferito quest'anno che il Porto di Hong Kong è uscito dalla classifica dei primi cinque più trafficati terminal container marittimi del mondo per la prima volta da quando la Drewry ha iniziato a compilare i dati relativi ai porti mondiali 30 anni fa.

Nel 2006 il porto aveva movimentato 23,54 milioni di TEU, ma l'anno scorso è scivolato sino a 19,64 milioni di TEU secondo i dati della Drewry.

Neil Davidson, analista senior della ditta di consulenze per porti e terminal, nota che dagli anni '90 i porti della Cina continentale come Guangzhou e Shenzhen hanno assistito ad un'imponente espansione ed a investimenti in moderni impianti e si sono trasformati in concorrenti molto più efficienti di Hong Kong.

"Allo stesso tempo, questi porti continentali sono più vicini alle fabbriche cinesi, che hanno assistito ad una enorme crescita dall'apertura dell'economia cinese" ha dichiarato Davidson a Port Strategy.

"Gran parte dei traffici di Hong Kong consistono in volumi relativi alle chiatte che trasportano i carichi da e per il continente prima di essere spediti a livello internazionale e queste movimentazioni fluviali sono state rimpiazzate in parte dagli scali diretti delle navi di linea primaria nei porti della Cina continentale.

Inoltre, il costo del lavoro portuale di Hong Kong è più alto di quello del continente dal momento che il costo della vita a Hong Kong è più alto e la forza lavoro è più facilmente disponibile nei porti continentali.

Inoltre, il terreno è più costoso e più scarso a Hong Kong ed esistono pressioni per utilizzare i terreni per altri scopi.

Questi fattori stanno a significare che gli oneri di movimentazione terminalistica sono più alti a Hong Kong che nei porti continentali" afferma Davidson.

Per di più, Davidson sottolinea che in precedenza quei moli presentavano il vantaggio unico di non essere classificati come porto cinese e pertanto esso era "il solo porto cinese non soggetto a limitazioni per il cabotaggio".

Tuttavia dal 2016 a diversi altri porti primari cinesi sono state concesse esenzioni in ordine a tali limitazioni.
(da: portstrategy.com, 4 aprile 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Si accentua la precipitosa discesa dei ricavi delle taiwanesi Evergreen, Yang Ming e WHL
Taipei
Wan Hai Lines avvia dieci portacontainer alla demolizione negli stabilimenti indiani di Alang
PSA valuterebbe la cessione della sua partecipazione in Hutchison Port Holdings
Singapore
Il 20% del capitale della società terminalista è stato acquisito nel 2006
Wenzel (Yilport): le compagnie di navigazione containerizzate hanno acquisito strapotere mentre le autorità di regolamentazione dormivano
Bruxelles
L'UE - ha affermato il presidente di Feport, Bonz - non ha analizzato il settore marittimo a questo proposito potenzialmente perché gli interessi nazionali proteggevano alcune compagnie
Solinas chiede al governo di evitare che le nuove norme UE sulle emissioni abbiano un impatto negativo sui collegamenti con la Sardegna
Il prossimo anno Ocean Alliance manterrà invariati gli scali ai porti italiani
Pechino
Tre servizi toccheranno Genova. Una linea per ciascuno dei porti di La Spezia, Livorno e Trieste
Intercargo, per la decarbonizzazione dello shipping è indispensabile assicurare la disponibilità di combustibili verdi
Londra
L'associazione evidenzia la necessità di garantire anche la rete di infrastrutture per la fornitura di questi fuel
CMA CGM compra i container terminal nel porto di New York della GCT
New York
Alla società americana rimangono le attività terminalistiche nel porto canadese di Vancouver
In Germania è attesa una ripresa della crescita del trasporto marittimo e ferroviario solo nel 2024
Colonia
Nel 2023 è prevista una stagnazione dell'attività
UNIPORT sottopone alla politica le questioni ritenute essenziali per lo sviluppo della portualità
Roma
Tra i temi evidenziati, quelli del lavoro portuale e delle concessioni
AGCM, il processo di selezione dei concessionari portuali non dovrebbe prendere le mosse esclusivamente dall'istanza del soggetto interessato
Roma
Illustrate le considerazioni in base alle quali è stata respinta la richiesta di Caronte & Tourist di realizzare un sistema di approdo per la rotta Reggio Calabria-Messina
A Venezia le navi da crociera di lusso di piccola dimensione approderanno al terminal di Fusina
Venezia
Accordo tra Venice Ro-Port Mos e Venezia Terminal Passeggeri
Trecentomila euro di multa a Chantier Naval de Marseille (San Giorgio del Porto) per violazioni ambientali
Marsiglia
Denuncia presentata da due associazioni ambientaliste
Attivato il nuovo corridoio ferroviario merci fra Turchia e Uzbekistan
Tashkent
Attraversa i territori di Iran e Turkmenistan
La società ferroviaria merci austriaca RCG istituisce una propria filiale in Cina
Vienna
L'azienda gestisce circa 600 treni all'anno lungo la Nuova Via della Seta
ESPO, l'applicazione dell'EU ETS al trasporto marittimo deve essere monitorata da subito
Bruxelles
Ryckbost: il dirottamento di navi verso porti extra-UE e il trasferimento modale verso la strada devono essere visti come fallimenti
Il governo di Podgorica punterebbe ad una fusione tra Luka Bar e Port of Adria
Podgorica
La società che gestisce il porto di Bar ha evidenziato più volte la necessità di riappropriarsi delle aree gestite dal gruppo turco GPH
Approvato il progetto di costruzione del nuovo container terminal di TIL/MSC nel porto di Valencia
Valencia
L'investimento complessivo darà di quasi 1,6 miliardi di euro
SEA Europe plaude all'accordo preliminare per destinare parte delle entrate dell'EU ETS a progetti marittimi
Bruxelles
Tytgat: contribuirà ad accelerare l'innovazione e a potenziare l'applicazione di carburanti e tecnologie più sostenibili
CER, ERFA, UIP, UNIFE e UIRR esortano l'UE a porre le condizioni per la crescita del trasporto ferroviario delle merci
Bruxelles
Invito ai ministri dei Trasporti dell'Unione Europea a far proprie le ambizioni espresse dalla Commissione
Porto di Gioia Tauro, riduzione delle tasse d'ancoraggio per promuovere i traffici
Gioia Tauro
Destinata a tale scopo la somma di un milione di euro
Fincantieri ha consegnato la nuova nave da crociera Resilient Lady a Virgin Voyages
Trieste
È la terza di quattro unità ordinate dalla compagnia
Meyer Werft ritarderà la consegna della nave da crociera Carnival Jubilee
Miami
Entrerà a far parte della flotta di Carnival Cruise Line a dicembre 2023
La statunitense FMC chiede più poteri per bloccare eventuali pratiche anticoncorrenziali nel settore del trasporto marittimo containerizzato
Washington
Lettera dei commissari Bentzel e Vekich ai membri chiave del Congresso
Ventana Serra ha aperto due nuove filiali a New York e Atlanta
Basiano
Si aggiungono alle sedi americane di Miami e Los Angeles
DP World si impegna a potenziare il porto somalo di Bosaso
Dubai
Verrà costruita una nuova banchina
La Romania potenzia i porti di Braila e Galati
Bucarest
Firmati due contratti per lo stanziamento di circa 55 milioni di euro
Mercoledì a Ravenna il convegno “Piani regolatori e concessioni portuali. La nuova disciplina”
Ravenna
Verranno illustrate le novità apportate all'art. 5 della legge n. 84/1994 e le linee del Regolamento per il rilascio delle concessioni demaniali
Apprezzamento di ESPO per l'ampliamento dei criteri per individuare i porti inclusi nella rete globale TEN-T
Bruxelles
Il testo concordato dal Consiglio europeo tiene conto del contributo del porto alla diversificazione degli approvvigionamenti energetici dell'UE e all'accelerazione della diffusione delle energie rinnovabili
Ad ottobre il traffico delle merci nel porto di Ravenna è diminuito del -5,9%
Ravenna
Atteso un calo del -7,0% a novembre
MSC attiverà un nuovo servizio di linea diretto tra India e Mediterraneo occidentale
Ginevra
In Italia scalerà i porti di Genova, Salerno e Gioia Tauro
Alessandra Orsero è stata eletta presidente di Confetra Liguria
Genova
È vice presidente di Isomar e di Spediporto
Accademia Italiana della Marina Mercantile e Fincantieri avviano percorsi di formazione continua
Genova
Un programma è stato studiato specificamente per il personale tecnico del polo di Sestri Ponente
Progetto di Fedespedi e Accudire per sperimentare la digitalizzazione della CMR
Milano
Calamandrei: auspichiamo che il parlamento ratifichi, nel minor tempo possibile, il protocollo alla Convenzione CMR
Accordo tra Assologistica e Assiterminal per iniziative volte allo sviluppo del settore logistico
Milano
È incentrato su ntermodalità, modernizzazione dei contratti, digitalizzazione, formazione e sostenibilità
Cepsa investirà tre miliardi di euro per la produzione di idrogeno verde in Andalusia
Madrid
Verrà utilizzato anche per la decarbonizzazione dello shipping attraverso i porti di Algeciras e Huelva
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Mercoledì a Ravenna il convegno “Piani regolatori e concessioni portuali. La nuova disciplina”
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Korean shipbuilders demand 20% price cut in steel plates from steelmakers
(Pulse by Maeil Business News Korea)
S. Korean shipyards rank 2nd in new global orders in Nov.
(YONHAP News Agency)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile