testata inforMARE
6 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
03:54 GMT+2
Confitarma, i nuovi requisiti per il Super Green Pass tengano conto delle specificità del lavoro marittimo
Mattioli: si tratta di tutelare e individuare soluzioni ad hoc per lavoratori che rischiano pesanti penalizzazioni da tali misure
5 gennaio 2022
La Confederazione Italiana Armatori (Confitarma) ha avvertito che le nuove misure per ottenere la Certificazione Verde Covid-19 introdurranno nuove difficoltà per i lavoratori marittimi. «Nel confermare che Confitarma è sempre stata assolutamente favorevole alle misure che il governo ha adottato per fronteggiare la pandemia, anche quelle prese in questi giorni - ha spiegato il presidente dell'organizzazione armatoriale, Mario Mattioli - manifestiamo la viva preoccupazione dell'armamento nazionale per le conseguenze che tali norme potranno avere sui lavoratori marittimi e sull'operatività delle nostre navi se, nella loro pratica applicazione, non si terrà in debita considerazione la specificità del lavoro marittimo. Mi riferisco, in particolare - ha chiarito Mattioli - alle nuove disposizioni che impongono, dal 10 gennaio 2022, il possesso del Super Green Pass per viaggiare sui mezzi di trasporto e, dal primo febbraio 2022, la riduzione della durata della certificazione verde da nove a sei mesi».

Secondo Confitarma, è quindi assolutamente necessario tutelare specifici casi al fine di evitare notevoli problematiche a lavoratori marittimi e compagnie di navigazione, a partire da quei lavoratori marittimi italiani, comunitari e non comunitari vaccinati con vaccini approvati da EMA e AIFA o con quelli riconosciuti equivalenti dal Ministero della Salute a cui, dal primo febbraio 2022, in ragione della riduzione della validità da nove a sei mesi, scadrà la certificazione verde durante il loro imbarco. La Confederazione ha spiegato che tali marittimi, essendo imbarcati, non hanno quasi mai la possibilità di effettuare la terza dose ed è pertanto necessario che gli sia consentito di continuare a lavorare sulle navi di bandiera italiana fino al loro sbarco e, con riferimento ai marittimi residenti in Italia, di poter utilizzare gli usuali mezzi di trasporto per il loro rimpatrio e ritorno a casa, tutela che, come è noto - ha ricordato Confitarma - è anche prevista dalla Convenzione Internazionale del Lavoro Marittimo (MLC, 2006).

Un secondo caso è quello dei lavoratori marittimi non-comunitari che non sono vaccinati con vaccini approvati da EMA e AIFA o con quelli riconosciuti equivalenti dal Ministero della Salute. In molti Paesi non-UE, da cui proviene un numero molto consistente di marittimi imbarcati sulle navi di bandiera italiana - ha rilevato Confitarma - non è possibile accedere ai vaccini sopra citati, ma si utilizzano altri vaccini che, seppur riconosciuti dall'OMS, non consentono di ottenere la Certificazione Verde. Per Confitarma, sarebbe necessario consentire a tali marittimi, qualora sbarchino sul territorio italiano, di poter accedere agli usuali mezzi di trasporto, anche se vaccinati con vaccino non approvato da EMA e comunque con un tampone negativo, unicamente ai fini del loro rimpatrio nel Paese di residenza.

Ulteriori gravi problematiche - ha osservato ancora la Confederazione - potrebbero determinarsi qualora dovesse essere introdotto l'obbligo vaccinale ai fini dell'accesso ai luoghi di lavoro, senza tenere debitamente conto delle peculiarità del lavoro marittimo. Per tale ragione, se verrà introdotto tale obbligo vaccinale, per Confitarma sarà assolutamente necessario prevedere adeguate soluzioni per le fattispecie sopra menzionate. In particolare: in analogia a quanto previsto con la circolare congiunta MIMS/Ministero della Salute del 14 ottobre 2021, l'obbligo vaccinale non dovrebbe riguardare i marittimi già imbarcati prima della data dell'eventuale entrata in vigore di tale obbligo, in ragione delle citate estreme difficoltà a effettuare la terza dose; ai marittimi non-comunitari non residenti nell'Unione Europea, che non possono accedere ai vaccini approvati da EMA e AIFA o con quelli riconosciuti equivalenti dal Ministero della Salute, bisognerà consentire di continuare a lavorare sulle navi di bandiera italiana anche con altri vaccini applicando le specifiche misure di prevenzione previste dall'Allegato 28 del DPCM 2 marzo 2021 il quale prevede sempre l'effettuazione di almeno un tampone molecolare prima dell'imbarco.

«Come è evidente - ha evidenziato Mattioli - si tratta di tutelare e individuare soluzioni ad hoc per lavoratori che rischiano pesanti penalizzazioni da tali misure dalle quali potrebbero derivare straordinarie difficoltà operative per le navi. Ciò, non perché tali marittimi scelgono consapevolmente di non vaccinarsi, ma semplicemente perché, in ragione della peculiarità del lavoro marittimo, hanno difficoltà obiettive ad effettuare le vaccinazioni e mantenere il Super Green Pass o non hanno la possibilità di accedere ai vaccini approvati da EMA e AIFA».
›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
L'AdSP dell'Adriatico Centrale ha presentato il proprio primo Bilancio di Sostenibilità
Ancona
Raccoglie quanto attuato nel 2021 coniugando sostenibilità economica, sociale e ambientale
Ruggerone (Assologistica): affrontare il tema dei costi della logistica per contenere l'onda inflattiva
Padova
Può essere fatto - ha specificato - solo congiuntamente con tutta la filiera, integrando anche la committenza
Patto di collaborazione per la promozione e lo sviluppo del Sistema Logistico Veneto
Padova
È stato sottoscritto dai rappresentanti dei porti di Venezia e Chioggia, degli interporti e degli aeroporti della regione
Il Cargo Integrity Group ha aggiornato la sua guida rapida sul CTU Code
Londra
La norma è volta alla sicurezza della movimentazione e del caricamento dei container
Partita la procedura per elettrificare le banchine del porto di La Spezia
La Spezia
Nei prossimi giorni il bando di gara relativo al primo lotto di interventi di realizzazione delle infrastrutture energetiche
Porto di Livorno, avviata la prima fase della riorganizzazione delle aree della sponda est della Darsena Toscana
Livorno
Pubblicato il primo Bilancio di Sostenibilità dell'AdSP
Il 26 ottobre a Lugano si terrà la quinta edizione di “Un mare di Svizzera”
Lugano
Grande spazio verrà dedicato al cronoprogramma delle nuove infrastrutture previste a sud della Svizzera
Nuovo servizio ferroviario tra il porto di Genova e l'Ungheria di InRail
Genova
È realizzato per conto di uno dei maggiori produttori mondiali di nerofumo
Nuovo servizio ferroviario tra il porto di Genova e l'Ungheria di InRail
Genova
È realizzato per conto di uno dei maggiori produttori mondiali di nerofumo
Maersk ordina a HHI sei portacontainer dual-fuel da 17.000 teu
Copenaghen
Potranno essere alimentate con metanolo verde e verranno prese in consegna nel 2025. Commessa del valore di 1,1 miliardi di dollari
La danese A.P. Møller-Mærsk ha ordinato alla società navalmeccanica sudcoreana Hyundai Heavy Industries
Parte da Genova un tour di Enel per parlare di elettrificazione dei porti e delle marine
Hapag-Lloyd comprerà i terminal portuali e le attività logistiche della cilena SAAM
Amburgo, Santiago
Accordo del valore di un miliardo di dollari
Interporto Padova inaugura il nuovo terminal di 35mila metri quadri dedicato ai semirimorchi
Padova
Pasqualetti: il prossimo traguardo sarà la totale automazione delle operazioni di movimentazione
Si fa più intenso il confronto tra carrier marittimi containerizzati e gli utenti dei loro servizi in vista della decisione sull'eventuale proroga del CBER
Bruxelles
I primi hanno inviato un documento alla Commissione UE motivando le ragioni del rinnovo del regolamento. I secondi hanno spedito una lettera alla commissaria Vestager in cui spiegano che l'attuale sistema premia solo i vettori marittimi
Hupac attiverà un treno shuttle tra Italia e Polonia
Chiasso
Collegherà Gliwice e Pordenone tre volte alla settimana
Nei prossimi giorni l'operatore intermodale elvetico Hupac attiverà un treno shuttle tra Italia e Polonia aperto a tutti gli operatori di trasporto che avrà una frequenza
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
La Spezia
Saranno utilizzati, tra l'altro, per acquistare 20 nuovi mezzi di sollevamento
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Il 26 ottobre a Lugano si terrà la quinta edizione di “Un mare di Svizzera”
Grande spazio verrà dedicato al cronoprogramma delle nuove infrastrutture previste a sud della Svizzera
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Furious Phil Goff on a future without Port-omation
(Newsroom)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile