testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
05:26 GMT+2
Fedespedi esulta per l'ammodernamento del Codice Civile sul contratto di spedizione
Finalmente - ha sottolineato la federazione - la logistica italiana esce dal provincialismo e dallo schiacciamento su un'unica modalità (strada) che l'hanno contraddistinta fino ad oggi da un punto di vista normativo
15 dicembre 2021
Fedespedi ha espresso soddisfazione per l'approvazione di ieri da parte della Commissione Bilancio della Camera della proposta della federazione delle case di spedizione italiane volta all'ammodernamento e all'aggiornamento della disciplina sul contratto di spedizione contenuto nel Codice Civile, con la sua inclusione nel processo di conversione in legge del decreto-legge 152/2021 di attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Fedespedi ha sottolineato che si tratta di un risultato importante per la federazione, frutto dello studio e dell'impegno pluriennale del Legal Advisory Body di Fedespedi, guidato dal presidente Ciro Spinelli e del lavoro congiunto con Confetra a livello istituzionale che aveva già portato all'approvazione della proposta presso il CNEL, nel quadro delle tre proposte di legge per la semplificazione della normativa del sistema della logistica italiana presentate dalla stessa Confetra.

Fedespedi ha osservato che «con l'aggiornamento della disciplina del contratto di spedizione finalmente la logistica italiana esce dal provincialismo e dallo schiacciamento su un'unica modalità (strada) che l'hanno contraddistinta fino ad oggi da un punto di vista normativo. In particolare - ha spiegato la federazione - viene riconosciuto il valore strategico della parte software della supply chain logistica, del quale gli spedizionieri sono nodo fondamentale. Questa innovazione - ha evidenziato Fedespedi - sarà un booster di competitività per le imprese di logistica e spedizioni e va nella direzione tracciata dal MIMS, che in occasione dell'Agorà Confetra ha annunciato di voler varare in primavera un provvedimento quadro che affronti e provi a sciogliere i tanti nodi immateriali e regolatori, il software logistico appunto, che minano la competitività della logistica italiana».

«In generale - ha specificato Ciro Spinelli - si tratta di un'operazione di ammodernamento delle norme, volto a meglio chiarire e semplificare l'applicazione delle “nuove regole base” che andranno a governare i rapporti tra le imprese che trasportano, importano ed esportano le loro merci nel mondo e le imprese di spedizioni alle quali viene affidato il mandato di spedizione, con l'auspicio di contribuire a ridurre al minimo sia il rischio di pluri interpretazione dei dispositivi civilistici sia la conflittualità tra le parti coinvolte. Un aspetto positivo, da non trascurare, in un momento come l'attuale, complicato per la tenuta della supply chain globale, messa sotto pressione dalla pandemia e dal rimbalzo dell'economia mondiale, con gli esiti negativi che tutti conosciamo rispetto a costi e affidabilità del trasporto, difficoltà di approvvigionamento e rotture di stock».

«La riconduzione del contratto di spedizione all'istituto del mandato - ha proseguito Spinelli - chiarisce inequivocabilmente la componente fiduciaria del rapporto impresa-spedizioniere: viene finalmente chiarita la figura dell'impresa di spedizione quale “advisor internazionale d'impresa”. Il riferimento alle convenzioni internazionali applicabili ed alle diverse modalità di esecuzione del trasporto e discendente responsabilità dell'operatore, dà finalmente all'attività dell'impresa di spedizioni il respiro globale che le è proprio nei tempi moderni, anche da un punto di vista normativo».

Fedespedi ha precisato che la riforma «è fondamentale anche sotto un altro punto di vista, non meno importante: l'adeguamento della disciplina del contratto di spedizione alla prassi moderna, sia abrogando rimandi a prassi obsolete o desuete, sia accogliendo tutti quegli aspetti attuali già riconosciuti dalla prassi giurisprudenziale. Così il Codice civile finalmente rispecchia quello che oggi è l'attività di spedizione internazionale».

«È - ha commentato il presidente della federazione, Silvia Moretto - una grande vittoria per Fedespedi, per Confetra, per tutta la logistica italiana. Finalmente viene riconosciuto e recepito nel nostro ordinamento il valore dello sviluppo avuto dal settore delle spedizioni internazionali negli ultimi 70, 80 anni. Fenomeni come l'avvento del container negli anni '50 e la globalizzazione del commercio fino ad oggi non trovavano riscontro nella vecchia disciplina del contratto di spedizione. Il dato estremamente positivo, credo per il Paese, sta nel fatto che il governo Draghi, il ministro Giovannini, il Parlamento e, nello specifico, la Commissione Bilancio della Camera abbiano riconosciuto senza pregiudizi la bontà tecnica e il valore di una proposta dal basso, dal nostro sistema confederale, che ha l'obiettivo di semplificare, chiarire, modernizzare la disciplina del contratto di spedizioni. Questo è il risultato della cultura del dialogo, della quale la politica si è riappropriata in questa nuova stagione di rinnovamento, e questo è il valore che le rappresentanze associative possono dare alla crescita e allo sviluppo del Paese».
›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
La Spezia
Saranno utilizzati, tra l'altro, per acquistare 20 nuovi mezzi di sollevamento
A Napoli il Forum delle Funzioni di Guardia Costiera del Mediterraneo
Grimaldi: negli ultimi 12 mesi abbiamo registrato le migliori performance di sempre
Napoli
Il gruppo armatoriale e logistico partenopeo ha acquisito il 90% della siciliana Brucato De.T.A.
Nuova gru portuale mobile per il Terminal del Golfo della Spezia
La Spezia
Verrà consegnata nel primo trimestre del 2023
Il gruppo italiano Tarros ha ordinato alla finlandese Konecranes la fornitura di una
Il forte aumento dei costi ha determinato un netto peggioramento dei risultati finanziari semestrali della Anek
Chania
La compagnia greca ha reso noto che le spese sono cresciute a causa del rincaro del fuel
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
Assarmatori chiede al prossimo governo di tutelare i collegamenti insulari e le Autostrade del Mare in sede UE e IMO
Roma
Estendere a questi servizi l'esenzione dall'ETS e cambiare la metrica di definizione del Carbon Intensity Indicator
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
MTCIT invites bids to develop Dhalkut Port in Dhofar
(Muscat Daily)
Muscat - The Ministry of Transport, Communications ...
Adani, Vedanta co send in bids for Karaikal port
(The Economic Times)
By Mohit Bhalla, ET Bureau - Adani Ports and Special Economic Zone and ...
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile