testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
16:17 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 15 MAGGIO 2019

STUDI E RICERCHE

LE TARIFFE DI NOLO MARITTIMO DESTINATE A RIMANERE MODESTE

Secondo una ditta di analisi di spicco, le prospettive delle tariffe di nolo a pronti sono "deludenti" per il settore del trasporto marittimo containerizzato malgrado il recente impegno delle linee di navigazione a conservare il controllo sulla capacità e sui prezzi, sebbene le tariffe sui principali traffici est-ovest restino leggermente superiori rispetto al livello dell'anno scorso.

La MSI (Maritime Strategies International) afferma che i vettori probabilmente vorranno continuare ad annullare partenze nei servizi Asia-Europa e transpacifici nel corso dell'estate - possibilmente traendo vantaggio dalle installazioni dei filtri depuratori a causa delle nuove regole sul carburante a basso contenuto di zolfo "IMO 2020" che entreranno in vigore a gennaio - ma che l'espansione della capacità continuerà per compensare la crescita dei volumi.

La MSI sostiene che i trimestri a venire testeranno sempre di più la capacità delle linee di navigazione di trasferire ad altri i costi del carburante poiché i prezzi più alti del greggio dovrebbero far incrementare i costi del bunker.

Ci si aspetta che la crescita della domanda nei traffici Asia-Europa "resti debole" ma "positiva" nel corso dell'estate, per lo più a causa dei più forti settori di consumo e della solida crescita nei paesi dell'Europa centro-orientale.

"Ci aspettiamo una crescita complessiva dei volumi del 2-2,5% nei trimestri a venire" si legge nell'ultimo rapporto della MSI.

"I vettori hanno annunciato nove annullamenti di partenze a maggio, per un totale di 115.000 TEU.

Sulla base delle partenze in programma, e presumendo che la nostra prevista moderata crescita dei volumi si avveri, l'utilizzazione delle navi migliorerà alla fine del secondo trimestre.

Tuttavia, ci vorranno o un quantitativo simile di partenze annullate o sennò una crescita della domanda del 5% per riportare i fattori di carico a circa il 90%".

Nel traffico Asia-Europa, pertanto, la MSI prevede tariffe a pronti di circa 930 dollari USA per TEU a giugno e di 850 dollari USA per TEU a settembre.

Nella restante parte di questo trimestre, la ditta di analisi si aspetta che i mercati a pronti transpacifici restino più alti da un anno all'altro fino all'estate, quando le impennate tariffarie del 2018 dovute alla guerra dei dazi fra Stati Uniti e Cina dovrebbero assistere ad un'inversione di tendenza al ribasso nel confronto su base annua.

"In assenza di dazi più alti la buona spesa di consumo indurrà un miglioramento dei volumi mentre le linee di navigazione continueranno e limitare i potenziamenti di capacità, almeno in ordine a quella diretta nella Costa Occidentale degli Stati Uniti, per quanto possibile" afferma la MSI.

"Nel transpacifico in generale, ci aspettiamo tariffe a pronti di circa 1.860 dollari USA per FEU a giugno di 2.000 dollari USA per FEU a settembre.

Probabilmente i rischi sono stati ponderati al ribasso, sebbene le tariffe abbiano in effetti tenuto meglio quest'anno di quanto si temesse inizialmente".

Tornando al mercato attuale, a detta della MSI dopo i segnali di stabilizzazione a marzo le tariffe di nolo a pronti nelle direttrici primarie sono state stabili finora ad aprile.

L'indice completo SCFI è attualmente più alto del 13% rispetto ad un anno prima.

"I traffici Asia-Nord Europa ed Asia-Mediterraneo, in un contesto di potenziamento della capacità, si sono in effetti scostati fino a metà marzo" aggiunge la ditta di analisi.

"I vettori sono riusciti a porre in atto incrementi tariffari generali nei traffici transpacifici l'ultima settimana di marzo, sebbene lo slancio verso l'alto da allora si sia fermato ed i negoziati annuali sulle tariffe contrattuali a quanto si dice si stiano dimostrando problematici per le linee di navigazione".
(da: lloydsloadinglist.com, 26 aprile 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile