ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

6 maggio 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05:59 GMT+2



14 aprile 2021

Evergreen si appella alle parti coinvolte nell'incidente della Ever Given affinché venga raggiunto un accordo transattivo

L'obiettivo è la revoca dell'ordine di sequestro della nave

La compagnia di navigazione taiwanese Evergreen Marine Corporation ha annunciato che sta valutando le possibilità affinché la Ever Given, la nave colpita da ordine di sequestro relativamente all'incidente provocato nel canale di Suez, e il suo carico vengano trattati separatamente rispetto alla richiesta di risarcimento dei danni causati dall'arenamento della portacontainer e dal conseguente blocco del canale. Il fine - ha sottolineato oggi Evergreen - è di fare tutto il possibile per portare a termine le spedizioni affidate dai clienti con tutta la dovuta tempestività e per minimizzare gli impatti negativi della vicenda.

La Ever Given, che fa parte della flotta della Evergreen ma è di proprietà della giapponese Shoei Kisen Kaisha, si era arenata lo scorso 23 marzo nel canale egiziano provocandone il blocco per sei giorni e dopo il disincagliamento la nave era stata rimorchiata nel Grande Lago Amaro dove tuttora si trova e dove ieri è stata posta sotto sequestro dalle autorità egiziane con l'intento di ottenere il risarcimento dei danni causati dall'incidente ( del 13 aprile 2021).

Evergreen ha reso noto di essere stata informata oggi dalla Shoei Kisen Kaisha che ieri la portacontenitori è stata posta sotto sequestro. Inoltre la compagnia taiwanese ha specificato che, secondo quanto comunicato dalla compagnia assicuratrice della nave, la britannica P&I Club, lo scorso 7 aprile la società armatrice ha ricevuto dall'Autorità del Canale di Suez una richiesta di risarcimento di 916 milioni di dollari. Evergreen ha precisato inoltre che l'incontro avvenuto lunedì scorso tra la società armatrice e la Suez Canal Authority è stato infruttuoso in quanto - ha specificato la compagnia taiwanese - le richieste dell'autorità egiziana non sarebbero in gran parte supportate da documentazione giustificativa. Da qui la decisione dell'Autorità del Canale di Suez di presentare il giorno successivo l'istanza di sequestro della nave che è stata accolta dalla Corte egiziana.

Evergreen si è appellata alle parti affinché venga raggiunto un accordo transattivo che consenta di revocare l'ordine di sequestro nel più breve tempo possibile.

PSA Genova Pra

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail