ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

2 agosto 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 02:21 GMT+2



15 giugno 2021

Elevati i limiti massimi della lunghezza e del pescaggio delle navi a cui è consentito il transito nel canale di Panama

Potranno attraversarlo portacontainer lunghe sino a 370,33 metri e con un pescaggio massimo di -15,24 metri

L'Autorità del Canale di Panama ha annunciato oggi l'aumento del limite di lunghezza delle navi a cui è consentito il transito attraverso le chiuse neoPanamax, misura che è stata elevata da 367,28 a 370,33 metri. L'ente centroamericano ha evidenziato che ciò fa sì che ora la gran parte (96,8%) della flotta mondiale di portacontainer può transitare nel canale. L'amministratore dell'authority, Ricaurte Vásquez Morales, ha spiegato che questa elevazione del limite massimo è stata resa possibile grazie all'esperienza acquisita dai team che hanno gestito le chiuse neoPanamax negli ultimi cinque anni, da quando cioè è stato inaugurato l'ampliamento del canale ( del 27 giugno 2016).

Alla decisione di incrementare la lunghezza massima consentita delle navi si è giunti anche dopo l'effettuazione di alcuni test, tra cui quello del passaggio nel canale della portacontenitori Triton della compagnia Evergreen, della lunghezza di 369 metri, avvenuto nel 2019.

Inoltre l'Autorità del Canale di Panama ha annunciato anche l'aumento del pescaggio massimo consentito per il transito nella via d'acqua, che è ora di -15,24 metri. L'ente ha specificato che l'aumento delle precipitazioni nella regione e la gestione delle risorse idriche dei laghi lungo il canale ha consentito di rialzare il limite del pescaggio delle navi, che già dall'aprile scorso era stato portato a -14,93 metri.




Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail