testata inforMARE

17 de mayo de 2022 El diario on-line para los operadores y los usuarios del transporte 10:32 GMT+2



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 11/2011 - NOVEMBRE 2011

Reefer

Reefer da record

Il settore mondiale della costruzione di box refrigerati, che per diversi anni si è concentrato su quattro fabbriche cinesi oberate di lavoro, è in procinto di conseguire risultati da record nel 2011.

Ci si aspetta che la produzione annuale oltrepassi i 270.000 TEU, avendo i risultati già raggiunto i 165.000 TEU (85.000 unità) all'inizio di agosto; tutto ciò, prima dell'alta stagione.

Per i traffici reefer, infatti, quest'ultima si verifica nel trimestre finale dell'anno.

La produzione prevista per il 2011 regge bene il confronto con i 190.000 TEU del 2010 e non ha nulla a che vedere con i 100.000 TEU dell'annata di recessione del 2009.

Il nucleo centrale resta quello delle unità high-cube da 40 piedi, dal momento che ci si aspetta che questi rappresentino il 94,5% della produzione complessiva.

Il residuo sarà costituito da 10.000 container da 20 piedi e da 5.000 TEU di container da 40 piedi alti 8 piedi e 6 pollici.

Questi ultimi vengono utilizzati esclusivamente per la spedizione di banane.

Infine, alcune centinaia di unità “speciali”, per lo più di dimensioni da 54 piedi, sono in costruzione per l'uso interno.

Ci si aspetta che le compagnie di navigazione rappresentino il 60% delle acquisizioni, percentuale in leggera diminuzione rispetto alla media a lungo termine del 70%.

Ciò è in parte correlato alle difficoltà di bilancio di questo settore ed alla determinazione del settore del noleggio di essere maggiormente coinvolto in questo campo di attività.

Ciononostante, i noleggiatori hanno rallentato le proprie acquisizioni nella seconda metà del 2011.

Si tratta di un dato in netto contrasto con quello dei primi sei mesi, quando essi hanno acquisito un quantitativo record di equipaggiamento reefer.

Per l'intera annata, si prevede che essi prenderanno il controllo di circa 100.000 TEU.

Maersk Line, che si è impegnata a prendere 40.000 TEU nel 2011, APL, Yang Ming, Evergreen Line, Mitsui OSK Lines, Hanjin Shipping Co e Hamburg Sud sono stati finora I più attivi nel settore in questo campo.

L'acquirente più attivo fra le società di leasing è stata la Triton, le cui consegne alla metà dell'anno hanno superato i 23.000 TEU, seguita da SeaCube Container Leasing, Cronos Group, Textainer e TAL International.

A causa dei loro investimenti aggressivi, per non dire della ripresa delle acquisizioni di volumi da parte delle linee di navigazione, le tariffe di leasing dei reefer sono state assoggettate a pressioni e il ritorno sugli investimenti liquidi iniziali unitamente al nuovo noleggio delle unità refrigerate è stato compresso in modo significativo.

Molta della produzione programmata per il 2011 andrà ad alimentare l'espansione della flotta, che secondo le previsioni supererà il 9% per la prima volta da tre anni a questa parte.

Il suo tasso di crescita era stato più modesto nel 2010 attestandosi al 6,6%, ma esso era appena al 2% nel 2009, di modo che si può sostenere che qualche progresso è stato compiuto.

Rispetto alla produzione complessiva prevista in 270.000 TEU, circa 100.000 TEU saranno destinati alle sostituzioni.

La domanda di contenitori refrigerati è rimasta in genere sostenuta a causa della combinazione di una nuova crescita dei traffici e del ritiro dalle operazioni con navi reefer convenzionali.

La domanda sostenuta di servizi containerizzati reefer ha alimentato una crescita dei prezzi di box refrigerati e nel terzo trimestre del 2011 il prezzo di consegna (18.500 dollari USA) per una unità da 40 piedi high-cube è aumentato di quasi il 10% rispetto al suo livello all'inizio dell'anno.

Esso non era mai stato così alto dall'ultimo momento di punta del mercato alla metà del 2008.

Il costo del box coibentato è aumentato del 20% circa sino a 11.000 dollari USA per un 40 piedi quest'anno, mentre i prezzi dei macchinari sono saliti solamente rispetto alla loro media a lungo termine pari a 7.500 dollari USA.

La prospettiva per questi prezzi è che tengano nel 2012 sulla scorta della domanda sostenuta per l'alta stagione.

È interessante notare come la recente impennata dei prezzi sia da attribuire a limiti di capacità e non al costo dei materiali.

Infatti, il prezzo dell'acciaio (e di gran parte delle altre materie prime) è rimasto stabile ed anche l'inflazione salariale si è alleviata dal 2010.


Tabella 1: PREZZI DI PRODUZIONE
E TARIFFE GIORNALIERE DI LEASING MEDI
DI REEFER INTEGRALI

(in dollari USA)

4° trim. 2010

1° trim. 2011

2° trim. 2011

3° trim. 2011

20 piedi





Prezzo di costruzione del box

6.000

6.200

6.600

7.000

Prezzo dei macchinari

7.400

7.500

7.600

7.700

Prezzo totale dell'unità finita

13.400

13.700

14.200

14.700

Noleggio giornaliero

5,00

5,10

5,20

5,30

ICIR

13,6

13,6

13,4

13,2

40 piedi HC





Prezzo di costruzione del box

9.300

9.600

10.300

10.800

Prezzo dei macchinari

7.500

7.600

7.700

7.800

Prezzo totale dell'unità finita

16.800

17.200

18.000

18.600

Noleggio giornaliero

6,10

6,25

6,40

6,50

ICIR

13,3

13,3

13,0

12,8

Note: I prezzi dei macchinari dei contenitori si riferiscono a specifiche comuni.
Le tariffe di noleggio si applicano ad unità di nuova costruzione a termine quinquennale.

Fonte: Andrew Foxcroft Container Data UK


Nel corso del 2011 tutti e quattro gli impianti per la lavorazione dei reefer affermati a livello mondiale hanno lavorato al 90% della propria capacità massima su doppio turno, che al momento è calcolata nell'ordine di 300.000 TEU all'anno.

Inoltre, queste cifre sono state conseguite solo dopo qualche ulteriore e graduale miglioramento delle linee di produzione esistenti.

La Shanghai Reeferco, che è gestita dalla Singamas Holdings, ha incrementato la propria capacità potenziale di un terzo all'inizio del 2011, con una potenziale produzione di 40.000 TEU/anno su due turni.

La Maersk Container Industry ha effettuato miglioramenti simili presso il proprio impianto per la produzione di reefer MCI-Qingdao, aggiungebdo più del 30% di capacità al fine di conseguire nuove potenzialitàsu due turni per oltre 80.000 TEU/anno.

Il resto della produzione proviene dal Gruppo CIMC; anch'essa ha provveduto ad apportare miglioramenti alla propria fabbrica principale di Qingdao.

Tabella 2: RIASSUNTO GLOBALE DELLA PRODUZIONE E DELLE DIMENSIONI
DELLA FLOTTA DEI CONTENITORI REEFER INTEGRALI


2009

2010

2011 *

Produzione unitaria

52.500

97.500

140.000

Produzione TEU

102.000

190.000

270.000

Capacità TEU **

230.000

250.000

300.000

Dimensioni della flotta TEU ***

1.700.000

1.815.000

1.985.000

Vettori marittimi (%)

72,2

69,8

68,0

Società di leasing (%)

27,8

30,2

32,00

Note: * = previsione;
** = alla fine dell'anno, sulla base di operazioni annualizzate su doppio turno;
*** = alla fine dell'anno.

Fonte: Andrew Foxcroft Container Data UK


Essa adesso è in grado di cotruire più di 100.000 TEU all'anno; si stima che la vecchia infrastruttura della società a Shanghai potesse produrre quasi 70.000 TEU all'anno.

Ci si aspetta che il risultato complessivo della CIMC raggiunga i 160.000 TEU nel 2011.

Nel contempo, la MCI-Qingdao è a buon punto per produrre 75.000 TEU, mentre la Shanghai Reeferco supererà i 35.000 TEU.

Questo alto livello di produttività delle fabbriche in questione ha già comportato un arretrato di produzione nel terzo trimestre di quest'anno con un ulteriore irrigidimento dei prezzi.

Peraltro, un po' di sollievo è a portata di mano, dal momento che due nuove fabbriche per la produzione di reefer dovrebbero aprire all'inizio del 2013.

Sia la CIMC che la Singamas stano costruendo impianti su terreni liberi in prossimità di Shanghai.

Si ritiene che il nuovo impianto della Singamas sia in grado di costruire almeno 60.000-80.000 TEU all'anno; queste fabbriche, pur essendo state programmate per sostituire le due attuali fabbriche CIMC e Reeferco di Shanghai, effettueranno probabilmente operazioni in tandem per qualche tempo allo scopo di far fronte alla prevista carenza di capacità a breve termine.
(da: Containerisation International, 01.11.2011)



Booking.com


Indice Primera página Noticiario C.I.S.Co.
Página anterior

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Génova - ITALIA
tel.: +39.10.2462122, fax: +39.10.2516768, e-mail: admin@informare.it