testata inforMARE
2 dicembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
14:31 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 31 OTTOBRE 2019

STUDI E RICERCHE

CI SI ASPETTA CHE LA PERSISTENTE CANCELLAZIONE DI PARTENZE CONTAINERIZZATE NELLA ROTTA ASIA-EUROPA SOSTENGA LE TARIFFE

La casa di spedizioni statunitense Flexport si aspetta che la persistente cancellazione delle partenze nei traffici containerizzati Asia-Europa sostenga le tariffe, mentre la domanda si riprenderà a dicembre in concomitanza dell'arrivo del Nuovo Anno Cinese.

Martin Holst-Mikkelsen, direttore senior del trasporto merci marittimo nella EMEA presso lo spedizioniere digitale, ha dichiarato a Lloyd's Loading List: "Non abbiamo sperimentato una intensa alta stagione in vista della Settimana d'Oro in Cina, come previsto dal mercato in generale.

La domanda resta fiacca, mentre la capacità si è stabilmente incrementata da un anno all'altro.

Allo scopo di contribuire a bilanciare la domanda e l'offerta ci sarà un vasto programma di cancellazioni delle partenze da parte dei vettori nel corso di ottobre e novembre.

Questo contribuirà a sostenere le tariffe ed a rallentare la loro ulteriore erosione.

Ci si aspetta che la domanda si riprenda a dicembre, in vista del Nuovo Anno Cinese".

Nel breve termine, la Flexport non si aspetta un forte impatto diretto dalla guerra commerciale fra Stati Uniti e Cina riguardo alla domanda dall'Unione Europea.

Alla domanda in ordine a se la Flexport abbia constatato qualche recente effetto "preliminare ad una Brexit senza accordo" in relazione ai traffici di trasporto merci marittimo, Holst-Mikkelsen afferma: "Un numero sempre maggiore di clienti sta affrontando le ricadute della Brexit mediante la valutazione e la delocalizzazione dei propri centri distributivi nel Regno Unito e la identificazione dei diversi modi per servire il mercato del Regno Unito da altre parti d'Europa".

Ha poi aggiunto: "Non vediamo al momento un incremento della domanda nel mercato del Regno Unito".

Riguardo al probabile effetto sui traffici marittimi dell'entrata in vigore il 1° gennaio prossimo del limite al contenuto di zolfo del carburante dell'IMO 2020, la Flexport afferma che c'è "una significativa incertezza" nel mercato in relazione all'impatto sulle tariffe.

Aggiunge Holst-Mikkelsen: "I vettori inizialmente hanno provato ad attuare l'IMO 2020 all'inizio del quarto trimestre del 2019.

Esso è stato poi rinviato sino ai primi di dicembre 2019 da un certo numero di vettori ed alcuni hanno persino sospinto l'attuazione al 1° gennaio del tutto.

"Il mercato determinerà le nuove tariffe nel corso del prossimo mese di novembre, ma occorrerà che ci sia un allineamento riguardo all'attuazione ed all'effetto sulle tariffe".

Come riportato da Lloyd's Loading List, nel periodo precedente alla Settimana d'Oro cinese i vettori sono stati costretti a far scendere i prezzi al fine di far sì che le navi salpassero più piene possibile, mentre non si è riusciti a realizzare la corsa anticipata in vista del periodo di vacanze.

Come un importante vettore europeo ha detto a Lloyd's List, "la corsa precedente alla Settimana d'Oro cinese ha dimostrato di non essere uno spettacolo".

Di conseguenza, le tariffe a pronti, prima che le fabbriche chiudessero i battenti nell'ultima settimana di settembre, sono sprofondate al loro livello più basso da maggio nei principali traffici in uscita dall'Asia.

La ditta di analisi Platt ha commentato che i normali incrementi tariffari generali che ci si potrebbe aspettare nella parte iniziale del mese erano stati sostituiti da decrementi tariffari, poiché i vettori hanno iniziato "a competere per un limitato numero di carichi in uscita dall'Asia settentrionale".

Nota la Drewry: "La musica d'atmosfera che circonda il mercato dei contenitori si è deteriorata ulteriormente negli ultimi tre mesi, spingendo la Drewry a declassare le sue prospettive in ordine ai risultati produttivi dei porti containerizzati mondiali per l'anno in corso ed al resto dell'orizzonte quinquennale nella Container Market Annual Review and Forecast 2019/20, recentemente pubblicato dalla Drewry Shipping Consultants.

La Drewry adesso si aspetta che i risultati produttivi dei porti globali aumentino del 2,6% nel 2019, in ribasso rispetto alle precedenti aspettative del 3%.

Quest'ultimo declassamento fa seguito ad un precedente abbattimento delle sue aspettative di crescita del 3% a luglio rispetto alla precedente previsione del 3,9%, dovuto al fatto che le tensioni commerciali e geopolitiche minacciano un ulteriore rallentamento della crescita economica globale, nonché alla regionalizzazione delle filiere distributive della produzione ed alle preoccupazioni ambientali che aggiungono ulteriore incertezza.

Commentando quest'ultimo declassamento, Simon Heaney, dirigente senior delle ricerche sui contenitori alla Drewry e redattore del Container Forecaster, ha affermato: "Il peso dei rischi che esercitano pressioni sul mercato containerizzato sembra diventare sempre maggiore di giorno in giorno.

La situazione è stata esacerbata da una serie di nuovi problemi che oscurano il mercato con ulteriori livelli di preoccupazione ed incertezza rispetto a quelli esistenti in precedenza.

"C'è il pericolo che questo flusso di notizie negative inducano una profezia che si autoavvera, la quale potrebbe essere in contrasto con la realtà dei fatti.

Le statistiche portuali relative a metà annata sono state ragionevolmente solide e la domanda dei consumatori è stata abbastanza resiliente, tutto considerato; ma alcuni indicatori fondamentali hanno recentemente subito un drastico calo e abbiamo la sensazione che sia corretto adottare un atteggiamento leggermente più prudente".

Uno dei maggiori rischi individuati nel rapporto è l'impatto dell'IMO 2020 sull'offerta di portacontainer, sottolinea la Drewry, notando: "Non c'è ancora un chiaro orientamento riguardo a quanti costi aggiuntivi esso farà ricadere sul settore e i recenti attacchi con i droni agli impianti petroliferi sauditi hanno intorbidito le acque quando hanno causato un'impennata dei prezzi del petrolio".

Com'è stato riferito da Lloyd's Loading List, la Flexport la settimana scorsa ha parlato di uno "stallo dei volumi" nel TPEB (trasporto merci marittimo transpacifico in direzione est) a causa di un evento del tipo "cigno nero" - l'assenza di un'alta stagione - indotta da una spedizione anticipata stagionale che ha comportato livelli di scorte più elevate così come una minore domanda nel mercato, con alcune fonti di approvvigionamento statunitensi dirottate nel sud-est asiatico.

Jan Hinz, direttore senior della Flexport del trasporto merci marittimo per gli Stati Uniti, ha dichiarato a Lloyd's Loading List: "Stiamo assistendo ad uno stallo dei volumi nel mercato del TPEB con l'offerta che continua a superare la domanda, mentre la tendenza delle tariffe a pronti del mercato è quella di restare al di sotto del livello delle tariffe contrattuali fisse.

I vettori marittimi stanno cercando di equilibrare la domanda e l'offerta mediante l'annullamento delle partenze al fine di ridurre la capacità.

Ciò è stato attuato nel periodo delle vacanze della Settimana d'Oro per contribuire ad evitare un ulteriore deterioramento delle tariffe a pronti.

Per ottobre ed oltre sono stati annunciati vasti programmi di annullamento delle partenze".

Alla domanda riguardo all'effetto del contenzioso fra Stati Uniti e Cina in ordine alle direttrici di traffico fondamentali, Hinz ha dichiarato: "L'evento da 'cigno nero' di quest'anno per il TPEB è stata la completa assenza di un'alta stagione.

Ciò si può attribuire alle spedizioni anticipate all'inizio della stagione e, di conseguenza, al livello delle scorte più elevato così come ad una minore domanda del mercato.

Avevamo assistito ad una lenta alta stagione prima del 2018 a causa del dirottamento dei modelli di approvvigionamento, ma non in questa misura".

Rispetto alla questione inerente a se la lite sui dazi abbia comportato effetti sulla strategia logistica dei caricatori o spedizionieri, Hinz ha suggerito che il trasporto merci aereo ha assistito al fatto che il quantitativo maggiore di scorte per "spedizioni anticipate" ha sconfitto le scadenze dei dazi.

Afferma Hinz: "Il 2018 è stato un'annata eccezionale per il trasporto merci marittimo nel TPEB con una incredibilmente precoce alta stagione dovuta alle escursioni dei dazi.

La rapida attuazione delle escursioni dei dazi nel 2019 ha reso impossibile ai caricatori di consentire spedizioni anticipate come quelle cui abbiamo assistito nel quarto trimestre del 2018.

La spedizione anticipata è meno pronunciata adesso nel trasporto merci marittimo, ma vi stiamo ancora assistendo nel trasporto merci per via aerea".

(da: lloydsloadinglist.com, 15 ottobre 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Porto di Gioia Tauro, riduzione delle tasse d'ancoraggio per promuovere i traffici
Gioia Tauro
Destinata a tale scopo la somma di un milione di euro
Il primo gennaio Hapag-Lloyd applicherà una riduzione del surcharge Marine Fuel Recovery
Amburgo
La diminuzione, dopo tre trimestri di aumenti, sarà generalizzata
Federagenti rileva l'urgenza di proteggere i porti dai fenomeni climatici avversi
Roma
Annunciato un appello circostanziato ai ministeri competenti, primo fra tutti quello del Mare
Anche i risultati della tailandese RCL mostrano il rallentamento del mercato dello shipping containerizzato
Bangkok
Nel periodo luglio-settembre i ricavi sono aumentati del +53%
L'Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna continuerà ad operare per altri tre anni
Cagliari
L'AdSP della Sardegna afferma che quello del lavoro portuale è un settore che gode di ottima salute
FEPORT, oltre che dell'effetto delle norme ambientali, è preoccupata di quello della possibile proroga del regolamento di esenzione per categoria per i consorzi di linea
Bruxelles
La federazione invita la Commissione UE a tenere conto dell'impatto dei sistemi Big Data e della Business Intelligence & Analytics sull'ambiente competitivo
ECSA è soddisfatta dell'esito del primo trilogo sull'inclusione dello shipping nell'EU ETS
Bruxelles
Ora - ha sottolineato il relatore del Parlamento europeo Liese - siamo vicini ad un accordo formale. Per Assarmatori, il bicchiere è mezzo vuoto
L'attività produttiva nello stabilimento triestino della Wärtsilä proseguirà sino a settembre
Trieste
Sarà avviato un percorso di reindustrializzazione del sito con l'obiettivo di tutelare i posti di lavori sia dei dipendenti della Wartsila sia di quelli dell'indotto
Domani a Vienna la firma degli accordi per l'attivazione del primo e unico corridoio doganale internazionale europeo
Trieste
Collegherà il porto di Trieste con Fürnitz, in Carinzia
Il porto di Koper si avvia a chiudere il 2022 con un traffico record di oltre un milione di container
Koper
In decisa ripresa l'attività nel segmento delle auto
Uno studio dell'UIRR sollecita investimenti per realizzare una rete europea di trasporto intermodale efficiente
Bruxelles
Necessari 490 miliardi di euro per l'infrastruttura ferroviaria TEN-T e 47 miliardi di euro provenienti per l'ampliamento e il potenziamento delle risorse intermodali
Uniport sollecita misure urgenti per neutralizzare gli effetti della crisi energetica sui porti
Roma
Chiesta anche una sterilizzazione dell'indicizzazione annuale dei canoni di concessione demaniali per il triennio 2023-2025
Analisi dell'UNCTAD sul trasporto marittimo nel 2021, anno di ripresa e da incorniciare per il segmento dei container
Ginevra
Futuro all'insegna dell'incertezza. Tra agosto e settembre i noli dei servizi containerizzati sono calati drasticamente, ma risultano comunque più che doppi rispetto alle medie pre-pandemia
L'ultima lettura del barometro della WTO sugli scambi mondiali delle merci indica “pioggia”
Ginevra
Atteso un rallentamento del commercio anche nel 2023
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
Roma
La situazione è stata illustrata da Assiterminal ad esponenti del governo e del Parlamento
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
L'indiana Allcargo Logistics acquisisce il 75% del consolidatore tedesco Fair Trade
Mumbai
Investimento di circa 12 milioni di euro
Grimaldi potenzierà i collegamenti con la Grecia
Bari
La frequenza della linea Venezia - Bari - Patrasso diverrà giornaliera
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
Lichtblick für Seehäfen
(junge Welt)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile