testata inforMARE
28 novembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
10:22 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
L'authority portuale di Gioia Tauro chiede di sottoporre il personale operativo dello scalo a controlli tramite tamponi
L'obiettivo è un monitoraggio costante del rischio e la tutela sanitaria dei lavoratori
23 marzo 2020
Per garantire lo svolgimento ordinario delle attività lavorative all'interno del porto di Gioia Tauro servono misure di prevenzione ulteriori e quantomai necessarie nell'interesse produttivo collettivo, nazionale e, soprattutto, per la tutela della salute delle maestranze, delle loro famiglie e di tutta la cittadinanza. Le ha chieste il commissario straordinario dell'ente portale dello scalo calabrese, Andrea Agostinelli, in una lettera inviata al dirigente generale del Settore Tutela della Salute della Regione Calabria, Antonio Belcastro, nella quale ha richiamato l'irrinunciabile attenzione delle autorità sanitarie sulle esigenze di tutela epidemiologica e di funzionalità operativa dell'hub portuale gioiese.

Sottolineando che, pur con una riduzione della produttività necessaria a consentire l'adozione delle misure a tutela della salute della maestranze, il porto di Gioia Tauro è regolarmente operativo e costituisce il più importante insediamento strategico e produttivo del Sud Italia, che garantisce l'afflusso di quelle merci indispensabili, soprattutto, in un momento di intensa difficoltà per l'approvvigionamento costante e sicuro dei beni di prima necessità, nel rivolgersi a Belcastro il commissario Agostinelli ha evidenziato come, nonostante il terminalista che svolge le attività operative nello scalo portuale abbia adottato tutti i sistemi di protezione individuale imposti dai protocolli governativi sotto il controllo e la vigilanza dell'Autorità Portuale, la presenza nel gate portuale di un numero necessariamente elevato e contestuale di lavoratori e le recenti emergenze epidemiologiche del territorio locale - non ultimo il caso del focolaio di coronavirus nella vicina Rosarno - impongono l'adozione di ulteriori misure di prevenzione per il contenimento del contagio.

«In tal senso - ha spiegato Agostinelli - grazie al Dipartimento provinciale di Prevenzione, ma anche, ove necessario, al supporto tecnico scientifico già esistente in loco del competente Ufficio Sanitario USMAF, sarebbe necessario l'avvio di un sistema di controlli tramite tamponi da effettuarsi all'interno del terminal e su tutto il personale operativo, magari utilizzando il presidio di pronto soccorso messo a disposizione da questa Authority. Tale soluzione, che vedrebbe l'intervento del personale sanitario già impegnato all'interno dell'area portuale e l'utilizzo dei locali da tempo allestiti - ha osservato Agostinelli - consentirebbe un monitoraggio costante del rischio e amplierebbe notevolmente la tutela sanitaria dei lavoratori e dell'intera area urbana adiacente al porto».

Precisando che, nella consapevolezza dell'emergenza che grava su tutto il territorio, questa specifica misura rappresenterebbe un dispendio ridotto, limitato esclusivamente alla messa a disposizione dei kit-tampone, che però garantirebbe la massima riduzione del rischio di fermo per la principale fonte di ricchezza dell'intero territorio calabrese, Agostinelli ha concluso confermando che il porto di Gioia Tauro «rappresenta oggi un meccanismo operativo perfettamente funzionante, che, auspicando una celere risoluzione dell'evento pandemico, è con certezza il punto di partenza di un'economia flagellata da un fermo inevitabile e lacerante di un tessuto economico già fortemente sofferente».
›››Archivio notizie
DALLA PRIMA PAGINA
Uiltrasporti, il governo non sostiene la decarbonizzazione del settore trasporti
Roma
Tarlazzi: assenti o insufficienti le misure nella bozza della nuova legge di Bilancio
Anche lo slancio dei risultati economici della CMA CGM ha perso forza
Marsiglia
Nuovo record di ricavi trimestrali. Nel periodo luglio-settembre i carichi trasportati dalla flotta sono tornati a crescere
Affidata la progettazione dell'elettrificazione di banchine dei porti di Bari e Brindisi
Bari
Contratto del valore di 488mila euro
La giapponese MOL ordinerà due nuove navi da crociera
Tokyo
Investimento di 100 miliardi di yen per unità da 35.000 tsl
Il porto di Trieste cresce nei primi dieci mesi del 2022 ma arretra nell'ultimo quadrimestre
Trieste
Nel periodo luglio-ottobre movimentate 18.325.525 tonnellate di carichi (-7,7%)
Prestito di 43 milioni di euro della BERS a Serbia Cargo
Londra
Fincanziato anche il potenziamento del porto kazako di Aktau
La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha concesso un prestito di 43 milioni di euro alla società ferroviaria merci statale serba ...
FESCO acquisterà portacontainer da 6-7.000 teu di seconda mano per importare banane dall'Ecuador
Mosca
Da febbraio a marzo 2022 le spedizioni di banane ecuadoriane verso la Russia sono calate da 9,32 milioni a 5,83 milioni di casse
La prima nave di Explora Journeys prenderà il mare il prossimo 17 luglio
Ginevra
Partirà da Southampton verso il Nord Europa sino ad oltre il Circolo Polare Artico
FerMerci, l'aumento del costo dell'energia rischia di bloccare il trasporto ferroviario merci
Roma
Domani l'associazione proporrà un “Patto per la formazione del personale di esercizio nel trasporto ferroviario merci”
Taglio della prima lamiera della nave da crociera Silver Ray
Papenburg
Silverseas Cruises decide di rinviare di un mese il lancio della gemella “Silver Nova”
Il Korean Register autorizzato a fornire servizi di certificazione e sorveglianza alle navi greche
Atene
Accordo con Ministero delle Attività marittime e delle politiche insulari di Atene
Ad ottobre il traffico delle merci nei porti marittimi cinesi è aumentato del +3,7%
Pechino
Il solo traffico da e per l'estero è stato di 393,4 milioni di tonnellate (+0,2%)
Nel terzo trimestre, per la prima volta in due anni, gli scambi commerciali del G20 sono diminuiti
Parigi
Ulteriore indebolimento della crescita del commercio di servizi
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
Progetto per realizzare un nuovo porto franco nel Galles
Londra
È stato presentato da Associated British Ports, da Port of Milford Haven e dalle contee di Neath Port Talbot e Pembrokeshire
AGCS, l'inflazione ha l'effetto di incrementare la gravità dei sinistri marittimi
Monaco di Baviera
I recenti aumenti dei valori delle navi e dei carichi significano che le perdite e le riparazioni stanno diventando più onerose
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Nel 2021 il traffico delle merci nei porti dell'UE è aumentato del +4,1% (-3,5% sul 2019)
Bruxelles
Nel segmento dei container, il traffico in Italia è rimasto stabile mentre è cresciuto nelle altre principali nazioni marittime
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Unye Port Opened to the World
(Raillynews)
Dollar crisis hits shipping sector as payment to MLOs face hurdles
(The Financial Express)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile