ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

29 novembre 2021 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 15:57 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXVIII - Numero 7/2010 - LUGLIO 2010

Studi e ricerche

Drewry più ottimista sulla crescita dei carichi containerizzati

La Drewry Shipping Consultants ha rivisto le proprie previsioni in ordine alla crescita globale dei carichi containerizzati per quest'anno, che ora vede in aumento dal 5,4% all'8,5%, ma, come al solito, all'aumento dell'ottimismo corrispondono alcuni avvertimenti.

Neil Dekker, direttore della Drewry Container Forecaster, ha fatto notare: “Esistono alcuni potenziali ostacoli a questa rinascita che gli operatori del settore non dovrebbero perdere di vista, e noi non concordiamo con la credenza diffusa presso alcuni vettori secondo cui si tratta di attività usuali, o almeno non ancora.

C'è ancora un enorme arretrato di spedizioni nel sistema che non rappresenta una nuova domanda.

Una volta che esso sarà stato movimentato in uscita dall'Asia nelle prossime sei settimane o giù di lì, riteniamo che la vera forza dell'alta stagione estiva sarà in qualche misura minore di quanto molti prevedessero.

Ci sono tutti i presupposti perché i fattori di utilizzazione finiscano per diminuire, il che, a sua volta, avrà un proprio effetto sulle tariffe di nolo.

In nessun modo ravvisiamo una caduta precipitosa, ma un impatto ci sarà”.

Malgrado siano più ottimiste circa la crescita dei carichi, le previsioni dei consulenti stanno ancora solamente recuperando quelle di altri esperti, dato che la MDS Transmodal attualmente prevede l'11% e la Sea-Axis il 9%, seguiti da un 9,3% l'anno prossimo.

La Clarkson attualmente prevede rispettivamente l'8,1% ed il 10%.

Analizzando in maggiore dettaglio gli ultimi dati della Drewry, il consulente in materia di servizi marittimi ritiene che l'utilizzazione media delle navi nei traffici transpacifici in direzione est sia aumentata dal solo 82% nel primo trimestre del 2010 all'87% nel secondo trimestre, ma prevede una riduzione che la faccia tornare all'81,4% nel terzo trimestre, una volta che saranno stati reintrodotti tutti i servizi per l'alta stagione.

Ciò non aiuterà i vettori marittimi ad incrementare le tariffe di nolo nell'ambito della direttrice di traffico, ignorando l'attuale problema della carenza di equipaggiamento containerizzato causato dalla lenta navigazione.

Nel periodo intercorrente fra i due trimestri, è stata aggiunta ulteriore capacità pari approssimativamente al 19%.

Nella seconda direttrice di traffico a livello mondiale quanto a dimensioni, quella dall'Asia al Nord Europa, la capacità del naviglio è aumentata del 12,4% fra il primo ed il secondo trimestre del 2010, con un ulteriore 8% atteso nel terzo trimestre.

Si calcola che ciò abbia ridotto l'utilizzazione media della nave dal 100% del primo trimestre al 92% del secondo trimestre, con un ulteriore calo al 90% atteso nel terzo trimestre.

Dekker ritiene che i vettori marittimi continueranno a gestire più attentamente in futuro la crescita della capacità navale in tutte le direttrici di traffico.

Afferma infatti: “Le strategie di lenta navigazione sono destinate a continuare, dal momento che esse restano un modo efficiente per assorbire la capacità e ridurre i costi.

Inoltre, restringendo l'offerta in modo che sia più in linea con la domanda, sembra che i vettori abbiano finalmente appreso di avere la capacità di migliorare drasticamente i propri flussi delle entrate.

I vecchi tempi in cui i grossi caricatori venivano visti come dei VIP sembrano essere passati, dal momento che negli ultimi mesi molti caricatori ci hanno raccontato i loro problemi relativi alla mancanza di spazio ed alla limitatezza delle spedizioni.

In questo nuovo ambiente, i vettori stanno cogliendo l'opportunità di spingere verso l'alto le tariffe di nolo mediante un susseguirsi di GRI, vale a dire i sovrapprezzi inerenti all'alta stagione e adesso anche all'equipaggiamento aggiuntivo, nei confronti dei quali i caricatori non hanno altra scelta se non quella di pagare.
(da: ci-online.co.uk, 06.07.2010)





Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail