ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

21 janvier 2022 Le quotidien en ligne pour les opérateurs et les usagers du transport 00:27 GMT+1



COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTS ANNO XXIX - Numero 6/2011 - GIUGNO 2011

Industria

La Cargoshell chiede la certificazione per il suo nuovo container

La Cargoshell, ditta con sede a Rotterdam, spera di ottenere la certificazione per il suo nuovo contenitore pieghevole, realizzato con materiali compositi, a settembre quando la società di classificazione tedesca Germanischer Lloyd completerà i collaudi finalizzati ad appurare che esso soddisfi gli standard ISO.

Nel caso la richiesta dovesse essere accolta, allora il nuovo container della Cargoshell potrebbe essere avviato alla produzione di massa, naturalmente sulla base della domanda da parte di vettori marittimi e noleggiatori.

Secondo la Cargoshell, sono state apportate diverse modifiche alla progettazione del contenitore da quando esso è stato lanciato nel 2009, la più radicale delle quali è consistita nella sostituzione della sua concezione del portellone a saracinesca con un sistema convenzionale su cardini.

Il suo principale vantaggio sta nel fatto che esso è di quasi il 25% più leggero delle unità in acciaio delle medesime dimensioni, data la sua costruzione in plastica a fibra rinforzata, nonché nel fatto che esso può essere ripiegato in occasione di quelle tratte in cui non c'è carico.

In quella modalità esso richiede appena il 25% dello spazio di una unità non pieghevole ed è potenzialmente in grado di far risparmiare ai vettori marittimi migliaia di dollari sui costi di riposizionamento.

Inoltre, in un momento in cui tutte le società hanno dovuto concentrarsi sulla riduzione delle proprie emissioni e dell'impronta complessiva di anidride carbonica, la Cargoshell dichiara che il suo nuovo contenitore "riduce notevolmente le emissioni di CO2".

"Il riscaldamento globale è il problema più importante del nostro tempo" aggiunge un portavoce della società.

"Le parti coinvolte nel trasporto, nella lavorazione e nel deposito di contenitori in tutto il mondo hanno un ruolo speciale da svolgere per quanto attiene la soluzione, ma per farlo avranno bisogno di fare un passo avanti.

La Cargoshell rappresenta questo passo avanti".

Inoltre, il container può essere piegato in appena 30 secondi e da una sola persona, il che, secondo la Cargoshell, è molto più rapido rispetto ai 4-10 minuti occorrenti per altri modelli di unità pieghevoli che, inoltre, invariabilmente richiedono l'impegno di due persone.

La società, che è supportata dalla ECT, la maggiore società operatrice di terminal container a Rotterdam, dalla Rotterdam Development Corporation e dall'Università di Scienze Applicate di Rotterdam, sta altresì sviluppando un sistema di rilevamento e tracciamento che le consenta di monitorare la localizzazione e la condizione delle proprie unità quando saranno in servizio.

La Cargoshell ha in programma l'organizzazione di un evento per il lancio dell'unità il prossimo 31 ottobre.
(da: cargosystems.net, 30.06.2011)



PSA Genova Pra LineaMessina


Rechercher des hôtels
Destination
Date d'arrivée
Date de départ


Index Première Page Bulletin C.I.S.Co.
Page précédente

- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Gênes - ITALIE
tél.: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail