testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
14:20 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 28 FEBBRAIO 2019

TRASPORTI ED AMBIENTE

SI SCALDA IL DIBATTITO SUGLI SCRUBBER IN SEGUITO ALLA RICHIESTA DELLA COMMISSIONE EUROPEA ALL'IMO DI LIMITARE IL LORO USO

La coalizione CSA (Clean Shipping Alliance) 2020, che è favorevole agli scrubber (filtri depuratori), ha aspramente criticato la Commissione Europea per avere sollecitato l'IMO (International Maritime Organization) a limitare l'uso dei sistemi di purificazione dei gas esausti a circuito aperto (scrubber) nei porti di tutto il mondo.

Ma le navi dotate di scrubber vengono sempre più richieste ed almeno un terzo delle navi di nuova costruzione li avranno, consentendo loro di continuare a consumare carburante più conveniente ad elevato contenuto di zolfo.

Ai sensi del proprio limite dello 0,5% al contenuto solforoso del carburante utilizzato dalle navi a partire dal 1° gennaio 2020, l'IMO attualmente approva l'uso sia degli scrubber a circuito aperto, in cui l'acqua di lavaggio viene riscaricata in mare, sia i sistemi a circuito chiuso, in cui l'acqua viene trattenuta fino allo smaltimento presso una struttura portuale disponibile.

La Commissione Europea ha presentato una proposta di "valutazione ed armonizzazione" affinché venga presa in considerazione in occasione della MEPC 74 (Commissione per la protezione dell'ambiente marino) dell'IMO, la cui riunione è prevista a maggio a Londra.

Il direttore esecutivo della CSA 2020 Ian Adams afferma: "Questa proposta è un tentativo da parte della Commissione Europea di spingere a favore della limitazione degli scrubber, che sono accettati in tutto il mondo dall'IMO, dall'Unione Europea e da altri soggetti, quali strumenti accettabili per migliorare la qualità delle emissioni atmosferiche nelle zone controllate".

"Nel giro di due settimane dalla stesura di una bozza, la Commissione ha sottoposto la proposta a revisione in occasione della riunione di un gruppo di lavoro svoltasi in un solo giorno e poi l'ha presentata all'IMO" ha dichiarato.

"Chiaramente, si è trattato di un piano finalizzato ad evitare la libera discussione e deliberazione che una proposta con tale impatto di vasta portata richiederebbe".

Adams sostiene che la proposta della Commissione Europea "si basa in gran parte su speculazioni" e che si è riscontrata "l'assenza di prove credibili" a supporto delle limitazioni agli scrubber.

"L'iniziativa adottata dalla Commissione Europea induce senza motivo preoccupazioni infondate in un momento in cui ci sono già questioni molto concrete nel settore marittimo riguardo alla futura disponibilità ed idoneità ed al futuro costo del carburante ed agli effetti sui traffici globali e sul trasporto marittimo che ciò comporterà" afferma Adams.

Secondo una recensione del broker marittimo con sede a Londra Clarksons, solo il 4% circa della flotta marittima mondiale si è messo in lista per l'installazione di scrubber in tempo per l'IMO 2020 e tuttavia questo tonnellaggio aumenterà sino a qualcosa come il 10%.

Significativamente, peraltro, la Clarksons nota che il 32%, quasi un terzo del registro delle ordinazioni di navi, sarà dotata di scrubber, dal momento che si tratta di uno strumento più conveniente per installare i sistemi nella fase di costruzione rispetto a quella dell'aggiornamento, cosa che comporterebbe che la nave rimanesse fuori servizio sino a sei settimane.

La CSA 2020, che rappresenta oltre 30 compagnie di navigazione mercantile e passeggeri, afferma che i propri associati avevano effettuato investimenti per preparare le loro navi alle regole dell'IMO 2020, che "avallano l'uso di scrubber a circuito aperto e chiuso in tutte le acque".

"Vedere la Commissione che fa questo passo… è più che deludente" afferma Adams.

Singapore è di gran lunga il porto di maggior profilo ad avere vietato l'uso di scrubber a circuito aperto nelle proprie acque dal 1° gennaio 2020, ma anche diversi altri porti stanno valutando l'adozione di divieti in tal senso.

Tuttavia, secondo alcuni esperti, il divieto in pratica comporterà un impatto minimo sull'economia degli scrubber installati sulle navi marittime, dato che esse sono già dovute passare ai serbatoi con basso contenuto di zolfo quando percorrono le SECA (aree di controllo delle emissioni solforose).

Nonostante il potenziale divieto per gli scrubber a circuito aperto in porto, poiché si prevede che la differenza di prezzo fra l'olio combustibile ad elevato contenuto di zolfo e quello a basso contenuto solforoso sarà di circa 200 dollari USA a tonnellata, i "vincitori" dell'IMO 2020 nel settore del trasporto marittimo di linea potrebbero essere i vettori come la MSC e la Evergreen che dispongono di una strategia favorevole agli scrubber.

Inoltre, i broker con cui The Loadstar ha parlato di recente stanno già puntando ad un mercato del noleggio a due livelli dal prossimo mese di gennaio, nel quale le navi dotate di tecnologia di filtri di depurazione si aspettano di imporre un notevole sovrapprezzo di noleggio giornaliero.
(da: theloadstar.co.uk, 20 febbraio 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile