testata inforMARE
4 ottobre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
16:17 GMT+2


CENTRO INTERNAZIONALE STUDI CONTAINERSANNO XXXVII - Numero 30 APRILE 2019

SICUREZZA E PROTEZIONE

LA CAMPAGNA PER UNA MAGGIORE SICUREZZA DEI CONTENITORI DEVE CONCENTRARSI IN PRIMO LUOGO SULLE MERCI PERICOLOSE

I recenti rapporti sugli incendi a bordo di portacontainer si sono ancora una volta concentrati sulle questioni di sicurezza nella filiera distributiva containerizzata correlate allo scorretto trattamento delle merci pericolose.

La nascente campagna Cargo Integrity avviata dall'assicuratore internazionale di trasporti e logistica TT Club ha di conseguenza conseguito un rinnovato impeto.

Il recente incendio a bordo della Yantian Express, i particolari relativi alla decisione definitiva riguardo all'esplosione della MSC Flaminia a luglio del 2012 e le indagini in corso sull'incendio della Maersk Honan stanno attualmente ottenendo i titoli di testa fra le notizie.

Poi recentemente è giunta la notizia che la Grande America ha subito un incendio di contenitori nel Golfo di Biscaglia e di conseguenza è affondata.

Questi pericolosi incidenti non solo frequentemente sono costati vite umane, milioni di dollari in perdite del carico e danni alle navi, ma hanno comportato altresì notevoli ritardi nelle filiere distributive delle merci con la conseguenza di importanti perturbazioni in numerosi settori industriali in questi giorni di "giusto in tempo".

Peraltro, questi incidenti sono soltanto la punta dell'iceberg di una mancata sicurezza.

Prendendo in esame il segmento marittimo della filiera distributiva globale, si stima che un serio incendio su una portacontainer in mare si verifichi in media ogni 60 giorni, per quanto ci siano già stati quattro incidenti di incendi relativi al carico nel 2019.

Inoltre, le registrazioni del TT Club indicano che nell'intero spettro intermodale il 66% degli incidenti correlati ai danni al carico può essere attribuito ad una cattiva prassi nel processo di imballaggio complessivo; non solo nel fissaggio ma anche nell'identificazione, nella dichiarazione, nella documentazione del carico nonché in relazione ad un efficace trasferimento dei dati.

Il costo calcolato di queste richieste di risarcimento nel settore assicurativo dell'aviazione e nel trasporto marittimo oltrepassa i 500 milioni di dollari USA all'anno.

Tutti i tipi di carico possono essere gestiti male, e comunque le derrate pericolose classificate, etichettate, imballate in modo sbagliato o semplicemente identificate in modo impreciso portano in sé il maggior potenziale di rischio di disastro.

La stima del grado di mancanza di conformità alle migliori pratiche a tale riguardo non è semplice.

La ICHCA International, associazione degli operatori di movimentazione dei carichi, ha calcolato che dei 60 milioni di contenitori imballati movimentati ogni anno, il 10% ovvero sei milioni sono dichiarati come merci pericolose.

Le informazioni derivanti dalle ispezioni governative pubblicate (che sono invariabilmente sbilanciati verso i carichi di merci pericolose dichiarati) suggeriscono che il 20% di essi sono imballati male o identificati in modo scorretto.

Ciò si traduce in 1,3 milioni di potenzialmente instabili container di merci pericolose che viaggiano attorno al mondo ogni anno.

Peregrine Storrs-Fox, direttore gestione rischio del TT Club, sottolinea che la portata del rischio è elevata se si prendono in considerazione consegne di merci pericolose non dichiarate o erroneamente dichiarate.

"In questi casi una stima dei volumi è più confusa.

Un'indicazione è stata data mediante il lavoro di un vettore containerizzato, la Hapag-Lloyd, che ha sviluppato un algoritmo per l'analisi delle caratteristiche al fine di cercare un proprio sistema di prenotazione per le potenziali scorrette dichiarazione delle derrate.

I risultati del Cargo Patrol, se estrapolati in relazione ai trasporti di tutte le linee di navigazione, conducono ad una ragionevole stima di oltre 150.000 contenitori instabili nella filiera distributiva ogni anno".
(da: bulk-distributor.com, 9 aprile 2019)



DALLA PRIMA PAGINA
Il governo finlandese vieta ad Helsinki Shipyard di esportare un nuovo rompighiaccio in Russia
Helsinki
Il mezzo navale è stato ordinato a fine 2021 dalla russa Nornickel
Il progetto “Women in Transport - the challenge for Italian Ports” compie un anno
Roma
Giampieri (Assoporti): la portualità deve essere protagonista anche nella lotta contro le disuguaglianze
MIMS, contributi all'acquisto di nuovi mezzi per il trasporto ferroviario delle merci
Roma
Fondi per 55 milioni di euro del Piano Complementare
Lomar Shipping ha comprato la tedesca Carl Büttner
Londra
Transazione del valore di quasi 160 milioni di dollari
La società armatrice Lomar Shipping del
Installato nel porto di Barcellona un nuovo sistema radar per migliorare la sicurezza del traffico marittimo
Barcellona
Monitoraggio istantaneo e preciso dei movimenti delle navi all'esterno e all'interno dello scalo
Il porto di Barcellona è stato dotato di un nuovo sistema radar per la sorveglianza e
In Svizzera i finanziamenti al servizio ferroviario transalpino di autostrada viaggiante sono stati estesi sino al 2026
Chiasso
RAlpin auspica che la scadenza sia prorogata a fine 2028
CDP, Intesa Sanpaolo e BEI concedono a La Spezia Container Terminal un finanziamento di 160 milioni
Transport & Environment, gli e-fuels per alimentare gli autoveicoli sono un bluff
Bruxelles
Nel 2035 - sottolinea l'organizzazione - potranno alimentare non più del 2% delle vetture europee. Aneris: è fondamentale che l'utilizzo dei carburanti sintetici sia destinato solo al settore aereo e a quello marittimo
È on-line la rinnovata edizione di inforMARE, da sempre quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
Genova
Sviluppata sulla base di una piattaforma proprietaria, offre nuove molteplici informazioni e opportunità ai lettori, agli studiosi e agli inserzionisti
Le associazioni marittimo-portuali europee chiedono di destinare al settore i proventi generati dall'inclusione dello shipping nell'UE ETS
Bruxelles
Lettera congiunta di ECSA, Advanced Biofuels Coalition, CLECAT, CLIA, ENMC, eFuel Alliance, ESC, ESPO, EWABA, FEPORT e SEA Europe
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Una delegazione della svizzera Groupement Fer ha visitato il porto di Genova
Genova
Dal 2018 il servizio ferroviario Southern Express di PSA Italy tra Genova e Basilea ha trasportato oltre 23.000 container
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
MEETINGS
Convegno “Riparazioni navali in crescita: investimenti per il futuro di Genova”
Si terrà il 23 settembre nel capoluogo ligure
Dal 26 settembre al primo ottobre la quinta edizione della Naples Shipping Week
Il programma un calendario di 40 eventi
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Private developers sought for Dhalkout Port
(Oman Daily Observer)
Le secrétaire général de l'Elysée, Alexis Kohler, mis en examen pour "prise illégale d'intérêts"
(franceinfo)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf
Mobile