testata inforMARE
6 dicembre 2022 - Anno XXVI
Quotidiano indipendente di economia e politica dei trasporti
10:54 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Il Nuovo
Piano Generale dei Trasporti



CAPITOLO 5 I SERVIZI DI TRASPORTO PASSEGGERI A MEDIA E LUNGA PERCORRENZA

Nei servizi di trasporto passeggeri a media e lunga percorrenza rientrano gli spostamenti superiori ai 50 km.

La domanda di mobilità ha registrato negli ultimi anni un continuo incremento. Le diverse modalità di trasporto operano in complementarità o competizione, a seconda delle classi di distanza. Schematicamente:

nel segmento degli spostamenti inferiori ai 100 km il mercato è tendenzialmente dominato dal trasporto privato, in diretta concorrenza con i servizi di autobus e i servizi ferroviari;

tra i 100 e i 400 – 500 km il treno rappresenta il mezzo più usato, soprattutto se si raggiungono soddisfacenti livelli di qualità. Ovviamente la competizione del mezzo aereo si accresce con l'aumento delle distanze. L'automobile rappresenta un mezzo comune soprattutto in alcune circostanze (turismo, molteplicità di persone che viaggiano insieme). In questo contesto sono in forte sviluppo i servizi di bus di linea;

oltre i 400 - 500 km si accentua considerevolmente la competitività del mezzo aereo sul treno e sull'auto.

 

5.1 Le caratteristiche dei diversi comparti

Il trasporto su gomma (nazionale e interregionale di linea) ha registrato un costante incremento non solo nelle tratte di medio e lungo raggio dove non è disponibile un servizio ferroviario sufficientemente competitivo per qualità e frequenza, ma spesso anche nelle tratte con servizi ferroviari di buona qualità. Gestito in regime di concessione e sussidiato, esso presenta elevata competitività per il livello delle tariffe, la flessibilità e la qualità. Si dovrebbero studiare eventuali proposte di riforma delle concessioni, basate sulla liberalizzazione più o meno avanzata del mercato.

Il trasporto ferroviario ha caratteristiche differenziate: i servizi Eurostar e Intercity hanno soddisfacenti livelli di qualità e una potenziale redditività tale da rendere possibile una privatizzazione in tempi medi. Appare invece non realistica la possibilità di gestire in una logica di mercato i servizi espressi, e in particolare quelli notturni, a causa dei marginali livelli di redditività. La qualità dei servizi sulle direttrici meridionali è più bassa che sul resto del territorio, e questo costituisce un divario da colmare. Il sistema tariffario basato sulla distanza chilometrica è la negazione della logica di mercato; la sua sostituzione con una logica commerciale costituisce la condizione necessaria allo sviluppo del settore.

Con il processo di liberalizzazione il trasporto aereo ha registrato un costante e rapido aumento su tutte le rotte, a un ritmo superiore a quelli delle altre modalità di trasporto. La dotazione infrastrutturale appare sufficiente specie al Centro nord ed in alcuni casi è sottoutilizzata. Il prossimo potenziamento degli aeroporti di Catania, Bari, Cagliari e Napoli doterà anche il Sud di una rete adeguata.

Il trasporto marittimo riguarda soprattutto i collegamenti con le isole maggiori, anche se in prospettiva l'introduzione di mezzi ad alta velocità potrebbe consentire lo sviluppo di tratte a lunga percorrenza sulle direttrici nord – sud del Tirreno e dell'Adriatico, in valida alternativa ai mezzi privati su gomma, al treno e all'aereo, ossia fare del cabotaggio una modalità complementare. Ulteriori sviluppi potrebbero essere causati dal miglioramento della gestione dei porti grazie alle nuove leggi e dal probabile ingresso di nuovi operatori a seguito della liberalizzazione del cabotaggio su scala europea, avvenuta nel gennaio 1999.

La crocieristica e la nautica da diporto sono ormai un mercato a dimensione globale in fortissima crescita. L'elevata concentrazione geografica tende ad aumentare la competitività sia tra gli scali italiani, sia rispetto a quelli esteri. Sono in corso investimenti per potenziare le stazioni marittime in diversi porti. Il mercato è dominato da poche, grandi compagnie turistiche internazionali che operano su scala mondiale. Gioca dunque un ruolo particolare la competitività dei costi di attracco e di sosta, la tipologia dei collegamenti disponibili, la vicinanza con i centri turistici. La gestione delle stazioni marittime tende ad avvicinarsi sempre più a quella aeroportuale.

In rapporto con gli altri paesi del Mediterraneo, l'Italia è in forte ritardo sul mercato della nautica da diporto. Sebbene siano in corso investimenti per la costruzione e il potenziamento di molti porti lungo le nostre coste, è necessario promuovere la costruzione di porticcioli turistici soprattutto nel Mezzogiorno.

 

5.2 Aspetti critici del settore

Per uno sviluppo del mercato in senso concorrenziale è necessario parificare le condizioni di operatività. Uno degli aspetti critici è infatti la presenza di società con caratteristiche e regole diverse. La ferrovia è in regime di monopolio, nel trasporto aereo la concorrenza tarda a dispiegarsi, nel trasporto collettivo su strada una molteplicità di operatori tende a inserirsi in maniera non adeguatamente controllata in nicchie di mercato, nel trasporto marittimo il mercato è stato appena aperto ai vettori europei.

Occorre dunque una armonizzazione delle regole per la concorrenza, ai fini della creazione di un vero e proprio mercato intermodale. A questo fine è necessario stimolare la concorrenza all’interno di ciascuna modalità, anche come leva per accrescere la competitività tra le diverse modalità, mediante prezzi basati su costi efficienti e la qualità dei servizi.

Nel trasporto ferroviario i problemi di qualità riguardano la puntualità, il mediocre stato del materiale rotabile (ad eccezione dei treni eurostar) sia per anzianità che per scarsa manutenzione e infine i servizi alla clientela. Qualunque investimento rischia di essere vanificato senza uno sforzo preciso in questa direzione e in particolare verso una migliore manutenzione delle linee, degli impianti e del materiale rotabile. E’ per questa ragione che la emananda direttiva di Governo sulle FS impone che a questo tema sia dedicata priorità nel piano d’impresa che dovrà essere predisposto.

Nel trasporto aereo è necessaria una maggiore apertura dei mercati e la moltiplicazione dei collegamenti diretti tra scali. L'ingresso di nuovi operatori ha favorito una riduzione delle tariffe soltanto su poche tratte mentre sulle altre, dove permangono condizioni di monopolio, i livelli sono molto elevati.

Sebbene il sistema stradale e autostradale su cui insiste il trasporto su gomma abbia dotazioni infrastrutturali di buona qualità – ad eccezione di alcune aree del Mezzogiorno - il servizio all'utenza potrebbe essere migliorato intervenendo sul livello di sicurezza di alcune tratte; riducendo la congestione – anche con la costruzione di opere - su alcuni tronchi; favorendo maggiore concorrenza tra le società autostradali che operano in concessione, con possibili vantaggi tariffari per gli utenti; e infine introducendo innovazioni telematiche e informatiche nella gestione delle informazioni, nella riscossione del pedaggio, nel grado di integrazione con altri sistemi di trasporto.

Nel trasporto marittimo la qualità del servizio dipende da fattori stagionali, con disfunzioni e disservizi nelle fasi di picco della domanda. Anche in questo caso la qualità potrebbe migliorare con l'ingresso di nuovi operatori e la crescita della concorrenza. I collegamenti con la Sicilia e in particolare lo stretto di Messina dipendono dalle decisioni che saranno prese circa la costruzione di un sistema di collegamento stabile tra le due sponde.

In conclusione, miglioramenti di qualità dei servizi di trasporto nella media e lunga percorrenza sono ottenibili puntando sui seguenti elementi:

lo sviluppo della intermodalità anche nel trasporto passeggeri, da ottenersi soprattutto attraverso l'applicazione delle regole della logistica come nel trasporto delle merci. Occorre sviluppare una maggiore integrazione delle reti a lunga percorrenza con quelle urbane e metropolitane (cadenzamento e armonizzazione degli orari, integrazione tariffaria, rilancio del ruolo delle stazioni ferroviarie, creazione di parcheggi di scambio); favorire la trasformazione degli aeroporti in piattaforme intermodali - come negli aeroporti europei - mettendoli in rete non solo con i sistemi stradale e autostradale, ma anche con quello ferroviario (per il trasporto locale, regionale e a lunga percorrenza); interconnettere i terminal portuali con quelli ferroviari;

il tendenziale superamento degli attuali assetti monopolistici e oligopolistici;

l'individuazione di standard di qualità dei servizi a tutela del cittadino – utente, con forme di controllo e di valutazione adeguate su scala europea. La recente predisposizione dei criteri per le Carte dei servizi a cui dovranno adeguarsi gli operatori dei vari settori costituisce un passo importante;

l'introduzione di moderni sistemi informatici e di telecomunicazione a supporto della sicurezza e per semplificare l'accesso ai servizi: semplicità nelle informazioni, nuovi sistemi di prenotazione e acquisto dei biglietti, maggiore integrazione tra le diverse modalità di trasporto (unico biglietto treno - aereo nei collegamenti tra aeroporti e aree urbane, check in dei bagagli nelle stazioni di partenza e arrivo).

Sulla base dei problemi esposti sono necessari approfondimenti su alcuni aspetti critici:

definire per le varie modalità le azioni necessarie ad armonizzare le regole della concorrenza e quindi a realizzare un vero mercato;

uniformare i sistemi tariffari nelle diverse modalità e valutare gli effetti su prezzi e tariffe dei processi di liberalizzazione nei comparti ferroviario ed aereo, con riferimento alle esperienze straniere;

definire le modalità per la piena integrazione delle infrastrutture e dei servizi extraurbani con quelli urbani e metropolitani;

valutare l'opportunità di fornire servizi ferroviari veloci, integrati con i servizi aerei, in corrispondenza con i principali aeroporti;

approfondire il legame tra qualità e prezzo del servizio, accertando lo stato di attuazione della Carta dei servizi.



INDICE
›››Archivio
DALLA PRIMA PAGINA
AGCM, il processo di selezione dei concessionari portuali non dovrebbe prendere le mosse esclusivamente dall'istanza del soggetto interessato
Roma
Illustrate le considerazioni in base alle quali è stata respinta la richiesta di Caronte & Tourist di realizzare un sistema di approdo per la rotta Reggio Calabria-Messina
A Venezia le navi da crociera di lusso di piccola dimensione approderanno al terminal di Fusina
Venezia
Accordo tra Venice Ro-Port Mos e Venezia Terminal Passeggeri
Attivato il nuovo corridoio ferroviario merci fra Turchia e Uzbekistan
Tashkent
Attraversa i territori di Iran e Turkmenistan
La società ferroviaria merci austriaca RCG istituisce una propria filiale in Cina
Vienna
L'azienda gestisce circa 600 treni all'anno lungo la Nuova Via della Seta
ESPO, l'applicazione dell'EU ETS al trasporto marittimo deve essere monitorata da subito
Bruxelles
Ryckbost: il dirottamento di navi verso porti extra-UE e il trasferimento modale verso la strada devono essere visti come fallimenti
Il governo di Podgorica punterebbe ad una fusione tra Luka Bar e Port of Adria
Podgorica
La società che gestisce il porto di Bar ha evidenziato più volte la necessità di riappropriarsi delle aree gestite dal gruppo turco GPH
Approvato il progetto di costruzione del nuovo container terminal di TIL/MSC nel porto di Valencia
Valencia
L'investimento complessivo darà di quasi 1,6 miliardi di euro
CER, ERFA, UIP, UNIFE e UIRR esortano l'UE a porre le condizioni per la crescita del trasporto ferroviario delle merci
Bruxelles
Invito ai ministri dei Trasporti dell'Unione Europea a far proprie le ambizioni espresse dalla Commissione
Porto di Gioia Tauro, riduzione delle tasse d'ancoraggio per promuovere i traffici
Gioia Tauro
Destinata a tale scopo la somma di un milione di euro
Il primo gennaio Hapag-Lloyd applicherà una riduzione del surcharge Marine Fuel Recovery
Amburgo
La diminuzione, dopo tre trimestri di aumenti, sarà generalizzata
Federagenti rileva l'urgenza di proteggere i porti dai fenomeni climatici avversi
Roma
Annunciato un appello circostanziato ai ministeri competenti, primo fra tutti quello del Mare
Anche i risultati della tailandese RCL mostrano il rallentamento del mercato dello shipping containerizzato
Bangkok
Nel periodo luglio-settembre i ricavi sono aumentati del +53%
L'Agenzia per il Lavoro Portuale della Sardegna continuerà ad operare per altri tre anni
Cagliari
L'AdSP della Sardegna afferma che quello del lavoro portuale è un settore che gode di ottima salute
FEPORT, oltre che dell'effetto delle norme ambientali, è preoccupata di quello della possibile proroga del regolamento di esenzione per categoria per i consorzi di linea
Bruxelles
La federazione invita la Commissione UE a tenere conto dell'impatto dei sistemi Big Data e della Business Intelligence & Analytics sull'ambiente competitivo
ECSA è soddisfatta dell'esito del primo trilogo sull'inclusione dello shipping nell'EU ETS
Bruxelles
Ora - ha sottolineato il relatore del Parlamento europeo Liese - siamo vicini ad un accordo formale. Per Assarmatori, il bicchiere è mezzo vuoto
Sbarcato a Savona un carico di grano proveniente dall'Ucraina
Savona
È il primo a giungere in Liguria dall'inizio del conflitto
I porti turchi chiuderanno il 2022 con un'ulteriore crescita del traffico delle merci
Ankara
Atteso un totale di 545 milioni di tonnellate rispetto ai 526 milioni dello scorso anno
Gara per la vendita della terza nave da crociera ordinata da Swan Hellenic a Helsinki Shipyard
Helsinki
È lunga 125,0 metri e larga 24,3 metri
Partnership della giapponese NYK e dell'indonesiana PIS incentrata sul trasporto marittimo di GNL
Tokyo
L'intesa include altri segmenti d'attività, tra cui le rinfuse petrolifere e le FSRU
Federlogistica, giù le mani del Ministero dei Beni culturali dalla blue economy
Roma
Merlo: non possono non generare grande preoccupazione le recenti dichiarazioni del sottosegretario Sgarbi
Aumento dei costi e concomitante riduzione dei traffici pongono sotto pressione i terminalisti portuali italiani
PROSSIME PARTENZE
Visual Sailing List
Porto di partenza
Porto di destinazione:
- per ordine alfabetico
- per nazione
- per zona geografica
Dal porto di Rijeka è partito il primo servizio ferroviario regolare per il mercato austriaco
Rijeka
Avvio del treno blocco dall'Adriatic Gate Container Terminal
Nel terzo trimestre l'indice del fatturato dei servizi di trasporto e magazzinaggio ha registrato una crescita congiunturale del +3,9%
Roma
La variazione tendenziale è del +19,9%
Il Propeller Club di Salerno ha sviscerato le problematiche e le opportunità offerte dal cold ironing
Salerno
Il PNRR destina 700 milioni a 34 porti per l'elettrificazione delle banchine
Lloyd's Register ha ottenuto l'autorizzazione ad ispezionare il naviglio italiano adibito a viaggi nazionali
Londra
Il gruppo britannico potrà agire in qualità di ente tecnico ed organismo tecnico riconosciuto
Il BIMCO prevede che il trend di indebolimento del mercato dello shipping containerizzato si protrarrà nel 2023 e nel 2024
Bagsværd
I carrier, pur di riempire le navi, potrebbero innescare una spirale di discesa dei noli
Hupac incrementerà la frequenza del servizio intermodale Rotterdam-Pordenone
Chiasso
Salirà da tre a cinque rotazioni a settimana
Assarmatori, le tempistiche di applicazione dell'ETS per il trasporto marittimo, in particolare per le Autostrade del Mare, e per il trasporto stradale devono essere allineate
Roma
Messina: è necessario prevenire pericolosi, e potenzialmente irreversibili, fenomeni di trasferimento modale
MSC ha preso in consegna il proprio primo aereo cargo
Ginevra
Verrà impiegato tra Cina. USA, Messico ed Europa
La russa Uralchem sta realizzando un terminal portuale a Taman, in Crimea, per l'esportazione di ammoniaca
Mosca
Dovrebbe diventare operativo entro la fine del 2023
L'indiana Allcargo Logistics acquisisce il 75% del consolidatore tedesco Fair Trade
Mumbai
Investimento di circa 12 milioni di euro
Grimaldi potenzierà i collegamenti con la Grecia
Bari
La frequenza della linea Venezia - Bari - Patrasso diverrà giornaliera
Progetto per la produzione a bordo delle navi di idrogeno pulito e carbonio solido dal metano
Helsinki
Accordo tra le finlandesi Wärtsilä e Hycamite
Bucchioni: SNAM ha diritto di sviluppare la sua attività, ma il porto della Spezia ha il diritto di decidere come utilizzare le proprie infrastrutture
La Spezia
I terminal ex art.16 e art.18 - ha ricordato il presidente degli agenti marittimi - sono le imprese titolate a svolgere le operazioni di imbarco-sbarco merci
Nel terzo trimestre il traffico delle merci nel porto marocchino di Tanger Med è cresciuto del +19%
Ksar El Majaz
Nei primi nove mesi del 2022 l'incremento è stato del +11%
PORTI
Porti italiani:
Ancona Genova Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Livorno Taranto
Cagliari Napoli Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venezia
Interporti italiani: elenco Porti del mondo: mappa
BANCA DATI
ArmatoriRiparatori e costruttori navali
SpedizionieriProvveditori e appaltatori navali
Agenzie marittimeAutotrasportatori
MEETINGS
Genova, workshop “Nuove energie ai porti”
Genova
Si terrà venerdì a Palazzo San Giorgio
Interporto di Nola, convegno su ZES e logistica
Nola
Si terrà il 3 novembre
››› Archivio
RASSEGNA STAMPA
Exclusive: India to offer incentives to boost shipbuilding industry - sources
(Reuters)
Lichtblick für Seehäfen
(junge Welt)
››› Archivio
FORUM dello Shipping
e della Logistica
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› Archivio
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail
Partita iva: 03532950106
Registrazione Stampa 33/96 Tribunale di Genova
Direttore responsabile Bruno Bellio
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso dell'editore
Cerca su inforMARE Presentazione
Feed RSS Spazi pubblicitari

inforMARE in Pdf Archivio storico
Mobile