testata inforMARE

24 ottobre 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 01:11 GMT+2

4. Il potenziamento
del sistema portuale
di Vado Ligure


Lo sviluppo delle infrastrutture e
una nuova organizzazione delle at-
tività commerciali, all'interno del
bacino di Vado, rappresentano
un'esigenza imprescindibile, la cui
attuazione è svincolata dall'evolu-
zione del bacino portuale di Savo-
na. Infatti, le iniziative di riquali-
ficazione di parte del bacino prin-
cipale implicano una riconfigura- 

ciale pesante sulla viabilità ordina-
ria.
Parallelamente al potenziamento
delle infrastrutture, si darà attua-
zione ad una serie di concertate
azioni per sfruttare adeguatamen-
te le potenzialità già esistenti. In
particolare, dal punto di vista del-
la razionalizzazione dei processi di
distribuzione delle merci, si do-
vranno creare le condizioni per
portare l'interporto ai massimi
livelli di operatività: purtroppo,
l'interporto -anche se progetta-
to tempestivamente e pur

za di efficienti infrastrutture di rac-
cordo con la rete autostradale e
ferroviaria, che rendono meno gra-
voso l'impatto del traffico commer-
zione delle attività commerciali esi-
stenti, ma solo in minima parte pre-
vedono un trasferimento delle at-
tività (per esempio le autovetture)
verso Vado Ligure.
Le iniziative e gli investimenti su
Vado hanno dunque motivazioni
autonome e indipendenti dall’evo-
luzione dello scalo di Savona: esi-
stono significativi margini per
l'espansione delle opere marittime
(che nel capoluogo, invece, trove-
ranno il loro assetto definitivo con
il completamento della Darsena Alti
Fondali); inoltre il porto presenta
una felice collocazione rispetto al
tessuto urbano, a causa della po-
sizione decentrata e della presen-

avendo costituito per lungo
tempo l'unica struttura logisti-
ca italiana contigua ad uno
scalo marittimo- non ha potuto
ancora esercitare appieno la
fondamentale funzione di anello di
congiunzione intermodale tra il
porto e i mercati interni.
A integrazione del ruolo dell'inter-
porto si è cercato di seguire con
particolare attenzione l'iter parla-
mentare relativo al progetto di isti-
tuzione di una Zona Franca nel Co-
mune di Vado Ligure, in posizione
baricentrica tra l'interporto e le
aree demaniali e industriali.
Infine si sta consolidando la voca-
zione del porto legata ad attività
correlate ai traghetti, che ha tro-
vato un favorevole riscontro tra gli
enti locali interessati, mentre si sta
delineando un crescente interesse

Indice Prima pagina  Forum
   Indice documento  precedente  seguente

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail