ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

13 giugno 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 20:00 GMT+2



28 maggio 2021

Hapag-Lloyd sarebbe in trattative con APM Terminals per acquisire il 30% del container terminal di Wilhelmshaven

La compagnia valuterebbe anche la possibilità di trasferirvi un servizio di linea che attualmente fa scalo ad Amburgo

La compagnia di navigazione tedesca Hapag-Lloyd sarebbe in trattative con APM Terminals, la società terminalista del gruppo armatoriale danese A.P. Møller-Mærsk, per acquisire la partecipazione che quest'ultima detiene nella Eurogate Container Terminal Wilhelmshaven, l'impresa che gestisce il container terminal del porto di Wilhelmshaven, lo scalo portuale che è entrato in attività nell'aprile 2012 ed è stato realizzato con lo scopo di dotare la Germania di uno scalo portuale in acque profonde.

Lo svolgimento delle trattative è stato rivelato dall'agenzia di stampa tedesca dpa che ha annunciato che Hapag-Lloyd sta valutando la possibilità di rilevare il 30% del capitale della società terminalista di Wilhelmshaven che è di proprietà della APM Terminals, mentre il restante 70% è detenuto dalla società terminalista tedesca Eurogate. L'agenzia di stampa ha specificato che Hapag-Lloyd starebbe anche valutando l'opportunità di spostare nel 2023 a Wilhelmshaven un servizio di linea che attualmente fa scalo al porto di Amburgo, trasferimento che per Amburgo significherebbe la perdita di un traffico che arriva a 250mila teu all'anno.

Nei primi tre mesi del 2021 il traffico dei container movimentato dal terminal del porto di Wilhelmshaven è stato pari a 134mila teu, con un incremento del +26,9% sul primo trimestre dello scorso anno.

Salerno Container Terminal

Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail