ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

23 ottobre 2021 Il quotidiano on-line per gli operatori e gli utenti del trasporto 05:47 GMT+2



30 luglio 2021

Nel secondo trimestre del 2021 il traffico delle merci nel porto di Trieste è aumentato del +16,4%

In calo container e rinfuse secche. Aumento degli altri flussi di carichi

Grazie all'incremento del +16,4% del traffico movimentato nel secondo trimestre che ha quasi compensato la flessione del -17,3% registrata nel trimestre precedente, nell'intero primo semestre del 2021 il volume di merci passato attraverso il porto di Trieste ha segnato una diminuzione del -1,9% essendo state movimentate 25,7 milioni di tonnellate rispetto a 26,3 milioni di tonnellate nei primi sei mesi dello scorso anno.

Nel solo secondo trimestre di quest'anno lo scalo portuale giuliano ha movimentato globalmente 13,9 milioni di tonnellate rispetto a 12,0 milioni nel periodo aprile-giugno del 2020. Nel solo segmento delle merci varie il totale è stato di 4,2 milioni di tonnellate, con un incremento del +14,3% che è stato generato dalle crescite del +64,7% e del +19,7% rispettivamente dei rotabili e delle merci varie, attestatesi a 2,1 milioni e 222mila tonnellate, mentre le merci containerizzate hanno segnato un calo del -14,2% scendendo a 1,9 milioni di tonnellate, con una movimentazione dei container che è stata pari a 172mila teu (-12,4%). In deciso rialzo inoltre, dopo cinque trimestri conseguitivi di riduzione, il traffico delle rinfuse liquide che è ammontato a 9,6 milioni di tonnellate (+18,8%). Le rinfuse solide sono calate del -44,7% a 108mila tonnellate.

Nella prima metà del 2021 nel settore delle merci varie sono state movimentate 8,6 milioni di tonnellate di carichi, con un aumento del +11,2% sullo stesso periodo dello scorso anno, di cui 4,2 milioni di tonnellate di merci in container (-4,1%) totalizzate con una movimentazione di contenitori pari a 368mila teu (-2,3%), 4,0 milioni di tonnellate di rotabili (+35,7%) e 392mila tonnellate di merci convenzionali (-4,2%). Il totale delle rinfuse liquide è stato di oltre 16,9 milioni di tonnellate (-7,2%), incluse 16,6 milioni di tonnellate di petrolio grezzo (-7,0%), 335mila tonnellate di prodotti petroliferi raffinati (-19,5%) e 40mila tonnellate di prodotti chimici (+55,4%). Nel comparto delle rinfuse solide il traffico è stato di 237mila tonnellate (-22,4%), di cui 119mila tonnellate di prodotti metallurgici (-22,2%), 70mila tonnellate di cereali (-29,1%), 33mila tonnellate di minerali e materiali da costruzione (+100,0%) e 15mila tonnellate di altre rinfuse secche (-31,8%). Il traffico dei passeggeri ha segnato una decisa ripresa, con quasi 10mila persone movimentate dai servizi marittimi regolari (+765,0%) e con meno di 7mila crocieristi rispetto a solo 200 nella prima metà del 2020 quando la pandemia di Covid-19 aveva avuto il suo maggiore impatto negativo proprio su questa tipologia di attività.

Nel primo semestre del 2021 il porto di Monfalcone, anch'esso amministrato dall'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, è stato di oltre 1,4 milioni di tonnellate (+3,0%), di cui 1,2 milioni di tonnellate di rinfuse solide (+12,1%).



Leggi le notizie in formato Acrobat Reader®. Iscriviti al servizio gratuito.


Cerca il tuo albergo
Destinazione
Data di arrivo
Data di partenza








Indice Prima pagina Indice notizie

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genova - ITALIA
tel.: 010.2462122, fax: 010.2516768, e-mail