ShipStore web site ShipStore advertising
testata inforMARE
ShipStore web site ShipStore advertising

08 December 2021 The on-line newspaper devoted to the world of transports 14:24 GMT+1






INDICE relazione all'assemblea annuale A.N.CA.NA.P. 2003


3. Domanda di nuove costruzioni

Anno 2001

Nel 2001 la domanda di nuove costruzioni ha subito una consistente flessione rispetto al 2000, passando da 29.5 milioni a 23 milioni di TSLC1. Gli ordini hanno riguardato prevalentemente la costruzione di petroliere, porta container e LNG2 con una flessione del 27% nel segmento del trasporto standard (tankers, general cargo, container, bulk carriers, pari a 13.5 milioni di TSLC) e una contrazione del 4% (ma con un aumento del 45% rispetto al 1999) nel segmento del trasporto high-tech (ro-ro, ferry, non cargo, chemical, LPG, LNG3).

Anno 2002 (1/1 - 30/9 2002) Nuovi ordini

A livello mondiale, nel corso dei primi nove mesi del 2002, gli ordini di navi da trasporto sono stati di 13.4 milioni di TSLC, con un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 20014. La contrazione maggiore (-26%) si è registrata nel segmento del trasporto standard (tankers, general cargo, container, product, bulk), con la sola eccezione delle bulk carrier, che, in controtendenza, hanno registrato un incremento della domanda del 40%.

Gli ordini di nuove costruzioni nei segmenti high-tech si sono assestati a 4.6 milioni di TSLC, con un calo del 12% rispetto allo stesso periodo del 2001; in crescita la domanda di ro-ro (+42%) ferries (+17%) e chemical carrier (+18%). In calo la domanda di LPG e LNG.

Domanda Mondiale Trasporto hi-tech
1999 - sett. 20025

A livello europeo, i primi 9 mesi del 2002 mostrano un quadro preoccupante per l'ulteriore caduta (dal 13 al 9%) della quota di nuovi ordini mondiali acquisita dalla cantieristica europea. Il dato è ancora più allarmante se si considera che la riduzione della quota di mercato ha colpito, per la prima volta in misura consistente, il comparto delle navi high-tech, in cui la riduzione è stata di ben 12 punti percentuali6.

Tale contrazione, non riconducibile unicamente alla temporanea sospensione del mercato delle crociere, denuncia una perdita di competitività della navalmeccanica europea nella fascia di mercato in cui ha sempre primeggiato. Corea e Giappone, infatti, hanno conquistato il 62% della domanda di navi ad alto contenuto tecnologico, in parte anche grazie alle ulteriori riduzioni di prezzo praticate dai cantieri coreani, decisi ad assumere una posizione dominante anche in questo settore.

I cantieri del Sud Est asiatico continuano a portare avanti una politica di mercato basata su pesanti riduzioni dei prezzi. Questi ultimi, infatti, hanno raggiunto livelli così bassi da non coprire neppure i costi diretti di produzione, come confermato anche dal Sesto Rapporto sulla cantieristica pubblicato a novembre 2002 dalla Commissione Europea.

Vale la pena di ricordare che nel 2002 i cantieri coreani hanno esportato navi per un valore di 10,5 miliardi di dollari USA, con un incremento del 9% rispetto al 2001, secondo quanto comunicato dal Ministero della Marina Mercantile Coreana, che prevede un 2003 ancora migliore. Il carnet ordini della Corea è costituito alla fine del 2002 da 230 navi (7,6 milioni di TSLC) contro 185 navi (6,4 miliardi di TSLC) nello stesso periodo del 2001.


1 Awes, Annual Report 2001 - 2002
2 Awes, Annual Report 2001 - 2002
3 Assonave, Notiziario n. 1, 2002
4 Assonave, Lettera notiziario 2002 n.4
5 Assonave, Lettera notiziario 2002 n.4
5 Assonave, Comitato Esecutivo del 27 Novembre 2002


--- INDICE relazione all'assemblea annuale A.N.CA.NA.P. 2003 ---





PSA Genova Pra


Search for hotel
Destination
Check-in date
Check-out date



Index Home Page Forum

- Piazza Matteotti 1/3 - 16123 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail