testata inforMARE
03 February 2023 - Year XXVII
Independent journal on economy and transport policy
05:39 GMT+1
LinnkedInTwitterFacebook


COUNCIL OF INTERMODAL SHIPPING CONSULTANTSYEAR XXVI - Number 7/2008 - JULY 2008

Legislazione

Il parere della ESPO sulla nuova politica dei porti europei

Patrick Verhoeven è il Segretario Generale della ESPO (Organizzazione dei Porti Marittimi Europei).

La ESPO rappresenta le autorità portuali, le associazioni dei porti e le amministrazioni portuali degli scali marittimi dell'Unione Europea.

L'organismo è stato costituito nel 1993 per promuovere le politiche ed i punti di vista del settore portuale europeo nei confronti, in primo luogo, delle istituzioni dell'Unione Europea.

Di seguito, si riportano le opinioni di Verhoeven sulla nuova politica dei porti europei.

"In seguito al fiasco della seconda direttiva sui servizi portuali nel 2006, è sembrato per un po' che le prospettive di una politica coordinata dei porti europei fossero ormai definitivamente messe da parte.

Ciò avrebbe fatto sì che i porti continuassero ad essere governati dai principi fondamentali del Trattato di Roma e dalla normativa di secondo piano.

La questione essenziale verteva su se fosse nell'interesse dei porti essere assoggettati ad una incoerente mosaico di giurisprudenza e normativa che spesso ha mostrato contraddizioni, in un contesto di obiettivi contraddittori nell'ambito della politica trasportistica ed ambientale dell'Unione Europea.

Già nel 2004, la ESPO aveva lanciato un appello per una approfondita riflessione sulle priorità di una politica europea degli scali marittimi, esprimendo la necessità di una struttura coerente con ampie prospettive concentrate sulle principali sfide del settore portuale.

I tempi per una tale approfondita discussione sono divenuti maturi solo dopo l'insuccesso della proposta di seconda direttiva: molti fattori hanno contribuito ad alimentare il dibattito al riguardo.

In primo luogo, c'è stata la determinazione del Commissario ai Trasporti Jacques Barrot di ripristinare un clima di fiducia dopo la traumatica esperienza della direttiva.

In secondo luogo, la Commissione Europea ha dato il via ad un procedimento finalizzato a sviluppare una politica marittima esauriente ed integrata che inevitabilmente dovrebbe riguardare i porti.

In terzo luogo, c'è stata la proposta della ESPO di organizzare una consultazione ad ampio spettro dei soggetti interessati sui principali temi e sulle principali problematiche della politica portuale a livello europeo.

Questi ultimi due fattori hanno allargato il raggio d'azione del dibattito al di là del tradizionale contesto della politica trasportistica.

Nel periodo intercorrente fra giugno del 2006 e giugno 2007, si è tenuta una sessione di consultazioni tra i vari soggetti interessati, consistente in due conferenze e sei workshop tematici.

Essa è sfociata il 18 ottobre 2007 nell'adozione di una comunicazione della Commissione sulla politica dei porti europei.

La comunicazione è coerente con la politica marittima integrata della Commissione Europea e fa parte della sua agenda relativa al trasporto merci; entrambi i provvedimenti sono stati adottati più o meno nello stesso periodo.

La nuova comunicazione della Commissione si fonda su una visione d'insieme delle problematiche generali del sistema dei porti europei e tiene conto di questioni quali la domanda di trasporto internazionale, il cambiamento tecnologico, le emissioni (mutamenti climatici) ed il dialogo fra porti, città ed operatori interessati.

Infine, essa concilia il complesso delle norme della Commissione mediante linee-guida destinate a regolamentare la trasparenza e la concorrenza.

In termini di concrete proposte politiche, il dialogo consiste in na serie di interpretazioni delle regole del Trattato unitamente ad un piano d'azione con ulteriori provvedimenti e strumenti, che in gran parte constano di una "legislazione morbida", vale a dire che non giuridicamente vincolante ma che comporta certi effetti giuridici indiretti ed è mirata alla produzione di soluzioni pratiche.

Queste ultime si riferiscono a:

  • prestazioni portuali e connessioni con l'hinterland;
  • espansione della capacità nel rispetto dell'ambiente;
  • ammodernamento;
  • realizzazione di condizioni di eguaglianza mediante l'assicurazione di chiarezza nei confronti di investitori, operatori ed utenti;
  • istituzione di un dialogo strutturato tra porti e città ed, infine, avvio dei lavori nei porti.
La ESPO ha dato una risposta positiva alla comunicazione della Commissione, ritenendo che la nuova politica, in genere, riflettesse un quadro equilibrato che era emerso dalla sessione di consultazioni con gli operatori interessati svoltasi fra giugno 2006 e giugno 2007.

La ESPO è d'accordo sul fatto che la comunicazione si concentri sui provvedimenti e gli strumenti della legislazione morbida.

Ciò si attaglia meglio alla varietà dei porti europei rispetto ad una legislazione vincolante e rigorosa.

A questo proposito, la ESPO ha apprezzato il riconoscimento da parte della Commissione Europea del ruolo di punta delle autorità portuali, segnatamente rispetto all'uso delle concessioni.

Se considerate nella loro accezione più ampia, le concessioni costituiscono strumenti di governo assai utili per le autorità portuali titolari demaniali e spesso si tratta dell'unico mezzo a loro disposizione per proteggere i legittimi interessi dei loro porti.

L'interpretazione fornita dalla Commissione Europea corrisponde in larga parte ai principi cui secondo la ESPO le autorità portuali dovrebbero attenersi quando rilasciano le concessioni, ad esempio, riguardo ai criteri di selezione, alla durata ed alle clausole inerenti alle prestazioni ed alla proprietà.

Attualmente, la ESPO sta effettuando uno studio in ordine a come le autorità portuali stanno utilizzando gli strumenti concessori.

I risultati iniziali sono stati presentati in occasione della conferenza annuale della ESPO, svoltasi ad Amburgo il 29 e 30 maggio2007, ma ci si possono aspettare ulteriori iniziative in seguito.

La ESPO ha altresì accolto favorevolmente il fatto che la Commissione non stia cercando di adottare provvedimenti che potrebbero alterare la distribuzione dei traffici in tutta l'Europa.

Il mercato, unitamente alle politiche delle autorità locali e nazionali, è per lo più in grado di trovare da sé le soluzioni al problema.

Lo scenario portuale europeo sta infatti diventando diverso in modo rilevante in termini del numero di porti coinvolti e del raggio d'azione delle funzioni e dei servizi portuali, il che comporta maggiori opzioni di rotta per i caricatori.

A giudizio della ESPO, la Commissione dovrebbe astenersi, ora ed in futuro, da qualsivoglia politica interventista che, direttamente od indirettamente, miri alla modifica dell'orientamento dei flussi di traffico in Europa.

Infine, la ESPO guarda avanti allo scopo di persistere nel proprio costruttivo dialogo con la Commissione Europea ed altre organizzazioni di operatori interessati in relazione agli strumenti ed alle misure annunciati nel contesto della comunicazione.

In particolare, l'organismo è interessato a contribuire alla realizzazione delle linee-guida sull'applicazione della normativa ambientale comunitaria allo sviluppo portuale ed alle sovvenzioni statali.

Inoltre, ulteriori azioni sono in programma nei campi della logistica, della semplificazione amministrativa, degli indicatori delle prestazioni portuali, delle relazioni porto-città, del dialogo sociale e della concorrenza con i porti dei paesi vicini non appartenenti all'Unione Europea".
(da: Containerisation International, giugno 2008, pag. 92)



FROM THE HOME PAGE
In January record of the value of the transit rights of ships in the Suez Canal
Ismailia
In January record of the value of the transit rights of ships in the Suez Canal
The Egyptian waterway has been crossed by 2,155 ships (+ 21.5%)
Awarded the tender for the realization of the new passenger terminal of the port of Bari
Bari
Will be completed in less than two years
In the fourth quarter of 2022 the traffic in goods in the port of Bremen decreased by -12.7%
Breed
In the whole year, the decline was -8.2%
The call for tenders for the electrification of the docks of the ports of Messina, Reggio Calabria and Milazzo
Messina
The amount of the work is 23.2 million euros
USB announces national companion on ports
New set of annual traffic records for Chinese ports
New set of annual traffic records for Chinese ports
Beijing
In the October-December period of 2022, the new quarterly historical record was established
German government plans to expand road network to cope with the expected increase in freight transport
The port of Palermo establishes its own new historical record of freight traffic
The port of Palermo establishes its own new historical record of freight traffic
Palermo
Fully recovered the share of passengers lost as a result of the pandemic
Quarter of accentuated downturn in financial results for ONE
Quarter of accentuated downturn in financial results for ONE
Singapore
In the October-December period, the volume of business fell by -24.9% percent.
Hapag-Lloyd archived 2022 with record financial results
Hamburg
Trend reversal in the last quarter of the year
Port of Gioia Tauro, first shipment via train of cars from China
Port of Gioia Tauro, first shipment via train of cars from China
Joy Tauro
The cars are headed to the centre-north Italy
Marfret boosts frequency of direct line service Italy-Egypt
Genoa
Enter a second ship
Cargotec and Konecranes record new annual and quarterly revenue records
Helsinki / Hyvinkää
In 2022 the value of new orders acquired by the two groups increased by 9.8% and 23.7% respectively
In 2022 the value of new orders acquired by ABB grew by 6.7%
Zurich
Results of trading activity recorded a trimming quarter after quarter
Last year, naval traffic in the Bosphorus Strait decreased by -8.8%
Ankara
Last year ship traffic in the Strait of Bosphorus è decreased by -8.8%
In the last quarter of 2022, the reduction was -5.1%
MSC will include the Port of Livorno in the West Med-Middle East / India service
Geneva
The link has weekly frequency
SAILING LIST
Visual Sailing List
Departure ports
Arrival ports by:
- alphabetical order
- country
- geographical areas
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
Atlanta
UPS records a decline in turnover after 40 consecutive quarters of growth
In 2022, revenue surpassed 100 billion for the first time.
In 2022 the revenues of the Wärtsilä Group increased by 22%
Helsinki
The value of new commits has grown by 6%
In 2023, more than 400mila crucierists were expected in Sardinians compared to 221mila last year.
Cagliari
To date, 191 airports are planned at the ports of Cagliari, Olbia, Porto Torres, Gulf Aranci, Oristano and Arbatax.
New appeal of Grimaldi Euromed against the ok to the Moby's pre-emptive plan
Milan
It was approved by the General Court in Milan last November 24
Artificial intelligence and autonomous navigation
Tokyo
They are the fields of activity in which the Japanese NYK and Ghelia will cooperate
The Romanian port of Constance has handled a record annual traffic
Constancy
The Romanian port of Constance has handled a record annual traffic
The containers were equal to 772,046 teu (+ 22.2%)
Confitweapon's satisfaction with the EU parliamentary committee's approval of the provisions on naval credit
Rome
For many years, it has been for many years to strive to ensure that, for bank regulatory purposes, the naval credit is gradually assimilated to infrastructure.
Investing in the Blue Economy to create jobs, raise income levels, and reduce emissions
Losanne
This suggests a scientific study published in "Frontiers in Marine Science"
Inaugurated in Arenzano the new School of High Training for Doctors of Bordo
Arenzano
Messina (Assshipowners) : It is a concrete response to the real and compelling need to ensure the health and safety of those navigating
PORTS
Italian Ports:
Ancona Genoa Ravenna
Augusta Gioia Tauro Salerno
Bari La Spezia Savona
Brindisi Leghorn Taranto
Cagliari Naples Trapani
Carrara Palermo Trieste
Civitavecchia Piombino Venice
Italian Interports: list World Ports: map
DATABASE
ShipownersShipbuilding and Shiprepairing Yards
ForwardersShip Suppliers
Shipping AgentsTruckers
MEETINGS
In Livorno a three days of Assoports to deepen the aspects of urban transformation in the port city
Livorno
You will meet two technical groups ...
On Thursday in Milan a conference of Fedespedi on "The logistics digitalization and the PNRR"
Milan
Since 2020 the Federation has made its contribution to the construction of the Plan
››› Meetings File
PRESS REVIEW
3rd oil tanker body found, 5 workers still missing
(Bangkok Post)
TAS Offshore in talks to build 27 tugboats
(The Star Online)
››› Press Review File
FORUM of Shipping
and Logistics
Relazione del presidente Daniele Rossi
Napoli, 30 settembre 2020
››› File
- Via Raffaele Paolucci 17r/19r - 16129 Genoa - ITALY
phone: +39.010.2462122, fax: +39.010.2516768, e-mail
VAT number: 03532950106
Press Reg.: nr 33/96 Genoa Court
Editor in chief: Bruno Bellio
No part may be reproduced without the express permission of the publisher
Search on inforMARE Presentation
Feed RSS Advertising spaces

inforMARE in Pdf
Mobile